Oggi, dopo aver pagato il solito premio assicurativo annuale esorbitante per la mia vecchia auto, ho fatto un giretto sui siti web delle assicurazioni online per valutare i costi di una polizza auto alternativa. Molto elegante al riguardo la pagina di benvenuto (per dire) dei preventivi di Genertel. Traspare da subito la considerazione del cliente da parte di chi ha scritto le note sulla privacy (i grassetti sono suoi):

Le informazioni richieste non sono poche ma considera che per ritagliare una proposta su misura dobbiamo conoscere il rischio in ogni dettaglio. Se non vuoi conferire questi dati, Genertel non fa per te: con un preventivo, per te gratuito e non impegnativo, Genertel si impegna per coperture anche milionarie e questa è la ragione per cui vogliamo raccogliere tutte le informazioni necessarie. Non temere per un eventuale uso improprio delle informazioni: Genertel è sempre stata estremamente rispettosa della privacy. La nostra politica al riguardo è molto semplice: non vogliamo disturbarti se non per comunicazioni necessarie o per informarti di vantaggi a te riservati e cui pensiamo tu possa essere interessato.

Io non ho idea di chi sia il compilatore dei grassetti di questa pagina: so solo che un attimo dopo aver letto queste righe sono fuggito a gambe levate da un sito che non solo vuole usare i dati di un mio ipotetico preventivo per mandarmi pubblicita’ ma che mi sottolinea, con il tatto di un elefante, che, nel caso, loro si apprestano a rischiare i loro soldini per me. Troppo buoni, grazie. Tenetevi i soldi e andate a raccontarla a qualcun altro.

8 commenti a “BENEFATTORI IN GRASSETTO”

  1. PatBateman dice:

    a me sinceramente non pare così male. anzi apprezzo l'onestà  di quella dicitura. è chiaro che una copertura assicurativa comporta un profiling molto dettagliato. Dubito anche che Genertel molesti i propri clienti con spam o invasività .

  2. Massimo Morelli dice:

    Io ho genertel da molti anni e non mi spamma.

  3. Massimo Morelli dice:

    Aggiungo che l'autore dei grassetti è probabilmente un solerte avvocato che si trova in una situazione difficile: se stringe troppo rende antipatica l'azienda, se stringe troppo poco è fuori dalla (bizantina) legge.

  4. alex dice:

    Io sono passato da Unipol a Zuritel quast'anno, risparmiando 250 euro. Zero spam, solo un paio di email di conferma ed una polizza arrivata via posta. Lo so che è un commento inutile, ma sono molto soddisfatto della mia scelta ed ho bisogno di dirlo in giro.

  5. P.G. dice:

    Odio queste cavillosità . Privacy o non privacy, le campagne di marketing organizzate ai fini di reperire dati personali di potenziali clienti, profilarli e targetizzarli, saranno sempre più massicce e intensive.

    Tipo: "vuoi avere questo premio?Lascia i tuoi dati". "Vuoi partecipare a questo corso?Lascia i tuoi dati".

    E uno non può rinunciare a tutto. Qualcosa dovrai anche firmare, comprare, autorizzare. E ti basterà  quella firma, ad annullare tutti gli sforzi precedenti per conservare la tua capitalistica privacy.

  6. Bistecca dice:

    Io qualche anno fa sono passato a linear e sono molto, molto soddisfatto…

  7. Davide dice:

    Ecco un sito che avrebbe bisogno di un ottimo copywriter

  8. Claudio Billi dice:

    A me sembra molto corretto e onesto, tanto la privacy non esiste.

    Aggiungo che ho Genertel da anni sulla mia macchina, sullo scooter, sulla vettura di mia moglie e su un paio di vetture aziendali. Mai ricevuto spam, ma solo le comunicazioni necessarie (rinnovi prima della scadenza e polizze per posta).