Mezz’ora di down completo di tutti i siti della galassia Google (mai visto nulla del genere) ha reso l’idea a tutti di quale sia ormai la centralita’ internet dei server di Mountain View. Con tutti gli annessi e connessi del caso.

12 commenti a “GOOGLE DIPENDENTI”

  1. Marco Fabbri dice:

    Temo si sia trattato di un problema di mamma Telecom più che di un problema di Google, nn mi sembra vi sia in giro notizia del blackout a parte che sul web patrio.

    Questa idea mi è venuta perchè netcraft.com dava http://www.google.com come perfettamente raggiungibile durante il presunto blackout.

  2. Tambu dice:

    si, in effetti praticamente tutti ne parlano. Io ero in riunione, quindi non ho potuto passare quell'ora a premere freneticamente su F5 ;)

    che vuoi farci… CI VOGGGGLIAMO 'BBBENE alla grande G. nun ce lassà à à  :°°))

  3. Bakis dice:

    Si, in effetti in ufficio c'era già  qualcuno in iperventilazione e diverse stampanti in fiamme come segno di disagio

  4. Gianluca Neri dice:

    Qui su Fastweb niente blackout.

  5. .mau. dice:

    confermo che passando via I.Net si arrivava tranquillamente. In compenso, a un certo punto mi sono trovato anche A9 irraggiungibile dalla rete Telecom…

  6. Simbul dice:

    Confermo che da Fastweb funzionava tutto.

  7. pic dice:

    ogni tanto non fa male usare a9 :-)

  8. Fabrizio dice:

    Anke qui in Cermania non essere nessun proplema.

  9. MG55 dice:

    Capisci quanto siamo Googledipendenti quando sei in un sito che ti fa fare ricerche con Google stesso. Ieri stavo lavorando al mio sito, e sfogliavo la documentazione online di Apache e PHP, avendo grossi problemi perché per fare ricerche entrambi i siti usano Google.

  10. Marco Cavicchioli dice:

    il down pare possa essere dovuto ai server di telecom italia (perchè chi usa libero ieri pare non abbia avuto problemi).

  11. AdRiX dice:

    idem dal proxy aziendale (usciamo in Francia) e da Tiscali. Il problema era in telecom, e non gugol.

  12. massimo mantellini dice:

    in realta' pare che google abbia ammesso qualche guaio tecnico (http://punto-informatico.it/p.asp?i=56371&r=PI)