Il segretario della Presidenza del Consiglio Mauro Masi vuole che i pirati di Internet vadano tutti in galera.

(via interlex)

2 commenti a “PER SINTETIZZARE”

  1. Bolas dice:

    Ad ognuno le sue opinioni, eccessive o moderate che siano, giuste o sbagliate non importa, purché esse siano sostenute fino in fondo e non si tratti del solito furbone che scaglia il suo sasso e poi nasconde la mano.

    Non credo che il sassolino di Masi sia poi così grosso; non credo neppure che sia suo prioritario interesse che i pirati finiscano in galera. Beh, magari non è direttamente lui a volerlo.

    Forse voleva semplicemente esprimere disappunto su questa o quella burocratica e noiosa revisione di legge Tal dei Tali e, forse, stiamo dando troppa importanza ad un pezzo di carta con una firma sopra.

  2. Smeerch dice:

    Sarà  ma io Mauro Masi l'ho avuto come professore qualche hanno fa all'università  e mi è sembrato del tutto contrario ad una cosa del genere. Infatti, lo ricordo benissimo, disse a noi studenti che la legge l'aveva scritta di suo pugno (all'epoca era anche commissario straordinario della SIAE, se non ricordo male) e disse anche che non era affatto sua intenzione prevedere la carcerazione per i pirati informatici. Ma poi, si sanno come vanno queste cose, la legge con i vari passaggi nei due rami del parlamento ha acquistato un'asprezza della pena completamente ingiustificata.

    Io all'epoca a questa storia ci ho creduto. Ho sbagliato?