Io capisco assai poco di politica. Tuttavia in questi giorni di ansia pre-legge-finanziaria, leggo spesso di esponenti del centro sinistra che, negando la possibilita’ di inciuci vari e grasse coalizioni, affermano che se il governo dovesse malauguratamente cadere si tornera’ a votare. Ed ogni volta penso: e la famosa legge elettorale da cambiare subito subitamente appena si veniva eventualmente eletti?

15 commenti a “GRASSE COALIZIONI”

  1. Cips dice:

    Ops!

    ;-)

  2. bg dice:

    la legge elettorale, se si deve cambiare, si cambia tradizionalmente almeno a due terzi di legislatura per un motivo tecnico-politico, cioè non delegittimare le camere appena elette, che sarebbero rispecchiate "visrtualmente" in modo molto diverso da eventuali modifiche, fattore che costituirebbe anche praticamente un motivo notevole di instabilità  (le forze in prospettiva potenzialmente beneficiate o penalizzate dalle modifiche avrebbero interessi divergenti ed "extrapolitici" nel far terminare anzitempo una legislatua funzionante o nel far proseguire una legislatura decotta).

    Non ricordo cosa ci sia scritto a riguardo nel programma unionista (mi stupirebbe una posizione diversa, ma visti i genii non si sa mai); ricordo però che le dichiarazioni preelettorali degli esponenti pensanti del centrosinistra tenevano a chiarire in genere questo aspetto, peraltro piuttosto scontato. Che si dovesse intervenire "subito" sospetto sia una proiezione retrospettiva (anche se non escludo che esponenti meno pensanti di cui il cs è ricchissimo l'abbiano affermato).

    Se il governo prodi dovesse cadere, è assai probabile quindi una soluzione ponte che i partiti si darebbero proprio per fare la legge elettorale e poi andare al voto.

  3. T-Bone dice:

    Questa non è una legislatura normale, ma una legislatura quanto mai precaria, quindi i due terzi potrebbero essere molto ma molto vicini. E comunque Prodi aveva promesso di farlo subito (come anche la legge sul conflitto di interessi che non farà  mai, e mi fermo qui).

  4. .mau. dice:

    non rompiamo le palle. La riforma della costituzione sarebbe stata valida per la legislatura cinque anni dopo la sua promulgazione, e una legge elettorale non potrebbe essere fatta per la prossima legislatura? siamo matti? Senza contare che è molto più onesto fare una modifica senza che nessuno sappia se ci guadagnerà  o no. Fare una riforma all'ultimo momento lascia sempre dubbiosi.

  5. bg dice:

    T-Bone, dubito che avesse promesso di farlo subito. Se l'ha detto (cosa non impossibile, visto il carattere un po' naif del personaggio, ma ci vorrebbe la fonte) qualcuno pietosamente l'avrà  corretto: fare la legge elettorale equivale a dire "la legislatura è agli sgoccioli" e nel suo caso non sarebbe una buona notizia.

    (settimana scorsa Marini si lasciò scappare un "e poi dovremo cambiare la legge elettorale", e non a caso tutti i commentatori hanno interpretato: "prodi dura poco, gente, salviamo almeno la mobilia" – la cdl sempre speranzosa invece ha interpretato: "se volete le larghe intese io sono disponibile". Marini ha smentito entrambe le interpretazioni. Marini è uno squalo, per chi non lo sapesse. Probabile che abbia voluto dire invece: "al momento a prodi non abbiamo alternative, ma i momenti cambiano, occhio")

    se anche i due terzi fossero arrivati, ripeto quanto detto sopra: fare la legge adesso vorrebbe dire giocare a carte scoperte. Nel caso, prima si fa cadere prodi, poi ci si pensa – dato che un governo "a tempo" adibito a far solo quello lo si confeziona senza difficoltà , anche considerato che l'opinione sulla necessità  di cambiare la legge è maggioritaria.

    la lamentela "ancora non s'è fatto nulla" poi testimonia imo una certa inesperienza circa il funzionamento della macchina governativa in generale e dei governi di coalizione in particolare

  6. bg dice:

    .mau. capisco la tua foga

    la politica non è una scienza esatta

    spiacente di romperti le palle :)

    (non mi è chiaro cmq cosa ti cambia se la fanno ora o tra due anni. piove governo ladro, mi par di capire)

  7. bg dice:

    "Senza contare che è molto più onesto fare una modifica senza che nessuno sappia se ci guadagnerà  o no."

    mau, non hai capito o mi sono spiegato male. ogni partito non sa se ci guadagnerà  tra 5 anni, ma sa perfettamente se ci guadagna o ci perde adesso. se ci guadagna, sarà  tentato di passare all'incasso subito, e viceversa di rimandare.

    è il meccanismo che spiega come a volte le opposizioni, al di là  dello sbraitare pubblico, nei fatti siano assai malleabili (avrai sentito che la lega ha accusato an e fi di fare assenteismo "di soccorso" all'unione in senato. secondo te perchè?)

    quindi la lege va fatta il più a ridosso possibile dei 5 anni (anche al prezzo di fare riforme "di comodo", che tuttavia come insegna il caso calderoli possono anche ritorcersi contro chi le fa)

  8. .mau. dice:

    la mia foga è perché una cosa fatta capo ha, e soprattutto non sopporterei di sentire anche le critiche di chi dice "la legge ve la siete cucita su misura".

    Ad ogni modo, lo dico subito: se non avrò la possibilità  di esprimere una preferenza per un candidato ma la cosa rimarrà  come quest'anno, io annullerò la mia scheda.

  9. Pier Luigi Tolardo dice:

    Comunque c'è da sempre una legge non scritta che tutti i deputati rispetteranno: se non sono passati almeno due anni e mezzo dall'inizio delle legislatura non c'è diritto ad avere la pensione o a farsi conteggiare questo tempo ai fini previdenziali perciò la legislatura non viene mai sciolta prima di due anni e mezzo.

  10. Giorgio dice:

    mantellini, che diavolo di filtro usi? ho appena scritto un commento con parole niente affatto crude (depositato, quesito, referendario, riforma, legge, corte, ammissibile, banchetto, fiondare. firmare) e non ha funziato …. vediamo se così va meglio

  11. Giorgio dice:

    stavolta è andata, sono sinceramente incuriosito

  12. massimo mantellini dice:

    giorgio,

    personalmente non uso alcun filtro. Il sistema dei commenti e' fuori dal mio controllo (ogni tanto filtra a caso anche commenti miei), ogni tanto qualcuno mi scrive di essere stato bannato senza che io lo abbia fatto……robe cosi', mi spiace.

  13. T-Bone dice:

    Eh sì bg aveva proprio promesso di farlo subito, anche nel comizio di chiusura della campagna elettorale.

    E temo che non sarà  l'unica promessa disattesa, ma solo la prima di una lunga serie.

  14. Pier Luigi Tolardo dice:

    Tutte le volte che ho scritto nei commenti di Mante :Alessandra è sempre bella , il fitro "gelosone" di Mante me lo ha impedito.

  15. Federico Giacanelli dice:

    Cosi' imparo a imbolsirmi e a rimandare i post: hai messo per iscritto proprio il dubbio che mi solleticava in questi giorni. Mala tempora currunt :-(