Poco fa leggevo un post di Sergio Veneziani sul blog di Edelman sulle difficolta’ che si incontrano ad organizzare un convegno in grado di suscitare l’interesse del pubblico. Una soluzione potrebbe essere, come scrive Mauro Lupi nei commenti quella di “appoggiarsi alla rete” chiedendo contributi ed attenzione. Vero. Tuttavia la soluzione di tutto, su Internet come altrove e’ la medesima: alla domanda di attenzione si deve rispondere con la moneta della autenticita’. Se un convegno (qualsiasi esso sia) e’ assortito come avviene regolarmente in Italia con un paio di ministri (se va male qualche sottosegretario) e qualche universitario, le premesse di autenticita’ ed interesse mi paiono difficili da immaginare e trovare un pubblico che non sia quello televisivo dei 30 secondi di un TG mi pare improbabile.
Vale per i convegni ma vale anche per i blog. Per esempio, io questa sera sono passato sul blog italiano di Edelman per vedere se c’era da quelle parti qualche post al riguardo della faccenda che ha avuto per protagonista nelle scorse settimane Edelman stessa e il finto blog creato dalla societa’ per Wal Mart. Perche’ mai il blog italano di Edelman non dovrebbe parlarne? La faccenda e’ stata cosi’ importante che l’altro ieri la keyword “Edelman” era la piu’ inserita nella top 5 di Technorati, tutti, insomma, continuano a parlarne. Oggi per esempio e’ stata la volta di Jeff Jarvis il quale ha scritto al riguardo cose molto nette ed autentiche:

Lie, hide, fake, fool, or buy people and you lose. And I’m not being smart-assed. It really is that simple. And the more complicated you make the rules, the more loopholes you end up building in. It’s just like Mom used to say: Tell the truth and everything will be fine.

Di’ la verita’, sii trasparente, e tutto andra’ bene. Vale per un convegno, vale per il blog (anche quello italiano) di Edelman, per l’universo e tutto il resto.

Tags:

Un commento a “TELL THE TRUTH”

  1. yoriah dice:

    se a questo poi vogliamo aggiungere l'teriore scoperta di altri due fake blog