Giancarlo Mola pubblica sul suo blog una lettera che spiega molto bene quello che tutti gia’ sappiamo sui servizi essenziali.

àˆ normale che debba avere l’acqua “volante” prestata dal vicino, il gas con la bombola, e probabilmente l’Adsl prestata anche questa con un ponte wifi? Non faccio paralleli con altri luoghi del mondo per decenza, ma è normale che tre società  di servizi quotate in borsa con utili derivanti dalla erogazione degli stessi con questi deficit organizzativi non crollino?

Un commento a “L’ITALIA dei SERVIZI”

  1. Pier Luigi Tolardo dice:

    E' la privatizzazione, Bellezza!