Oggi l’antitrust ha multato Alitalia per pubblicita’ ingannevole. Sul sito web della compagnia di bandiera si pubblicizzavano voli A/R a prezzi contenuti mentre si trattava in realta’ del costo della sola andata. Antitrust ha poi accertato che solo un numero molto basso di posti su ogni volo (circa il 5%) era disponibile a tariffe ridotte e questo senza che se ne informasse correttamente la clientela. La multa da pagare entro 30 gg (a meno di solito ricorso al Tar del Lazio) e’ di soli 30.000 euro. Probabilmente all’antitrust hano dato una occhiata al salvadanaio Alitalia e hanno detto: “Vabbe’ dateci quelli che sono rimasti”.

5 commenti a “UCCIDI UN UOMO MORTO”

  1. ZoneX dice:

    @.@ vero: i giudici a volte hanno 1 anima!

    notte Massimo :)

  2. Simbul dice:

    Giusto per curiosità … ma quante di queste multe comminate dall'Antitrust vengono effettivamente pagate?

    Leggendo ogni tanto le news al riguardo ho sempre l'impressione che il ricorso al TAR riesca sempre ad annullare le sanzioni (vedi ad esempio Telecom).

  3. supercazzola dice:

    E aridaje con sto snobismo disinformato.. Secondo voi quali sono i massimi-minimi per le multe sulla pubblicità  ingannevole? 30mila è una multa salata per il tipo di sanzione. E poi: Telecom che c'entra? Quella è posizione dominante, mica uno scarabocchio su un sito o su una pagina di giornale con pubblicità  ingannevoli..

  4. capemaster dice:

    ahahah

    probabilmente faremo una manovra per pagargli la multa!

  5. gm dice:

    ok per Alitalia ma SOLO un paio di milioni di euro di multa alle assicurazioni per un cartello grida vendetta,,