Visto che qua girano un sacco di accademici della crusca (nel senso del cereale) sottopongo alla vostra attenzione questa ANSA che mi e’ capitata sotto gli occhi poco fa sugli stupri a Lanciano. Secondo me un vero capolavoro:

“Mentre nel riserbo proseguono indagini ed interrogatori per portare alla luce gli stupri di gruppo perpetrate da una banda di baby-violentatori, Lanciano sembra voler difendere la propria immagine di citta’ tranquilla, trascinata alla negativa ribalta delle cronache da una ristrettissima minoranza di giovani balordi. Questa almeno l’impressione che si coglie telefonando oggi agli inquirenti e in qualche bar della cittadina abruzzese in provincia di Chieti. Carabinieri e polizia, durante il fine settimana, non hanno comunicato nuovi arresti dopo i sei compiuti negli ultimi otto giorni nell’ambito di indagini su due casi di stupro di gruppo a danno di ragazze minorenni, una di 14 e l’altra di 15 anni, aggredite tra ottobre e novembre. Si cerca di accertare l’identita’ di un terzo giovane che la settimana scorsa ha contribuito a violentare la quindicenne in un tunnel nei pressi di una discoteca. Anche sulla base di indicazioni emerse da un ‘blog’ adolescenziale su internet, si indaga su voci relative ad altri casi di stupro, oltre a quello perpetrato in ottobre all’ippodromo e venuto alla luce due sabati fa con quattro arresti di minorenni. Il gruppo su cui gli inquirenti puntano apertamente il dito sarebbe formato da una quindicina di giovani che, facendo leva sul fascino esercitato su ragazzine per attrarle in luoghi appartati e stuprarle. L’unico maggiorenne finora arrestato, un ragazzo di 19 anni in carcere per lo so stupro del tunnel pedonale nei pressi della discoteca, e’ stato interrogato dal Gip ma ha respinto le accuse sostenendo di non aver partecipato alla violenza ma di avervi solo assistito dopo aver adescato la ragazzina senza pero’ costringerla a seguirlo. Si tratta di una tesi in netto contrasto con quella della vittima: in ogni caso il giudice ha respinto la richiesta di arresti domiciliari avanzata dal legale del giovane anche perche’ i violentatori di minorenni, in carcere, correrebbero il rischio di essere aggrediti da altri detenuti. Per domani poi e’ attesa una decisione del Gip sui quattro minorenni finiti agli arresti per lo stupro dell’ippodromo e l’interrogatorio del sedicenne incriminato per la violenza del tunnel. Mentre ancora si parla di un comunicato del sindaco di Lanciano, Filippo Paolini, che venerdi’ ha criticato il taglio troppo scandalistico dato alla vicenda da alcuni reportage giornalistici, anche nei bar di Lanciano la tendenza sembra quella di difendere il buon nome della citta’: ”non siamo cosi’ brutti come ci definiscono”, dice il gestore di un esercizio di Corso Trento e Trieste che pero’ non se la sente di perorare piu’ a lungo la sua tesi e tronca corto per tornare ai suoi clienti. In azione a Lanciano, dice una donna al bar ”Blue Ice” di Via Abruzzi e’ stata una ”piccolissima minoranza di giovani” composta di ”zingari e simili”. Dalle indagini in effetti e’ emerso che appartengono al gruppo incriminato sia ragazzi lancianesi, sia figli di famiglie rom, e di altre etnie, stabilizzatesi da anni in citta’. Nel blog un’ignota testimone aveva sostenuto che ”la mia amica….e’ stata molestata dai pigri (zingari, che poi hanno dai 15 a i 17 anni…) della mia citta”’

I corsivi sono ovviamente miei.

18 commenti a “VE LA TRONCO CORTA”

  1. Effe dice:

    notturnamente, come si addice ai colpevoli, sacripante! n. 6 è ora online anche grazie al tuo contributo.

    Non si poteva più tacerlo al mondo.

    Ottima nottata.

  2. Fabio Metitieri dice:

    Mante, l'Accademia della Crusca e' stata fondata proprio pensando alla crusca 'il cereale' (che poi cereale non e'… e' solo un residuo di macinazione), dato che aveva intenzione di passare al vaglio la lingua italiana come la farina con un crivello.

    Anyway, io non ho aspirazioni da Accademico della Crusca; scrivo sempre in un italiano semplicissimo, senza arcaismi o ricercatezze e con frasi molto brevi e lineari.

    Pero' i congiuntivi non li sbaglio, io, neppure quando scrivo in fretta un commento o una mail.

    E, a parte il fatto che l'uso dei congiuntivi corretti dovrebbe essere naturale, anche nel parlato (per cui non si sbaglia neppure scrivendo al volo), detesto chi scrive i pezzi in fretta e non li rilegge neppure. Se non si fosse capito.

    Comunque, che ha questo pezzo che riporti, che non va? Congiuntivi non ce ne sono, mi pare, solo un uso eccessivo dei condizionali. Oh… ma la sai la differenza tra congiuntivo e condizionale, vero?

    ;-)

    Ciao, Fabio.

  3. Fabio Metitieri dice:

    Vedo ora che su Punto quell'orrore te lo sei fatto correggere. Be', potresti ringraziarmi, per l'opera di correzione delle bozze che ti ho prestato…

    Ciao, Fabio.

  4. gp dice:

    Non ho capito cosa intendi, Massimo, con quei corsivi e con la crusca. Mi pare normale esempio di giornalismo.

    (ho una nota per Fabio Metitieri: perché i tuoi commenti sono sempre così "simpatici" – hai mica altro da fare, che non si capisce perché a leggerli sembrano fiotti di bile dovunque – perché ogni tanto non scrivere "Mantellini ti voglio bene" oppure "Oggi ho regalato un fiore alla mia morosa", che almeno leggere i commenti mette di buon umore)

  5. Fabio Metitieri dice:

    Gp, Mante e io ci conosciamo dal 1997 o giu' di li', da quando lui ha iniziato a muovere i primi passettini in Internet, e ci amiamo profondamente, da allora. Cosi' tanto che non abbiamo piu' bisogno di dircelo. Non in pubblico, almeno.

    In privato, da anni mi spedisce un mazzo di baccara' in boccio, il giorno del mio compleanno, di nascosto da sua moglie.

    E i miei scritti, qui o altrove, non fiottano mai bile, semmai un po' di sarcasmo. Sei tu che sbagli il registro di lettura.

    Ciao, Fabio.

  6. Fabio Metitieri dice:

    Oh, Mante, e mi era sfuggito che tu scrivi:

    "ed i punti fermi"

    Se tu avessi letto Lesina o qualsiasi altro manuale di stile relativamente recente, sapresti che la 'd' non si mette se la vocale che segue e' diversa.

    Ciao, Fabio.

  7. segnale orario dice:

    Il cronista doveva… allungare e per arrivare alla fine ha tirato fuori tutti gli stereotipi della nera a disposizione. In questo caso doveva eseguire una variazione a tema del tipo: "dopo lo scandalo la città  tutta ora si interroga".

  8. giavasan dice:

    Deve essere opera di qualche praticante.

    Un appunto: il tuo feed RSS non riporta i corsivi.

  9. vic dice:

    Io la "d" eufonica nelle congiunzioni continuo a mettercela quando mi suona bene a prescindere dalle vocali accostate, in ottemperanza alla sua eufonicità , per l'appunto.

    E non accetto lezioni dai manuali di stile, specie se recenti.

  10. Alessandro Longo dice:

    Fabio,

    Davvero non trovi niente di strano in questo pezzo? A parte che è zeppo di giri di parole abusate (puntano apertamente il dito)

    Ci sono frasi illogiche

    formato da una quindicina di giovani che, facendo leva sul fascino esercitato su ragazzine per attrarle in luoghi appartati e stuprarle.

    Invece di "facendo" andava "hanno fatto"

    in ogni caso il giudice ha respinto la richiesta di arresti domiciliari avanzata dal legale del giovane anche perche' i violentatori di minorenni, in carcere, correrebbero il rischio di essere aggrediti da altri detenuti.

    Quindi il giudice ha respinto la richiesta così i minorenni potranno andare in carcere e farsi violentare lì?:)))

    E via discorrendo

  11. Fabio Metitieri dice:

    Oh, bravo, Longo, almeno sui pezzi degli altri gli errori li trovi…

    ;-)

    Ciao, Fabio.

  12. loconews dice:

    mi sembra che qui si brancoli nel buio, per quanto i commenti siano a 360 gradi. Del resto nei pressi dei blog c'è sempre qualcuno che tenta l'insano gesto di postare e qualcuno altro che punta l'arma da fuoco cosicché il postante viene attinto da proiettili vaganti e medita un gesto anticonservativo

  13. Joe Tempesta dice:

    La regola della "d" che non va quando la parola seguente comincia con vocale diversa c'era anche nella mia grammatica del biennio delle superiori (ho fatto ragioneria, e quelli del classico ci dicono che siamo delle "scuole basse", tzè)

    Diceva anche se se anche la lettera è uguale ma subito dopo c'è un'altra "d" allo stesso modo non si mette ("dette i fiori a adamo").

  14. Silesius dice:

    Com'è che siete tutti così bravi oggi, Metitieri, Longo, Mantellini..? Guardando alla vostra storia personale, non ricordate redattori che sistemavano le vostre porcherie quando mandavate i pezzi? E poi: siete mai entrati in una redazione di un'agenzia di stampa? Vi assicuro che c'è il bravo redattore come lo stagista pagato con pacche sulle spalle.. Avete del gran tempo da spendere sul lavoro degli altri.. soprattutto se si tratta di giornalisti. Il take è pessimo, è vero. Provate a scrivere un'agenzia di cronaca in 1 minuto netto… se uno non lo fa di mestiere, esce quel che esce.. il problema non è l'italiano, ma la sistematica dequalificazione e l'uso indiscriminato di parolieri sottocosto.

  15. Alessandro Longo dice:

    Certo Silesius (caro anonimo), all'inizio abbiamo fatto tutti schifo. Ma non scrivevamo per la più importante agenzia di stampa italiana, che, si suppone, non dovrebbe permettersi simili cadute.

  16. Fabio Metitieri dice:

    Longo, parla per te. A me nessun redattore ha mai dovuto 'sistemare i pezzi', e anche all'inizio non 'facevo schifo'.

    Neppure sul primo libro che ho scritto – buttato giu' con decisamente poca tecnica – la correzione di bozze era stata rilevante.

    Forse, l'unica cosa che ho dovuto imparare, e su cui nel '97, quando ho iniziato a scrivere a tempo pieno, ero decisamente impreparato, e' come fare un'intervista decente. Oh, e anche per l'interpretazione dei komunicati stampa ho avuto bisogno di un po' di pratica.

    Ciao, Fabio.

  17. Alessandro Longo dice:

    Ah, ma questo perché quando hai iniziato tu eri già  un matusa:PPP

  18. Fabio Metitieri dice:

    No, Longo, non avevo molti piu' anni di te, quando ho cominciato. Ma i congiuntivi gia' li sapevo usare, fin dal liceo.

    Oh, a proposito: sai che ogni tanto te li passano sbagliati anche su Nova 24, i congiuntivi? Ma vabbe', Il Sole non e' autorevole come l'Ansa, e' solo un foglietto…

    Eh, tu devi fare ancora un bel po' di pratica, per imparare a evitare 'simili cadute', prima di arrivare su testate serie. Ma proprio tanta, ne dovresti fare, e con qualcuno che ti bacchetta…

    ;-)

    Ciao, Fabio.