Prende corpo l’idea di Letizia Moratti (la candidata sindaco stravolta dai filtri di Photoshop nel logo del suo sito web) legata alla acquisizione delle centinaia di domini con i nomi delle vie di Milano. Sul sito della Moratti ora e’ possibile accedere ad una mappa per zone e vie e da li’ accedere ai singoli simil-weblog. Tutto sommato e’ anche peggio di come era possibile immaginare. Il risultato e’ quello di ottenere (se i milanesi collaboreranno) una specie di geoposting dei problemi della citta’. Per organizzare su Internet una directory geografica delle problematiche di una grande citta:

1 Non c’era bisogno di registrare centinaia di domini

2 Non c’era bisogno di immaginare una architettura tipo blog poiche’ la eventuale coesione digitale fra cittadini ed amministratori di una stessa zona mai si potra’ far passare attraverso una architettura gerarchica senza volto e senza anima.

3 Non c’era bisogno di essere tanto ottimisti da immaginare che il sito web di un candidato (qualsiasi candidato) possa diventare il centro aggregativo delle istanze dei cittadini nei confronti della amministrzione. Per fare cio’ come ha dimostrato efficacemente Veltroni a Roma, basta una attenta gestione di un banale indirizzo di posta elettronica.

8 commenti a “GEOPOSTING SOTTO IL DUOMO”

  1. Maurizio Goetz dice:

    Da quello che si legge in rete sembrerebbe che l'operazione (sembra riuscita male) sia proprio di cybersquatting con la finalità  di indicizzazione sui motori di ricerca.

    Questo è un link interessante di una persona che fino a ieri lavorava nella società  che ha gestito il progetto.

    http://www.lastknight.com/2005/12/22/moratti-cybersquatting/#more-177

    Da quello che vedo i miei sospetti sembrerebbero trovare conferma, non è quello della Moratti un progetto che ha l'ascolto come priorità  e sembrerebbe che la strategia provenga dalla società  di comunicazione.

    Ovviamente non avendo tutti gli elementi, mi baso su quello che ho avuto modo di leggere, se qualcuno ha altri fatti, sarebbe interessante condividerli.

    Grazie Massimo, questo è un caso molto interessante che attraverso il tuo blog stiamo seguendo con attenzione perchè comprende tantissimi temi su cui stiamo discutendo da tanto tempo (blog, comunicazione politica, trasparenza) ecc.

  2. Domiziano Galia dice:

    Epperò riuscire a creare una piattaforma di geoposting locale sarebbe una bella cosa. Io ci sto pensando, per quanto riguarda le mie parti.

  3. Sambo dice:

    I cdl-blog sono uno per zona.

    L'aggravante sui domini è che, così facendo, hanno registrato qualsiasi Via S.Paolo d'Italia.

  4. Pepe Carvalho dice:

    che tristezza questi metodi!!

    vero e proprio cybersquatting.

    Inoltre sono molto dubbioso sul fatto che questo modo così polverizzato di comunicare (diverse migliaia di blog, chi mai potrai farsi un quadro d'insieme??) sia efficace.

    Condivido le parole di Cortiana .it

    "la signora Moratti sta prendendo i nomi di tutte le vie, piazze e strade di Milano, con quel suo slogan Mettiamoci in Comune. Altro che mettiamoci in comune, doveva scrivere ciò che è tuo è mio. Senza considerare che se

    qualcuno registra quel dominio, ha preso il nome di tutte le via Torino d'Italia. Per compiere una operazione di propaganda, la cybersquatter Moratti si appropria dei nomi delle nostre strade, e questo è inaccettabile"

    speriamo che non vinca, ma rimane proprio solo la speranza….

  5. Larry dice:

    Questa cosa è talmente sbagliata per così tante ragioni che sono annichilito, non so nemmeno cosa dire. Mi limito a rimandarvi ai commenti dei blog: ho cliccato qualche via a caso, i commenti sono evidentemente moderati in modo feroce e comicamente patetico (un sacco di complimenti, probabilmente anche farlocchi, e qualche critica molto lieve).

  6. enrico dice:

    che veltroni su internet si stia muovendo bene, mi sembra perlomeno discutibile.

    ho provato personalmente a scrivere più volte via e-mail a DIVERSI uffici del comune e solo uno ogni moltissimi si è degnato di rispondermi.

    per quanto riguarda il difensore civico del comune, invece, mi ha risposto ma mi ha consigliato di rivolgermi ai vigili…

    veltroni è molta fuffa e poco arrosto.

    vedi anche il sito di denuncia delle malefatte dell'amministrazione pubblica presso la zona di roma dove abito: http://www.viadeigalli.it

  7. plurale dice:

    L'approssimazione con cui ha proceduto alla Pubblica dIstruzione sembra destinata a replicarsi nell'approccio al digitale. Una selva di domini ed uno strumento sbagliato. Un po' come chi suona la musica ad orecchio e si vuol far passare per un maestro orchestrale.

  8. Palomar dice:

    Ho trovato quello "stravolta dai filtri di photoshop" magnifico.