17
Nov
Io non credo che ai vescovi italiani, a Ruini e compagnia, si sia improvvisamente sciolta la lingua. Cosi’ il fatto che i giornali riportino tutti i giorni in grande evidenza ogni presa di posizione della CEI sugli argomenti piu’ disparati deve avere un altro piu’ nascosto significato. Che a me sfugge.

15 commenti a “RUINILALIA”

  1. Pier Luigi Tolardo dice:

    Alcune possibili interpretazioni:

    1) Molti giornalisti si vergognano di parlare sempre dell'Isola dei Famosi e preferiscono il Card.Ruini alla Lecciso.

    2)Piuttosto che affrontare problemi seri come: "Esiste Dio?", è meglio parlare di Ruini

    3) Sono anziani o lo stanno diventando, cominciano ad aver paura della morte e sono affascinati dal soprannaturale e dai suoi simboli, anche i più esteriori.

    4) In mancanza di un Governo vero(Berlusconi non è un Governo vero) parlano dell'unico Potere reale rimasto.

    5)Sono cresciuti all'Oratorio e anche se lo negano questo li ha segnati per sempre.

  2. Domiziano Galia dice:

    Forse l'ascesa della questione islamica ha causato un risveglio di attenzione per quella religiosa in generale e di conseguenza di quella cattolica in particolare per il suo esserne contraltare.

    O forse Google sta per rilasciare Google CEI.

  3. Lunar dice:

    Pier Luigi Tolardo,

    la quarta che hai detto. Niente crisi mistiche, sono cose terrene da campagna elettorale.

  4. Maxime dice:

    6) hanno vinto un "pacchetto" di presenza e credibilità  mediatica quando l'ultimo referendum non ha raggiunto il quorum.

  5. Giuseppe Matarazzo dice:

    Quanto sarebbe opportuno, da parte della sinistra in primis, un sano e vigoroso ANTICLERICALISMO, parola scomparsa, ahinoi, dal lessico politico !!

  6. raxi dice:

    7) sono l'unica vera forza politica di centro del paese

  7. Stefano "Free.9" Scardovi dice:

    Immagino derivi da cio' che l'Unita' ha rappresentato bene.

    In un periodo di relativismo dove chi non ha un'idea propria va alla ricerca di un'idea altrui forte la Chiesa e' stata l'unica a non inseguire il marketing.

  8. livefast dice:

    tutti pensano che parlare di ruini, con ruini, per ruini, faccia brodo. politici, giornalisti, chiunque. tutti pensano che la chiesa abbia una solida presa sulle coscienze degli italiani. se poi arrivano le farse referendarie a dar loro ragione, come se ne esce? non se ne esce. ergo ruini in prima pagina un giorno sì l'altro pure. roba da far diventare ateo un santo.

  9. Davide dice:

    Estemismo cristiano cattolico, estremismo islamico, estremismo politico.

    Viviamo di estremismi.

    Ciò non è bene, visto cosa hanno combinato gli -ismi in passato.

    Che cosa gliene freghi ai vescovi dei cambiamenti della Costituzione visto che nella Costituzione stessa sta scritto che l'Italia è uno stato laico (ma che ha il difetto di avere in Vaticano inside) non lo so: tanto più che i vescovi (e i nostri politicanti), ratzinger in primis, se ne sono sempre strafregati dalla laicità  dello stato.

  10. Cyrano dice:

    All'estero non si parla quasi mai di chiesa cattolica, giusto se muore il papa o se ne fanno un altro. Ergo il problema è dell'informazione italiana che sposta il focus su qualsiasi cosa dicono Ruini & co. Con il sostegno di questo governo naturalmente, che ha fatto del reazionarismo vaticano una componente elettorale e spesso di partito. Non è solo "fuffa" dunque, c'è anche della sostanza (darwin, ora di religione, ICI, attacco all'aborto, ricerca), come dire? Una vera e propria "politica" (teo-con?) a cui i mass media danno giornalmente il massimo risalto, nel bene e nel male. La laicità  dello stato sarebbe la risposta, ma rendiamoci conto che i partiti che fanno riferimento a questo, in modo trasparente, sono pochi e piccoli. State bene, grazie della riflessione. Cyrano/Marco

  11. Anonymous Blogger dice:

    Anche il Vaticano comprende i meccanismi dei media: ammaestrare il popolo come un cagnolino dicendo prima una cosa, poi un altra, poi tutto e il contrario di tutto. L' importante è che se ne parli bene o male.

    A loro l' informazione serve come ai grandi network di potere per tenere la gente come un cagnolino al quale si danno ordini contraddittori continuamente per stare seduto o viceversa. Puntano al rincoglionimento mediatico. Tecnica di terrore psicologico già  vista in Germania durante il terzo reich e in tv con la guerra di Bush-Laden.

    Oltre a questo non dimentichiamoci che i giornali italiani sono un mezzo di propaganda e non di informazione libera. Quindi non stupisce che anche giornali che fanno finta di essere laici diano ampio spazio ai resoconti di certi "vaticanisti" ossequiosi, figure giornalistiche sempre presenti in modo asfissiante in qualsiasi testata italiana.

  12. PIETRO dice:

    Dubito fortemente che i media , e l'uso che ne puo fare la chiesa cattolica abbiano un grande influsso sulle decisioni concrete delle persone, il rincoglionimento mediatico si ferma davanti al portafoglio, il telespettatore medio puo passare ore a vedere la lecciso ma poi se gli fai pagare i ticket sui medicinali o gli aumenti il biglietto del tram se ne accorge subito.

    Penso che il piu grande nemico della Chiesa sia il materialismo, che tanto a destra che a sinistra la fa da padrone.

    Quando il Papa fa i raduni con centinaia di migliaia di giovani e fa bei discorsi sulla castità , alla mattina dopo i cassonetti della spazzatura strabordano preservativi usati.

    Il presunto potere della chiesa secondo me è solo un arroccarsi.

    E alla fine ricordiamoci sempre, alla faccia degli analfabeti TEOCON, che nella lingua italiana il contrario di RELATIVISMO è ASSOLUTISMO.

  13. carla dice:

    Temo di saperlo :-(

    Il 7 giugno 2005, il Il Presidente della Camera e con lui il ministro Prestigiacomo e i vescovi ci assicuravano sul fatto che: "La legge 194 e' legge dello stato. Non e' in discussione. Nessuno propone di abrogarla".

    Temo, invece, che la "RUINILALIA" abbia come obiettivo proprio la legge 194 ( interruzione volontaria della gravidanza).

    Mi spiego così l'allarme di 225 parlamentari, l'impegno di Umberto Veronesi (repubblica di oggi)e la nascita del "partito della rosa nel pugno" (radicali + socialisti di Boselli)a difesa della laicità  dello Stato.

    Ovviamente, spero di sbagliarmi.

  14. P.G. dice:

    L'Italia si merita questo ed altro. Un popolo di mentecatti menefreghisti il 15 giugno scorso ha preferito andare al mare, anzichè recarsi alle urne a ridestare la democrazia dalle sabbie mobili vaticane. La colpevole distrazione dei più, impegnati nell'acquisto dell'ultimo telefonino griffato anzichè nella sana lettura di un quotidiano, sta ponendo i presupposti del futuro e quasi ormai presente clericofascismo.

    Di cui pietra miliare è stata la negazione del diritto alla fecondazione assistita. E nuova pietra miliare, la religione cattolica obbligatoria, nelle scuole riformate.

    E, a breve, la caccia alle streghe abortiste nei consultori.

  15. Domiziano Galia dice:

    Il cardinale Ruini dice la sua sui blog