Contrappunti, su Punto Informatico di domani.

C’e’ sempre qualcosa di opaco nella gestione di questo paese. Ed è sconsolante osservare che il tempo passa, i governi cambiano ma le ambiguità  ed i silenzi restano sempre gli stessi. Per quale ragione un governo con grandi e seri problemi di bilancio come il nostro dovrebbe darsi la pena di aggiungere alla Legge Finanziaria per il prossimo anno, una legge carica di tensioni ed incertezze anche sulla sua stessa approvazione, una minuscola variazione alla legge del 1941 sul diritto d’autore? Dove starebbe la necessità  impellente di questa piccola aggiunta fuori tema alle “Disposizioni urgenti in materia tributaria e finanziaria”?
(continua)

Un commento a “ANTEPRIMA PUNTO INFORMATICO”

  1. Domenico dice:

    Salve, ho letto il suo articolo su Punto Informatico. Sono completamente d'accordo con lei riguardo a cio che ha scritto. Purtroppo la nostra classe politica, nella sua stragrande maggioranza, sia a destra che a sinistra, continua ancora una volta a dimostrare la propria ignoranza in merito al diritto d'autore e come il concetto stesso di "diritto d'autore" stia mutando grazie ad Internet. Io mi chiedo, come mai la nostra classe politica si prende il lusso di leggiferare sul diritto d'autore senza aprire inchieste di sorta? senza aprire un dibattito? senza invitare ad un tavolo comune le realtà  che hanno a che fare quotidianamente con il diritto d'autore?

    Tutto ciò è semplicemente sconcertante! E' possibile fare qualcosa per contrastare tutto questo meccanismo?