16
Ott
In questo momento (stavo cercando di recuperare il seggio per le primarie per mia suocera) il sito web dell’Unione e’ lentissimo. Immagino che piu’ che un problema di troppi accessi sia una questione di poca banda.

update 0re 12.30: date le notizie di alta affluenza alle Primarie che leggo sul web (ed i 20 minuti di fila che ho appena fatto per votare) direi che il sito web dell’Unione, la cui pagina sui seggi risulta in questo momento non raggiungibile, potrebbe essere collassato anche per ragioni di eccesso di traffico.

16 commenti a “UNIONTILT”

  1. PlacidaSignora dice:

    Sì, sito intasato. Ne parlavano già  stamattina presto qui http://news.google.it/, ma ora ovviamente non trovo più l'articolo

  2. darkripper dice:

    Io posso vantare addirittura un ora di fila. E per fortuna han fatto passare avanti mia nonna, altrimenti succedeva na traggedia. Tutto mi sarei aspettato tranne che un'affluenza del genere. Ma a questo punto la domanda è leggittima: ma tutta sta gente, all'epoca del referendum dove stava?

  3. Gatto Nero dice:

    Fila anche a Roma. Ma ho da ridire sulla gestione dei fuorisede (e mi rendo conto anche di stare scrivendolo ovunque, ma sto inviperito…)

  4. .mau. dice:

    persino il sito di repubblica mi pare bloccato :-)

  5. /alp dice:

    fila anche a torino, 1 ora abbondante.

    1 ora a botte di un euro…yum ! :P

  6. Stefano "Free.9" Scardovi dice:

    darkripper, io ho appena scritto il contrario nel mio blog, considerando che qui hanno votato (invitati a farlo in alcuni casi) i cattolici mi chiedo dove siano tutti quelli che hanno votato al referendum.

  7. Macman dice:

    A bocce ferme leggo: Scalfarotto 0,6. Io lo ho votato. Lui ha avuto un riscontro relativo. Noi ne abbiamo parlato molto. Ne abbiamo parlato troppo solo tra di noi? La blogsfera è per caso un poco autoreferenziale?

    Buonagiornata

  8. Vulker dice:

    Si, la blogsfera e' giusto un "pochino" autoreferenziale….

    V.

  9. alessio dice:

    Poco poco autoreferenziale… :-)

  10. Vulker dice:

    Giusto un mimimo autoreferenziale :)))

    E che dire di quelli che si (auto)esaltavano guardando il sondaggio su repubblica? Wow, siamo dietro a bertinotti. Si, si…

    V.

  11. alessio dice:

    Io guardavo il sondaggio di Repubblica e mi mettevo a ridere: 5% tra la gente che usava il web, l'unico settore (minoritario) della società  in cui Scalfacoso aveva avuto un minimo di penetrazione, sondaggio linkato direttamente dalla home page del suo sito! Come dire, prendeva il 5% tra i suoi simili…

    Questo è rafforzato dal voto degli italiani all'estero a Londra: se non sbaglio, 14% nel posto dove ha fondato il suo circolo politico, almeno Mastella a Ceppaloni prende il 90%. Poi magari ha preso il 30% del voto dei blogger…

  12. .mau. dice:

    In fin dei conti Howad Dean avrebbe dovuto insegnare qualcosa.

  13. Max dice:

    Chi e' Howad Dean?

    Scusa ma io sono gnorante.

    max.

  14. .mau. dice:

    Howad Dean è Howard Dean scritto da uno che riesce ad avere la erre moscia anche alla tastiera :-)

    (se invece la domanda era seria, è stato il candidato democratico alle scorse primarie USA, che fece una campagna per la maggior parte su web – anche perché il Vermont, il suo stato, non è che sia chissà  quanto grande – e sembrava essere tra i favoriti… fintantoché non ci sono state le votazioni)

  15. Max dice:

    la domanda era seria. Non sapevo chi fosse questo dean, ora mi e' chiaro il senso del tuo messaggio in risposta agli altri. Speriamo che ora i blogger si diano una calmata, il mondo non ruota per nulla intorno alla blogsfera.

    Max.

  16. gm dice:

    la politica non si può fare solo sul web. Bisogna ascoltare e parlare con la gente nel mondo reale…per fortuna..