Contrappunti, su Punto Informatico di domani.

“Negli ultimi anni, infatti, in Italia abbiamo conosciuto un notevole incremento della capacità  di accostarsi a un maggior numero di media per assolvere ai nostri bisogni informativi e comunicativi, ma questo sforzo non ci ha ancora collocato su di un piano analogo a quello dei grandi paesi europei. E il rischio che , pur muovendoci velocemente, le distanze possano ancora aumentare non è da escludere.”

Così termina l’introduzione del sesto rapporto sulla comunicazione in Italia la cui sintesi il Censis ha pubblicato con il titolo: “Le diete mediatiche degli italiani nello scenario europeo”. Il documento racconta attraverso i numeri la grande distanza che separa l’Italia dagli altri grandi paesi europei (continua)

Un commento a “ANTEPRIMA PUNTO INFORMATICO”

  1. AndreaR dice:

    Ho letto il rapporto. Sconcerta la lista dei media messi a confronto, che sembra piu' modellato sugli interessi degli sponsor,che su di una effettiva ipotesi di ricerca. Quello che proprio non mi sembra che funzioni e' la definizione di media che e' stata adottata – ma, forse, bisogna aspettarsi il rapporto completo per dare un po' piu' di senso alle tabelle.