03
Ott
“La mattina dopo il tempo era cosi’ brutto che non meritava nemmeno di essere chiamato tempo, per cui Dick decise di chiamarlo Stanley. Stanley non era un bell’acquazzone. Non c’e’ niente di male in un bell’acquazzone che ripulisca l’aria. Stanley era il tipo di cosa per ripulire l’aria dalla quale ci vuole un bell’acquazzone. Stanley era afoso, opprimente e soffocante, come un ciccione sudato che ci premesse contro in metropolitana. Stanley non pioveva, ma ogni tanto ti gocciolava addosso. Dick era fuori nello Stanley.”

(Douglas Adams)

5 commenti a “STANLEY”

  1. Davide dice:

    mmm…il salmone del dubbio?

  2. xlthlx dice:

    Dirk Gently?

  3. massimo mantellini dice:

    entrambi (la pare di un inedito dick gentry contenuta nel salmone del dubbio)

  4. xlthlx dice:

    si, poi ho controllato usando l'amico google…

  5. .mau. dice:

    sarebbe bastato passare a prendere il testo in loco (anche se sto cercando di ricordarmi se quello originale non sia rimasto a Torino)