E’ possibile che Telecom stia gradualmente spegnendo il proprio servizio on line gratuito di elenco telefonico. La maggioranza delle richieste al database danno infatti “Servizio temporaneamente non disponibile” ed invitano a comporre il numero a pagamento dell’operatore. Personalmente piuttosto che comporre il 1254 (o uno dei suoi omologhi degli altri operatori che riempiono in questi mesi la programmazione pubblicitaria in TV) faccio un numero a caso.

13 commenti a “LA RISPOSTA A QUASI TUTTO”

  1. .mau. dice:

    curiosità : perché non usi http://www.paginebianche.it (quindi la Seat e non Telecom)? Io non ho mai avuto problemi (tranne con le ricerche inverse, che invece oramai sono praticamente impossibili)

  2. massimo mantellini dice:

    mille grazie ci provero' ;)

  3. Fabio Metitieri dice:

    Problema identico, direi, sia su Telecom sia sulle Pagine bianche: non si puo' piu' cercare un nome da un numero (quella che chiami ricerca inversa, suppongo).

    Un vero peccato. Ma era prevedibile.

    Ciao, Fabio.

  4. .mau. dice:

    sì, la "ricerca inversa" è quella per cui dato il numero si otteneva l'abbonato.

    Non so cosa dica il sito Telecom; quello paginebianche afferma che per privacy, visto che l'abbonato non ha dato il consenso, non la si può dare, ma non invita a chiamrre il 1240.

  5. Fabio Metitieri dice:

    Paginebianche non trova il mio, di numero, su cui ho dato il consenso e che infatti con il 1254 si trova (in ricerca inversa; ho appena controllato).

    Quindi il messaggio di Paginebianche:

    Il numero potrebbe essere inesistente oppure l'abbonato ricercato potrebbe non aver fornito un esplicito consenso a poter risalire ai propri dati a partire dal Numero Telefonico, pertanto, in osservanza al provvedimento del Garante della Privacy 15/7/04, non è possibile fornire risposta alla ricerca effettuata.

    E' una palla.

    Meglio il messaggio di Telecom:

    Servizio temporaneamente non disponibile

    Anche se e' ovvio che non sara' solo un "temporaneamente".

    Spero che qualche Garante intervenga, anche se lo ritengo poco probabile.

    Per chi lavora one man band, come me, senza segreterie o colleghi che prendono i messaggi, avere l'identificativo chiamante sul telefono, che registra anche i numeri a cui non si e' risposto (gia' a partire dal secondo squillo), e quindi la ricerca del nominativo, e' uno strumento molto utile.

    E purtroppo in un mondo drogato dai cellulari (io lo tengo quasi sempre spento) e dall'obbligo di rispondere sempre, non tutti usano la posta elettronica o mi lasciano messaggi sulla segreteria del fisso.

    Di pagare ogni volta i vari servizi 1254, naturalmente, non se ne parla.

    Ciao, Fabio.

  6. Fabrizio T. dice:

    Su infobel.com la ricerca inversa funziona http://infobel.com/italy/wp/revsearch/default.asp

  7. Fabio Metitieri dice:

    Thanx.

    Ciao, Fabio.

  8. Pier Luigi Tolardo dice:

    Se il sito PagineBianche.it rende ancora possibili le ricerche inverse, per le quali ha dato consenso esplicito meno del 20% degli abbonati italiani, è perché non è aggiornato in tempo reale rispetto al Db di Telecom Italia e degli altri gestori telefonici ma con uno scarto che va da 20 giorni a 3 mesi, e tra poco, quando sarà  completata la stampa di tutti gli Elenchi di tutte le Provincie italiane, verso Maggio, l'aggiornamento del Db PagineBianche.it sarà  completato e anche lì sareà  quasi impossibile verificare a chi è intestato un numero telefonico. Non credo che la situazione tornerà  più alla precedente perché il dato del consenso esplicito per la reverse directory è previsto in quasi tutti i Paesi europei e non è una stranezza italiana. E' vero che oltre al problema della reverse directory il dB del 1254 sta subendo una forte attività  di manutenzione perché la regolarizzazione a seguito dei questionari restituiti, pur sempre cinque-sei milioni ha comportato una gestione macchinosa e molti errori. E' pur vero che se non si trova sui siti on line maggiori, Seat e Telecom Italia, è inutile chiamare i servizi telefonici che utilizzano esattamente lo stesso archivio elettronico on line, quindi è una bufala quella per cui i siti non vanno per incentvare le chiamate, ma se non lo trovi on line, ha ragione Mante, è uno spreco chiamare telefonicamente.

  9. Dario dice:

    CONDIVIDO

    e ringrazio Tolardo per la segnalazione.

    Ma, anche una riflessione: cos'e' questa corsa alla consultazione a pagamento di elenchi a cui ci vuol spingere la pubblicità  televisiva?

    Non e' un fenomeno indotto?

    Anche quando era gratuito, quante volte lo si consultava, in media?

    Tanto, i numeri della zia, degli amici, "al limite mediamente della fidanzata", come diceva Verdone, ce li abbiamo. Quello che serve.

  10. Fabio Metitieri dice:

    Tolardo, il mio numero non si trova in reverse on line, ne' su Telecom ne' su Paginebianche, ma l'ho trovato, sempre in reverse, sul 1254. Ho provato oggi.

    Quindi il tuo discorso e' molto carino e molto sensato, ma mi pare che non stia in piedi.

    Ciao, Fabio.

  11. P.G. dice:

    Temo che anche infobel stia chiudendo le ricerche inverse. Giorni fa ho provato con un numero(fra l'altro di una azienda, non di un privato): infobel mi dava numero non disponibile, paginebianche.it invece mi dava il nome dell'intestatario.

    Cmq, l'elenco della ricerca diretta, deve restare gratuito, altrimenti bisognerà  cominciare a diffondere gli elenchi telefonici sui p2p.

  12. Joe Tempesta dice:

    Se non ricordo male c'è stato un periodo in cui si vendevano i CDROM con gli elechi interi, copiati *a mano* da quelli cartacei da qualche banda di data entry in india o in cina. E infatti erano pieni di errori. Esistono sempre?

    Basterebbe comprare uno di quelli, no? Anche se non recentissimo, magari di un anno o due fa, non è che uno cambia il numero di casa con così alta frequenza, credo e spero :)

    BTW, io il numero fisso non ce l'ho più, ho un'ADSL solo dati e mi sono fatto un numero di VoIP tramite message net, in attesa di SkypeIn anche in Italia.

  13. Pier Luigi Tolardo dice:

    Ciao Fabio ho scritto, oltre che sul problema della reverse directory, che il DB Telecom Italia sta attraversando una fase di manutenzione perché sono stati rilevati moltissimi errori, quindi sta in piedi.

    Comunque, anche prima che venissero rilevati gli errori c'erano molte difformità  tra i 2 DB sia per il fatto che c'è, come dicevo, un aggiornamento non in tempo reale del DB PagineBianche rispetto al CRM dell'187 che poi genera il DB dell'Info412.it, che per tanti altri motivi, disguidi, errori umani e informatici.

    Ci sono stati fior di utenti che risultavano in Pagine Gialle a pagamento ma non in Pagine Bianche gratuite, utenti che non erano in Elenco ma su Internet, utenti che si trovavano, inspiegabilmente, alcuni giorni e altri sparivano per poi ricomparire, per la disperazione di utenti e Ced per la gioia degli Avvocati ed è presumibile che continuino a succedere anche in futuro. Il fatto che oggi un cliente possa, ad esempio, scegliere se non apparire, apparire con l'indirizzo o senza, apparire sull'Elenco cartaceo ma non essere fornito dai servizi telefonici o viceversa(possibilità  prevista ma pochissimo conosciuta e ancor meno utilizzata) complica le cose e aumenta le possibilità  di errore.