Vedo che a destra ci si interroga sul futuro della aggregazione del pensiero liberal conservatore alla luce delle nuove tecnologie. Un argomento che mi pare nasca gia’ deceduto, da qualsiasi tribunetta lo si voglia osservare. Se capisco bene da quelle parti hanno invitato ad un convegno in Liguria alcuni statisti come Marco Taradash a spiegare che “i blog devono fare i blog” e che devono essere “rivoluzionari”. Ho letto il pezzo fino in fondo in attesa di un accenno alla “anarchia di Internet” ma alla fine non l’ho trovato.
Commenti disabilitati

Commenti chiusi.