Oggi pomeriggio, avendo avuto 30 secondi liberi, mi sono messo di buzzo buono per installare OpenOffice sul mio Mac. Scarico 140 mega dal sito del Garr, installo il programma il quale pero’ gentilmente mi informa che non puo’ avviarsi perche sul mio mac manca X11. X11? Mai sentito. Bene vado sul sito di Apple e scarico il fantomatico X11 (43 mega). Vado per installarlo ma Tiger mi dice che la versione che sto tentando di installare e’ piu’ vecchia di quella gia’ installata e quindi lui esclude proprio l’idea di cambiare alcunche’. Ok. Vado su it.openoffice.org dove per i problemi di installazione legati a X11 c’e’ un pdf da scaricare, una FAQ in tre lingue e persino un wiki. Scarico il pdf ma non c’e’ scritto nulla che mi aiuti, leggo un po’ di Faq in giro dalle quali percepisco che fra OpenOffice e il mefitico X11 non corre buon sangue manulla piu’ e sto per affrontare il wiki quando, improvvisamente, i miei 30 secondi scadono.

22 commenti a “APRIRE OFFICE?”

  1. marco dice:

    La prossima volta che hai 30 secondi, invece che OpenOffice scarica neoOffice (http://www.planamesa.com/neojava/it/index.php), versione di OpenOffice.org per Mac Os X che non ha bisogno di X11. Io l'ho provato un annetto fa e l'ho trovato lento, ma magari nel frattempo è migliorato e/o tu hai un hardware migliore del mio (e comunque OpenOffice.org non è una razzo nemmeno sotto Win).

    Seconda cosa, il progetto OpenOffice sta sviluppando una versione per Os X in ambiente Aqua. Controlla ogni tanto questa pagina (http://porting.openoffice.org/mac/faq/aqua-prerelease/index.html) per vedere se ci sono novitï¿ .

  2. l0ne dice:

    Ora sta a http://www.neooffice.org.

  3. .mau. dice:

    notoriamente non uso Mac, ma mi pare strano che la configurazione non trovi l'X11 (immagino R6) che sicuramente MacOSX ha ben nascosta… secondo me ti hanno venduto un contratto sbagliato :-)

  4. marco dice:

    no, .mau., X11 è un modulo a parte (sta nel pacchetto 'developer') che installi solo se ne hai bisogno per le applicazioni che non usano l' ambiente grafico nativo (proprietario) Mac. In prima approssimazione, tutte le applicazioni sviluppate originariamente in ambito Unix/Linux dotate di GUI hanno bisogno di X11. Gimp, per esempio, ha bisogno di X11 per girare sul Mac.

    A questo punto la domanda è: ma allora che differenza c'è tra X11 e questo ambiente proprietario Mac ? Bella domanda, ma rispondere è al di là  delle mie possibilità  :-)

  5. Stephen dice:

    Nemmeno ora NeoOffice è un fulmine, e richiede RAM. Sempre meglio di OpenOfficeMac, comunque.

    Purtroppo con Oo su Mac siamo messi maluccio.. aspettiamo pazienti :(

  6. Andrea Beggi dice:

    Confermo che per Mac è meglio NeoOffice. Si sta evolvendo, lentamente, ma si evolve.

  7. Folletto Malefico dice:

    Confermo che in "teoria" NeoOffice è più indicato per Mac.

    Devi comunque scaricare la versione "non X11", componente che personalmente mi rifiuto di installare finché non ci sarò costretto.

    NeoOffice Aqua:

    http://www.neooffice.org/

  8. M.P. dice:

    NeoOffice, dà i Mante trova altri 30 secondi…

    :-)

  9. Giorgio dice:

    stessi problemi, poi in qualche modo – non ricordo onestamente quale – superati per infine buttare tutto nel cestino dopo poco. stessa soluzione, anche, ovvero Neooffice: ottimo sino alla versione pre Aqua, a mio avviso. risentiva di un'interfaccia non esattamente mac-like, era un po' lento ma faceva bene il sjuo mestiere (vedere e scambiare file senza perdite alcune di formattazione cc ecc). Ora è più carino, forse, più veloce, anche, ma molto meno preciso nella gestione dei formati. Soprattutto il modulo testo, molto meglio il modulo foglio di calcolo. Powerpoint poi – strumento che odio con estrema cortesia ma che capita di usare, è un vero chiodo-ferrovecchio inutilizzabile. Almeno nella mia esperienza.

  10. Joe Tempesta dice:

    Bah, visto che ci sono confermo i suggerimenti di chi mi ha preceduto e ti invito a usare NeoOffice.

    Dover spippolare con X11 sul MacOSX per far funzionare un programma mi sa troppo di Linux: se devo sbattermi allora uso Linux :-)

  11. .mau. dice:

    Marco: cioè hanno fatto lo stesso giochetto che con Cygwin? In effetti ricordo che una volta ho provato ad aggiungere X11, e non è stato il massimo della vita.

  12. settolo dice:

    Ti conviene installare X11 direttamente dal CD originale di MacOSX. Fila tutto come l'olio.

  13. marco dice:

    .mau., sì, somiglia molto ai giochetti che devi fare con cygwin.

  14. Damiano dice:

    io avevo 30" liberi e ho letto questo post. Fortuna che ho finito dopo 25", così ho avuto tempo di prendere un Moment, indispensabile dopo la lettura…

  15. StefanoMaffulli dice:

    Jobs non collabora, ergo il supporto di OO.org su Mac fa schifo :)

  16. roberto dice:

    Ho trenta secondi liberi e li ho persi a leggere questi commenti, fatta eccezione per Marco che, sempre in trenta secondi, ha fatto luce su quale sia il programma corretto da installare. Il software spesso è proprietario, a volte è libero ma non è mai, dico mai, gratis.

  17. Andre dice:

    Jobs non collabora, ergo il supporto di OO.org su Mac fa schifo :)

    Quel che si dice invece è che Sun si è un po' arrabbiata dopo il rilascio dei server XServe di Apple, e ha bloccato lo sviluppo di Ooo Aqua…

  18. carola frediani dice:

    da novella del Mac confermo il suggerimento di provare con NeoOffice, io mi sono trovata bene, anche se è un po' pesantuccio

  19. Italo Vignoli dice:

    Mi occupo del marketing di OpenOffice.org, e vorrei aggiungere qualche informazione a quello che è già  stato scritto nei precedenti commenti. Concordo con chi ha scritto di utilizzare, almeno per il momento, NeoOffice, che è disponibile da agosto in versione nativa per Aqua. NeoOffice usa il codice sorgente di OpenOffice, e Java per emulare alcune funzionalità  (per esempio, l'esportazione in formato PDF). Per chi vuole saperne un po' di più sulla versione nativa per Aqua di OOo, c'è il sito del progetto di porting (http://porting.openoffice.org/mac/timeline) dove ci sono anche link ad altre informazioni. E per chi vuole comunque installare X11 per usare OOo per Mac consiglio la seguente guida di Marco Coisson: http://www.tevac.com/tutorial/osx/X11-Panther/. Un saluto a tutti.

  20. garbaland dice:

    La differenza di prezzo di circa 570 euro tra OO e MSOffice mi giustifica più di 30 secondi di lavoro. A me personalmente giustifica anche qualche ora. Sostanzialmente dipende da quanto uno guadagna al minuto :-)

  21. Damiano dice:

    seguendo la procedura di Marco Coisson l'installazione di openoffice è andata bene. Unica differenza che io Xcode non ho dovuto scaricarlo dal sito della Apple come scrive lui ma avevo già  il cd nella mia confezione di macos 10.3, comprata in Canada

  22. marco dice:

    Xcode c'è anche nei CD di Mac OS X acquistati in Italia