Yahoo e Microsoft hanno annunciato che si adopereranno per far “dialogare” fra loro i propri sistemi di instant messaging. Che e’ un po’ come annunciare trionfanti una prossima disponibilita’ di punti di sutura dopo aver fatto a fettine la nonna.

14 commenti a “COMPATIBILITA’”

  1. Luca Conti dice:

    Meglio cominciare a cucire che proseguire a tagliare, no? :)

  2. Fiorenzo dice:

    Essendo l'orgoglioso possessore del login *fiorenzo* con yahoo (loggato dal '95) apprendo la notizia con un certo piacere.

  3. mBG dice:

    E Gaim non lo nomina nessuno (articolo compreso)?

    "Gaim is a multi-protocol instant messaging (IM) client for Linux, BSD, MacOS X, and Windows. It is compatible with AIM and ICQ (Oscar protocol), MSN Messenger, Yahoo!, IRC, Jabber, Gadu-Gadu, SILC, GroupWise Messenger, and Zephyr networks."

    http://gaim.sourceforge.net

    ciao.

    Matteo

  4. Prometeo dice:

    E' un piccolo mostro, in realtà : assieme dovrebbero addirittura più utenti di AOL (Aim). Prevedo scontri interessanti… e nuove alleanze altrettanto "bizzarre" ;-)

  5. Prometeo dice:

    Mi è rimasto un verbo nella tastiera: la frase, ovviamente, era "insieme dovrebbero avere addirittura più utenti di AOL".

  6. Fabio Metitieri dice:

    E' una notizia non da poco.

    Nessuno ricorda piu' le battaglie tra Microsoft e Aol nel 1999? Ms rendeva il proprio messenger compatibile con Aim, e Aol cambiava i suoi programmi per ri-renderlo incompatibile. E cosi' via, per mesi di modifiche e contromodifiche, finche' Ms non si e' arresa.

    Sarebbe proprio ora che i messenger adottassero standard comuni. Anzi, ho gradito poco la scelta di Google per il suo Talk, di usare Jabber, mentre gli altri si stanno orientando – parrebbe – verso Simple e Sip.

    Ciao, Fabio.

  7. Antonio dice:

    Metitieri, al contrario: Google è stata la prima ad adottare un protocollo libero (Jabber) e a mettere l'interoperabilità  (anche con SIP) tra gli obiettivi.

    ciao

  8. Fabio Metitieri dice:

    Antonio, dove hai letto che Google vuole essere interoperabile con Sip?

    Anyway, jabber sara' anche open, ma non e' piu' figo di simple e sip, non solo per questo. simple e sip, tra l'altro, sono standard accettati dall'ietf, se non erro, mentre jabber, che io sappia, no.

    Ciao, Fabio.

  9. .mau. dice:

    qua dicono di volere interoperare con Gizmo, che a quanto ne so è basato su SIP. D'altra parte, SIP è solo segnalazione :-)

  10. Antonio dice:

    Sono tutte ottime tecnologie e certificate IETF. XMPP di Jabber è un pochino più maturo di SIMPLE credo. Comunque la strada che stanno prendendo tutti verso tecnologie libere è quella giusta, al di là  delle scelte particolari.

  11. Fabio Metitieri dice:

    Antonio, la strada che stanno seguendo tutti da quando i messenger sono diventati diffusi, diciamo dalla fine degli anni '90, e' di rendersi assolutamente incompatibili con tutti gli altri, ed e' una strada molto sbagliata, dal punto di vista degli utenti.

    A me poco importa se usano tecnologie libere e belle oppure proprietarie, piu' mature o no; quello che mi interessa e' avere prodotti interoperabili. E di fatto, a parte qualche vaga dichiarazione d'intenti, direi molto vaga, Google con jabber ha scelto di chiudersi.

    E non ditemi che jabber e' usato da trillian o da gizmo o da che altro… di fatto, se si parla di messaging oggi si deve parlare di Msn, Yahoo! e Aol. E se non sbaglio oggi tutti e tre usano Simple e Sip, e con l'imprimatur anche di Ietf. Scegliere una compatibilita' verso Sip "forse e in futuro", come Google Talk, e' una decisione che mi pare abbastanza chiara. Purtroppo.

    Ciao, Fabio.

  12. mBG dice:

    Fabio, al di la' delle discussioni sul fatto che la scelta di un protocollo aperto, libero e documentato come Jabber possa essere considerata una scelta di chiusura da parte di Google, dai una letta a questa notizia e relativi link (a proposito di Gaim, che tutti continuano a non nominare, e di Google):

    Google assume lo sviluppatore di Gaim

    ciao.

    Matteo

  13. Antonio dice:

    Un interessante articolo su Jabber/XMPP e SIP/Simple che riassume bene la partita che si sta giocando intorno ai due protocolli e il mercato dell'IM:

    http://computerworld.com.my/ShowPage.aspx?pagetype=2&articleid=2772&pubid=4&issueid=68

    Il fatto che siano due standard aperti, documentati e certificati fa la differenza ed è un segno dei tempi. Poi di per se non è sufficiente a garantire la comunicazione tra network diversi, ma questo anche se tutti adottassero lo stesso protocollo: sta agli operatori decidere se far intercomunicare i server o no.

    ciao

  14. Joe Tempesta dice:

    Ma non è che queste manovre di avvicinamento nascondono la voglia di Microsoft di contrastare il predominio di Google, magari comprandosi Yahoo?