Il risiko dei prossimi confronti televisivi elettorali fra Prodi e Berlusconi ha raggiunto oggi una delle sue vette. Per ragioni di opportunita’ Romano Prodi arriva a definire Emilio Fede “attento” e “competente”:

Non solo, chiedo ufficialmente che a fungere da arbitro sia chiamato il direttore del TG4 Emilio Fede. Egli ha più volte avuto modo, diciamo così, di analizzare criticamente le mie proposte, il mio linguaggio e la mia immagine ed è quindi, a pieno titolo, uno dei più attenti e competenti osservatori del mio operato.

9 commenti a “E IO SONO NAPOLEONE”

  1. Anonimo dice:

    era ironico.

  2. marco dice:

    A leggere molto velocemente il post di Prodi sembra chiaro che lo scopo è incastrare il centrodx a fargli dire 'Manco con Fede accettiamo un dibattito a tre'.

    Detto questo, o Prodi è ipersicuro di se o è un pazzo, anche perchè dall'altra parte c'è gente con un pelo sullo stomaco da far paura.

    Boh, speriamo non si sia incastrato con le sue stesse mani.

  3. marco dice:

    Più che ironico era paradossale, era il modo per dire 'E dopo questo cosa vuoi ancora, una fettina di culo ?'

    Il problema è che Berlusconi la fettina la vuole eccome, e non ha pudori a chiederla.

  4. Fabrizio dice:

    Io dico che in TV contro tre persone e con un arbitro imparziale totale dimostrerà  quello che alcuni non vogliono ancora vedere, e cioè l'enorme potere peronista che il nano ha accentrato..

  5. Franco Abitante dice:

    Ironia, sfida e provocazione…

    credo che siano queste le chiavi di lettura dell'uscita di Prodi.

    E se fosse davvero così, il ragazzo dimostra di avere le palle (che sarebbe pure ora, anche se forse sarebbe stato più opportuno mostrarle su qualche argomento più significativo)

  6. Massimo Moruzzi dice:

    Grande Prodi!

  7. Pier Luigi Tolardo dice:

    Grande Prodi, disponibile perfino a farsi moderare da Fede purché Berlusconi rinunci all'incostituzionale pretesa di chiudere la campagna televisiva come Presidente del consiglio, dopo due sere di seguito in interverrà  come capo di forza Italia e un'altra come capo della coalizione. Chi insiste che Prodi dovrebbe accettare queste condizioni significa che si è assueffatto alle ingiustizie o che considera già  Berlusconi il padrone d'Italia.

  8. enrico bianchessi dice:

    Che fegato…

    firmato

    Giulio Cesare

  9. .mau. dice:

    Oh Massimo, se uno scrive "diciamo così" non ti viene il dubbio che più che opportunità  sia una presa per il culo?