Dovrebbe esistere (se non esiste gia’) una norma molto semplice secondo la quale chiunque impegni la magistratura e le forse di polizia con denunce infondate debba poterne rispondere pecuniariamente. Oggi per esempio il sottosegretario Maurizio Balocchi ha presentato una denuncia al commissariato di Chiavari riguardante il sito web www.lega-nord.org. La denuncia – si legge nella agenzia dell’Ansa – e’ stata trasmessa alla Digos di Milano. Durante il congresso del Giovani Padani Liguri al Teatro Ariston di Sanremo (giuro) Balocchi ha affermato:

“Abbiamo scoperto l’altro ieri il sito lega-nord.org che nel nome induce a pensare ad una articolazione della Lega. All’ interno, sotto la dicitura Lega Nord per la riabilitazione della Padania, vengono fornite notizie false come ad esempio il fatto che Umberto Bossi si trovi a Pontedilegno malato oppure che siamo usciti dalla Casa delle Liberta’. Per il momento abbiamo saputo soltanto che il sito e’ stato registrato a Ferrara. Speriamo che polizia e magistratura non affossino l’ inchiesta perche’ questa situazione porta scompiglio nella campagna elettorale”.

9 commenti a “CHIARITO IL SUICIDIO DI TENCO”

  1. Luciano Giustini dice:

    Mbeh? Cosa c'e' di infondato scusa? Il sito sembra anche a me un sito "ufficiale" a prima vista, anche se e' una parodia. Una qualsiasi persona potrebbe scambiarlo con quello della Lega, il dominio oltretutto e' uguale. Quindi han fatto benissimo a denunciarli.

  2. Fabio Metitieri dice:

    Mah… detesto la Lega, da bravo mezzo terrone quale sono, e non stimo per nulla neppure Topo Plagio Giustini, ma direi che in effetti, in periodo elettorale, un sito cosi' i leghisti hanno pieno diritto di denunciarlo.

    Mante, e Ok che sei sempre stato un estremista e uno troppo convinto delle proprie idee, per quanto irragionevoli esse fossero, ma ultimamente stai peggiorando…

    Sempre piu' spesso perdi il contatto con la realta' dell'ovvio quotidiano, che sara' banale ma che e' quella in cui noi tutti si vive.

    Di cosa ti stai facendo?

    Ciao, Fabio.

  3. Fabio Metitieri dice:

    E poi… che cattivo gusto tirare in ballo il suicidio di Tenco. Che c'entra? Manco i redattori della Padania cadono cosi' in basso.

    Ciao, Fabio.

  4. Alessandro Longo dice:

    D'accordissimo con i commenti, in questo periodo è un colpo basso

    La parodia andrebbe fatta senza confondere il pubblico tra ciò che è realtà  e ciò ch è parodia

  5. Pietro dice:

    Dato che i leghisti, per i propri interessi di bottega sono stati bravissimi ad approfittare della liberta di espressione, bruciare il tricolore, insultare gli avversari politici, etc etc, l'unica cosa che conta è se esiste realmente una legge che proibisca la pubblicazione di quel sito, dire che qualsiasi persona possa scambiarlo con un sito ufficiale, è ridicolo, a meno di considerare i leghisti e tutte le persone che navigano in rete dei minorati mentali.

    Dire che la cosa è sbagliata perchè siamo in campagna elettorale non ha senso, in campagna elettorale forse le libertà  vengono sospese?

  6. Fabio Metitieri dice:

    Pietro, lasciamo stare i poveri minorati mentali, che non vorremmo mai offendere, ma secondo te, chesso', uno come Castelli, che elettori ha?

    ;-)

    Ciao, Fabio.

  7. Joe Tempesta dice:

    forse di polizia

    Mante, è un lapsus? :-D

  8. giobbi dice:

    1. tenco te lo potevi risparmiare. è di buon gusto quanto una maglietta di calderoli

    2. il sito è una parodia ma alquanto ingannevole. trovo naturale che la lega si tuteli come perlatro sono convinto faresti su se qualcuno parodiasse il tuo sito.

  9. Furex dice:

    Pure un cieco capirebbe che quel sito è falso. Ormai è passata l'idea che tutte le espressioni dei cittadini debbano essere politically correct, gli unici pagliacci autorizzati sono quelli eletti.