Pare che oggi il Premier, durante l’intensa discussione parlamentare sulla riforma elettorale, si sia abbioccato.

Dice l’Ansa delle 18.15 che “mentre al microfono si alternavano i deputati dell’Unione, Berlusconi, seduto ai banchi del governo, ha lentamente chiuso gli occhi, ha abbassato la testa e si è chiaramente assopito”.

(via stampa rassegnata)

2 commenti a “SONNO ARRETRATO”

  1. Noantri dice:

    Be', in linea di massima immagino che debba essere faticoso fare il comico tutto il giorno e poi arrivare a sera fresco come una rosa, no?

    [Ste]

  2. P.G. dice:

    Il fatto è che ora può dormire fra sette guanciali, si è rubato anche la democrazia.