Purtroppo non accadra’. Ma fra qualche settimana qualcuno farebbe bene a ricordare a Massimo D’Alema l’intervista rilasciata oggi a Massimo Giannini su Repubblica. Alla domanda diretta di Giannini (alla precedente D’Alema con grande aplomb aveva esordito dicendo all’intervistatore “Non dica fesserie”) sulla necessita’ di prendere le distanze da Consorte il Presidente del DS risponde:

“Certamente sono tra quanti non apprezzano l’arricchimento facile e operazioni di tipo speculativo. Ma sarebbe ridicolo sostenere che nel quadro dei manager italiani, questo problema riguardi solo Consorte e bollare oggi come illecito cio’ su cui la magistratura deve indagare e fare chiarezza”.

Io invece sono tra quanti, da tempo, vorrebbero D’Alema a spasso per i mari tropicali sul suo Ikarus, lontano dalla politica del centro sinistra italiana alla quale ha causato gia’ noie a sufficienza.

5 commenti a “NON DICA FESSERIE”

  1. Giuseppe Mayer dice:

    in effetti, simpatico non è simpatico, vincere non c'ha mai fatto vincere … ma perchè è ancora li?

  2. Erigo dice:

    Appunto, che senso ha mettere un uomo "inutile" come presidente dei DS? Potrebbe fare il commentatore delle gare velistiche insieme a Castelli, che ha il suo stesso hobby oltre che alla sua stessa inutilità . Secondo me hanno una missione segreta, sennò non si spiega la cosa… boh, cmq voglio fare i complimenti a Mantellini per questo blog, sempre molto aggiornato e pieno di notizie veramente interessanti (qui faccio sempre il pieno di (k)ultura ;-)).

  3. Roberta dice:

    Dubito che il Baffetto realizzerà  mai il desiderio di Massimo (e di metà  dell'elettorato del centro-sinistra) , ma se invece decidesse di smentirmi potrebbe realizzare anche il mio , semplicemente aggiungendo alla sua ciurma personaggi come Livia Turco che (quoto dal Corriere di ieri, articolo di G.Fregonara) ha difeso così il suo chiacchierato presidente:

    …"Ma non parlatene con Livia Turco che rivendica che la sobrietà  di una vita si misura non dalle scarpe, dalle barche o dalle scalate bancarie, ma dall'adesione ai valori veri, cioè «la dedizione alla famiglia, agli amici, l'amore per la moglie, l'altruismo». "

    e ancora :

    …" Livia Turco invece non accetta che Massimo D'Alema finisca per essere considerato «quello che tradisce la sinistra ». «Lui, proprio no. Siamo in un Paese di ipocriti: perché la passione per la bicicletta va bene e quella per la vela no? Andate a indagare per davvero nella vita privata di Massimo, troverete che il suo stile di vita è un esempio di moralità , l'emblema della sinistra», spiega la deputata diessina e rivela che D'Alema fa opere di beneficenza e ha un rapporto «con le suore di Madre Teresa di Calcutta».

    Se esistesse un rilevatore di "Non Vi Voto Più " si surriscalderebbe ogni volta che , supponenti e tronfi rilasciano questo tipo di dichiarazioni.

    Più ci penso e più mi convinco che, da onesta elettrice di sinistra, il posto in cui vorrei mandarli è sempre meno una barca…. ;-)

  4. aitan dice:

    che questa volta Ikarus si sia bruciato le ali?

  5. borgognoni dice:

    per una volta sono in totale disaccordo con te