Anna Setari e’ stata querelata da Gigi Moncalvo (ora meritatamente capostruttura di Rai2 dopo essere stato direttore del prestigioso La Padania ai tempi del titolo su nove colonne ““Fannulloni! 1.500 burini romanisti passano la giornata a contestare Galliani”) per un suo post ironico e molto leggero sulla abitudine di Moncalvo di farsi il segno della croce di fronte alle telecamere all’inizio ed alla fine del programma TV che conduce.

(via wittgenstein)

16 commenti a “SANTA INQUISIZIONE”

  1. Fabio Metitieri dice:

    Minchia…!!!

    Sarebbe interessante avere i dettagli della querela. Si sfotte un personaggio pubblico, e neppure a mezzo stampa, e ci si becca una querela?

    Ciao, Fabio.

  2. Fabio Metitieri dice:

    Be', pero' si potrebbe fare una colletta per pagarle almeno l'avvocato…

    Ciao, Fabio.

  3. Pier Luigi Tolardo dice:

    Mi faccio il segno della croce anch'io, ma davanti a Moncalvo, che il Signore lo perdoni.

  4. Lunar dice:

    intanto se ne parla anche da queste parti con un commento dell'interessata:

    http://www.nazioneindiana.com/2006/01/20/una-querela-non-si-nega-a-nessuno/

    Da parte mia una considerazione; quando scrivi per un giornale hai alle spalle una struttura che ti tutela, un ufficio legale che ti sostiene, hai delle garanzie.

    Da blogger, invece, sei solo.

    Banale vero? ma qualcuno ci pensa?

  5. Luciano Giustini dice:

    Scandoloso e' dire poco. Querela per cosa? Diffamazione a mezzo stampa? A mezzo blog? mah…

  6. Fabio Metitieri dice:

    Giustini, tu con i tuoi costumi e la tua deontologia "su misura" e' meglio se non ti pronunci, su che cosa e' scandaloso….

    ;-)

    Ciao, Fabio.

  7. P.G. dice:

    E' una cosa infame. Il post in questione non aveva niente di querelabile. E in ogni caso è evidente la disparità  di mezzi, fra il blogger indipendente che si espone in prima persona, e un tizio che ha alle spalle chissà  quanti avvocati e pagati da chissà  chi(magari col canone).

    Già  questo basterebbe ad autorizzare a dire, che trattasi del solito vigliacco.

  8. malex dice:

    Mah, leggendo il post non mi sembra ci sia nulla di querelabile, ha solo riportato quello che succede e qualche commento personale, nulla di offensivo, mi pare.

  9. Fabio Metitieri dice:

    Bo', Lunar, in caso di querela, non so se la testata in questione mi pagherebbe un avvocato. L'ordine non mi pare; ci fornisce di avvocato gratis (in lombardia, non so altrove) solo per riscossione di piccoli crediti, non mi pare per altro.

    Il fatto e' che con una testata di solito si discute, o piu' spesso si discute, prima di passare alle vie legali.

    Ciao, Fabio.

  10. Pier Luigi Tolardo dice:

    Veramente si dovrebbe discutere sempre, invece, di querelare. Comunque se non passerà  la depenalizzazione dei reati di vilipendio della bandiera e contro il capo dello Sstato, proposta di legge per cui anche Maroni chiede il rinvio dello scioglimento delle Camere, Bossi, essendo pregiudicato, verrà  condannato e affidato ai servizi sociali(visto lo stato di salute), a quel punto Moncalvo griderà  alla libertà  di opinione in pericolo.

  11. Fabio Metitieri dice:

    O, certo, si dovrebbe discutere sempre, invece di procedere legalmente, anche perche' la nostra magistratura e' gia' intasata e dovrebbe occuparsi di cazzi e mazzi piu' seri.

    Ma, come ben saprai, quando a qualcuno sembra di poter in qualche modo 'ricattare' una testata, il gioco piace sempre molto, piu' della possibilita' di querelarla, soprattutto se e' grossa.

    La debolezza del singolo, forse sta in questo: della pubblicazione di una smentita o di un post/servizio di rettifica su un blog non gliene frega molto a nessuno.

    Ciao, Fabio.

  12. Pier Luigi Tolardo dice:

    Si, ma allora perché a Moncalvo gli frega qualcosa di una critica su un Blog? Forse, perché un Post su un Blog, ripreso da altri Blogs, aggregatori, Google, etc, dà  fastidio quanto èp più di un articolo letto da pochi, anche se è un giornale che tura molto copie o no?

  13. Fabio Metitieri dice:

    Eh, questo bisognerebbe chiederlo a lui. A me le ipotesi fatte da Setari, di ritrovamento casuale sui motori, in ego surfing, e conseguente incazzatura, paiono plausibili.

    Ciao, Fabio.

  14. Federico Petrilli dice:

    CONCORDO PIENAMENTE CON ANNA SETARI SU TUTTI I SUOI COMMENTI E I SUOI POST SU GIGI MONCALVO :-)

  15. Andrea Cagnoli dice:

    :-) ANCHE IO,

    CONCORDO PIENAMENTE CON ANNA SETARI SU TUTTI I SUOI COMMENTI E I SUOI POST SU GIGI MONCALVO :-)

  16. bede dice:

    facciamo 2 conti:

    costa meno istruire una querela che istruire un processo ai veri delinquenti.

    Anche perchè allo stato attuale il delinquente ha schiere di avvocati famosi ad assisterlo(pubblicità ?),il piccolino(blogger!) nessuno.

    Ma questa è la libertà  di espressione:

    chi può esprimersi senza ritegno e chi deve stare attento anche solo ai pensieri…

    La legge è uguale per tutti si diceva una volta,..ma proprio una volta;

    aggiungo…si ma solo davanti a Dio lo è!

    Ma dovranno morire anche loro……

    (gli tornerà  una coscienza una volta dipartiti?)