Poi dice come mai uno non vota neanche la Margherita (oltre che i Verdi).

Pochi giorni fa, ho avuto occasione di stare a colazione con Bill Gates e un ristretto numero di leaders europei, ero l’unica italiana. Bill, simpatico ma non carismatico quanto la sua genialità  farebbe pensare, ha cercato di offrire la sua visione del futuro globale, dello sviluppo tecnologico, del ruolo che un grande monopolio multinazionale può avere nell’era della conoscenza.

(Linda Lanzillotta Blog)

30 commenti a “BILL? NIENTE DE CHE”

  1. Domiziano Galia dice:

    Ok, cominciamo a compilare la lista:

    i Verdi no (causa Cortiana)

    la Margherita no (Lanzillotta)

    Rifondazione e Comunisti no (non puoi rompere le palle anche per le Olimpiadi)

    i DS no (Consorte)

    Di Pietro no (perché in realtà  voteresti Casaleggio)

    la Rosa nel Pugno no (no funzionale)

    Andate per sottrazione e capirete per chi sarete costretti a votare. :p

  2. Uno dei tanti dice:

    Domiziano, suvvia… mica mi voterai per Mastella??!!! :D

  3. Andrea dice:

    … e come se non bastasse, "linda", sporizza la comunita' di sant'egidio.

  4. Anonimo dice:

    Linda chi?

  5. Federico Fasce dice:

    Linda Lanzillotta.

    Una che vuole tassare le università  di Scienze della Comunicazione, per incentivare l'accesso a quelle scientifiche.

    Credo non ci sia altro da aggiungere.

  6. Pier Luigi Tolardo dice:

    In effetti mi sembra un po' provinciale

  7. Pepe Carvalho dice:

    questa lanzillotta immagino che chiaramente verra' candidata alle prossime elezioni.. vero?

    quanto ci manchera' Cortiana!

  8. gm dice:

    Tra l'altro dovrebbe diventar ministro….

  9. Bluetrevor dice:

    In realtà , Lanzillotta, non solo è candidata al Parlamento ma è anche uno dei più probabili Ministri di Prodi.

    Dove? Ma proprio al Ministero dell'Innovazione.

    Lanzillotta – Cortiana = Conservatorismo digitale.

  10. Giorgio Zarrelli dice:

    Bello questo commento sul suo, ahem, blog:

    "ciao linda, è proprio quello che ci aspettiamo da te e dal,speriamo, nuovo governo di centro sinistra, una presenza costante a livello internazionale che ci permetta realmente di capire innovarci e stare al passo con i tempi e non quello che si è visto finora…"

    MOTOREEEEEE…CIAK…AZIONE!

  11. Blog per la Margherita dice:

    Cari tutti,

    non confondete le critiche all'approccio che la Lanzillotta ha avuto all'incontro Gates con le censure di natura politico-tecnica.

    Lanzillotta infatti è realmente una favorevole all'innovazione e pervicacemente impegnata in tale direzione. Sul punto, potete chiedere a Cortiana. Sarà  lui ad indirizzarvi per evitare giudizi affrettati.

    Quanto al discorso sulle facoltà  scientifiche, beh caro Federico, tu dimmi dove va un Paese senza fisici, chimici ed ingegneri ma con una nutrita schiera di Comunicatori, Designer, Pubblicitari …

    E a proposito, se tanto mi tanto inorridirete di fronte alla proposta di legge sulla fuga dei cervelli

    ciao, fs

  12. chico dice:

    dire di essere favorevoli all'innovazioen e' come dire di essere favorevoli alla mamma… o al Natale con la neve…quello che disturba, e' che una persona che sembra essere uno delle persone che indirizzano la coalizione di centrosinistra sui temi dell'innovazione dimostri una preoccupante assenza di spirito critico nel parlare di queste questioni.

    Ok e' andata a pranzo con Gates: ma che ne pensa del futuro ipotizzato da Gates?

    questo vorremmo sapere… e se la risposta non ci piacera' non la voteremo, e faremo sapere in giro perche' NON va votata.

    p.s.

    scusa Mante, spero di non scatenare un flame

  13. Blog per la Margherita dice:

    Prometto che non darò vita ad un tormentone.

    Mi limito invece a linkare il programma sull'ICT presentato dalla Lanzillotta. E qui le critiche, propositive, sono molto ben accette, quanto meno d aparte nostra che abbiamo l'ambizione di fare "massa critica" per il futuro Governo, di qualunque colore esso sia.

    A dopo,

  14. Anonimo dice:

    /mode gossip on

    tra l'altro la Lanzillotta dovrebbe essere la compagna di tal Bassanini, lui si mai troppo lodato, futuro candidato ad un ruolo importante nel prossimo governo

    /mode gossip off

  15. Antonio dice:

    Genialità ? Secondo me ha ragione Facci. I commentatori italiani rimangono affascinati negli incontri con Bill perché di tecnologia non ci capiscono, ma li conquista il caldo accento, la franchezza, l'atteggiamento diretto. Il multimilionario qui davanti e mi tratta come un amico, senza altezzosità  (Pirani gongolava quando se l'era trovato di fronte). Ha ragione Facci: questi non sono mai stati all'estero o non hanno mai guardato una puntata un talk show di oltreoceano. Gli americani sono semplicemente così. P.S. Temi di assoluto interesse per la UE sono il conformarsi della Microsoft all'ingiunzione antitrust che scade il 15 corrente mese e su cui ancora stanno nicchiando. Capisco però che non era delicato parlarne a tavola :)

  16. Caterina dice:

    è profondamente ot, ma sappi che ti ho catenato e sei libero di odiarmi per questo ^^

  17. gm dice:

    e avevamo Monti come commissiario alla concorrenza in Europa poi qualcuno voleva metter Buttiglione e quindi nn è stato confermato…ricordiamoci bene

  18. Beppe Caravita dice:

    Andate per sottrazione e aggiungete la necessità  di liberarsi di Berlusconi.

    Ho letto il programma della Margherita: sei meno meno, non c'è una parola sull'Open Source, ovviamente.

    Ho dato ieri le dimissioni dai Verdi e mi sto allenando al ritorno allo status di cane sciolto. Questa è una prova tecnica di trasmissione.

  19. Mauro dice:

    Beppe, Beppe, sei sempre il solito, per cui ti stimo come sempre… però adesso che abbandoni i Verdi perdiamo un "insider" prezioso…

    Ma torno a bomba, leggendo il "masterplan" della Sig.ra Linda, sopportando stoicamente il political english spruzzato qui e là  per insaporire la relazione [pessima abitudine dei ministri attuali che amerei vedere abbandonata dai loro successori] qualche spunto interessante si trova a pagina 20 e 21.

    Si citano le Creative Commons come fonte per modificare le norme sul diritto d'autore… incrociamo le dita….

  20. arbaman dice:

    Caro Beppe.

    hai detto una grande verità , andando per sottrazione non resta che la necessità  di votare contro un governo che ha fatto/sta facendo disastri, null'altro.

    Non c'è nessun programma ne alcuna faccia interessante nel panorama: guardo molto poco la tv ma ne ho già  piene le tasche dei dalemilivieturcorutellifassini..quasi un po la nausea. Penso ai cinque anni prima dei disastri attuali e riesco solo a ricordare altri disastri, contratti cocoricò per i più giovani, contratti per i lavoratori dipendenti sempre più penalizzanti, nessuna riforma per giustizia, concorrenza, questioni sociali, consumatori e non bastasse, nessuno che almeno *dicesse* qualcosa di sinistra.

    Detesto nani e ballerine, il controllo dell'informazione e il contestuale piagnisteo assurdo che l'informazione sta in mano alla sinistra, odio bieche ingiustizie come la urbani, la legge salvaassicurazioni, le varie salvaladri dedicate ai parlamentari e l'ultimo vergognoso decreto sulla droga mentre lo stato sponsorizza alcol e tabacco ma…non ho sentito nessuna solenne promessa da parte della sinistra che il prossimo eventuale governo metterà  a posto in tempi ragionevoli queste e altre importanti questioni.

    Anzi, noto che c'é chi va a pranzo coi manager delle nostre grandi corporation, chi a cena con Guglielmo Cancelli e chi pensando di essere molto brillante di suo può permettersi di silurare Cortiana.

    Sarò anche qualunquista, ma dopo aver inghiottito bile per dieci anni con due legislature contrapposte, penso che i due schieramenti abbiano molte più cose in comune che cose che li differenzino e in particolare un generale disdegno per il cittadino.

    Faccio veramente sempre più fatica ad immaginarmi andare al seggio e mi chiedo spesso: se votassi per l'uno o anche l'altro schieramento, quale possibilità  potrei avere di vedere realizzato anche un solo piccolissimo sogno o diritto nella direzione di maggior giustizia, libertà  e solidarietà  sociale ? Una vocina insistente, cinica e fastidiosa se ne esce sempre con "scordatelo proprio !"

    Allora, tutto sommato, che importanza ha chi sarà  il protagonista dei disastri prossimi venturi ?

  21. Fabio Metitieri dice:

    La condizione da cane sciolto e' sempre la migliore. Io lo fui da quando avevo 15 anni, anzi, probabilmente lo nacqui, tanto che mi pigliavano sempre per il culo, ai tempi, e anche piu' di recente, nei Ds ero entrato solo perche' non potevo proprio dire di no… e ho sofferto, ad avere una tessera in tasca, anche se era durata poco.

    ;-)

    Ciao, Fabio.

  22. Pier Luigi Tolardo dice:

    Perchè Fabio Metitieri non ha potuto dire di No ai Ds e prendere la loro tessera? ma allora ha ragione Berlusconi: questi comunisti sono un regime!

  23. gm dice:

    Ho partecipato ad un convegno della Margherita "Big Talk" tenuto a Milano un po' di tempo fa. La tavola rotonda vedeva la presenza di Confalonieri e Tronchetti Provera ai quali venne presentato il programma della Margherita nel settore Televisivo (maggior concorrenza, fine dell'oligopolio, Rai privata ecc, legge antitrust, modifiche strutturalli per la gasparri ecc ecc).

    per ulteriori info:

    http://www.eventi.margheritaonline.it/stampa/archive.php?sezione=1

    Ovviamente Confalonieri dichiarò la sua contrarietà .

    " Confalonieri, ha anche commentato una proposta di riforma del mercato televisivo, illustrata dalla Margherita, basata sulla centralità  del consumatore. ''Sono d'accordo al 20% con Rutelli".

    Ovviamente dobbiamo esser vigili affinchè il programma sia realizzato, ma forse questo è anche un po' compito nostro, magari anche attraverso i blog….

  24. boh dice:

    In effetti lo dicevo anch'io l'altro giorno cenando con George. Che è stato carino con me, a parte la bocca all'ingiù. Anche troppo…:)

    E poi voglio vedere che dice Laura a Torino domani a colazione ahahah! Lei che si dà  un sacco di arie…

  25. Antonio dice:

    Piano con lo sparare sui verdi però, ieri c'è stata un'ottima iniziativa per esempio in comune organizzata insieme a Paolo Attivissimo e alcune associazioni (http://attivissimo.blogspot.com/2006/02/kamasutra-in-verde.html). Non c'è solo Cortiana, pur con tutto l'apprezzamento. Idem per gli altri partiti: il giudizio sulla singola persona non si può adottare solo in negativo (non li voto perché c'è il taluno o non hanno candidato il talaltro). Anche se chiaramente la nuova legge elettorale rende quasi impossibile dare un apprezzamento al singolo…

  26. Giorgio Zarrelli dice:

    Mah, devo dire che i verdi di Firenze tempo fa, 2001? 2002? Non ricordo, dovrei controllare, invitarono un po' di relatori, fra cui anche il sottoscritto, per una giornata di talk sull'Open Source. Devo dire che non eravamo in molti, oltre i relatori e qualcuno lì convenuto, ma il tutto è stato organizzato in maniera seria dai verdi ed è stata un'ottima occasione per parlare, discutere, in un ottimo clima.

  27. Fabio Metitieri dice:

    Tolardo, piu' che altro non potevo dire di no alla mia di allora compagna, per amore della mia sopravvivenza fisica…

    ;-)

    Ciao, Fabio.

  28. Paolo Zocchi dice:

    Hi all,

    un paio di precisazioni: la Margherita è un mondo complesso. L'innovazione tecnologica lì dentro non è solo il blog di Linda Lanzillotta, ma un gruppo folte di persone che, anche assieme a lei e, per certi versi, anche per influenzarne le posizioni al momento in cui si potesse essere in grado di prendere decisioni, sta lavorando su temi tutt'altro che balenghi come TC, Fritz Chip, distinzione tra infrastruttura di rete e servizi, canone del servizio pubblico sui servizi e non sui televisori, creative commons individuati come standard, etc..

    Il fatto che non ci fosse menzione dell'Open source sul programma, deriva da due fatti: uno che si parla di standard aperti (che direi comprende anche l'open source), due che l'OSS è stato ampiamente trattato nel Libro Bianco pubblicato quest'estate con una posizione a favore di alcune sperimentazioni nella scuola (progetto Lazzaro ad es.) e un appoggio ampio al modello emerso con la legge regionale dell'Emilia (che poi abbiamo proposto anche nel Lazio). Perosnalmente sono contrario ad imporre l'OSS per legge, visto che mi sono trovato personalmente in progetti di migrazione prematuri che, proprio per questo, non sono arrivati a nulla.

    Una cosa la posso dire e me ne prendo la responsabilità : il nostro lavoro è sempre stato impostato al massimo coinvolgimento e al principio dell'approccio multistakeholder. Se vi fossero domani responsabilità  di governo su questi temi (cosa tutt'altro che certa, si badi bene) questo metodo dovrà  (e dico DOVRA') essere messo in pratica.

  29. Chico dice:

    @Zocchi:

    "Il fatto che non ci fosse menzione dell'Open source sul programma, deriva da due fatti: uno che si parla di standard aperti (che direi comprende anche l'open source)"

    Quindi parlare dell'adozione di standard aperti equivale a parlare di adottare l'open source?

    Questa mi sembra un pochino grossa…

  30. Antonio dice:

    Bhe quello dell'interoperabilità , quindi anche dei formati e dei protocolli aperti, è un tema parallelo a quello del FLOSS (software libero o open source a seconda delle preferenze) e per niente secondario. E' vero che uno non sostituisce l'altro, ma avere presente che il primo può e deve essere oggetto di un obbligo di legge (che per inciso è una precondizione perché il software libero e sistemi e programmi alternativi si diffondano), mentre il secondo rappresenta una scelta di campo intelligente che però non può essere imposta, denota una capacità  di analisi della questione e di saperla tradurre in una scala di priorità  nella propria agenda non disprezzabile. Quindi bravi sui formati aperti, ma cercate di approfondire ancora sul software libero.