Questa mattina, come accade raramente io e Alessandra, ce ne stavamo in pace nello studio ad occuparci ognuno delle proprie faccende. Fuori pioveva. Ad un certo punto ho detto: “Senti, e’ un po’ che non mi racconti una di quelle belle storie legate all’arte che poi io volgarizzo orrendamente sul blog”. Lei ha alzato lo sguardo dal suo libro e mi ha detto: “Mmh, la conosci la storia del Volto Santo e di Santa Wilgeforte? “Certo che no – ho risposto – che domande!” E mi sono messo lì buono buono ad ascoltare. (continua)

2 commenti a “LA LEGGENDA DELLE SANTE BARBUTE”

  1. raxi dice:

    molto interessante

    e suggerisco un'astrazione sul senso

    di una religione monoteista

    che di fatto prolifera di varianti, santi e santini in una zuppa di particolarismi infinita

    forza wikipedia

    salute alla community

  2. Andrea dice:

    Ottimo post, chiedi piu' spesso a tua moglie ;-)

    Preciso solo che la processione e' il 13 settembre sera e, per chi non vi ha mai partecipato, potrebbe essere un momento interessante anche per vedere i costumi storici di varie citta' della Toscana, le bande musicali locali e le facce di culo dei politici locali che la concludono. Portare ombrello perche' la pioggia e' quasi di rito per spegnere i lumini che addobbano gli edifici storici.