Oggi in radio Vittorio Zambardino e’ riuscito a far arrabbiare gli utenti della mela piu’ permalosi (oltre a maltrattare l’inviato di Repubblica all’Apple Expo di Parigi). Nei commenti del suo blog brilla il solito inarrivabile giovanitromboni:

Ragazzi, calma! Fermiamo l’ala movimentista! Dopo ventuno anni all’opposizione stiamo per diventare una forza di governo, dobbiamo cambiare contegno. Le vendite vanno bene, the future looks bright, antiche eresie sono state abbracciate, ciò che era sacrilego non lo è più: abbiamo salvato Apple, con la nostra dedizione, dalla perenne profezia della scomparsa, ora è il momento di farci da parte. Continueremo a vivere nell’ombra fino a quando non servirà  di nuovo il nostro salvifico intervento.

9 commenti a “SEGUE RETTIFICA”

  1. Maurizio Goetz dice:

    Ma sei uno stuzzicone, è vero che Zambardino ha l'umorismo pressoché inesistente, ma un po' di autoironia non ci starebbe male.

    A scanso di equivoci devo precisare che trovo straordinario che L'Apple è l'inter (non sono interista) abbiano degli afficianodos fedeli anche quando le cose vanno male. Steve Jobs, bisogna ammetterlo è veramente una star.

  2. psiko dice:

    ma a voi par ciò? ascoltando l'audio si sente vittorio e balbi che scherzano su jobs e sui mac-idolatri. balbi racconta persino un aneddoto su steve e la sua bicicletta. il resto è fuffa.

  3. Fabio Metitieri dice:

    Ma senti chi parla di umorismo e di autoironia… Mister Leinonsaquantiprogettihofattoio…

    ;-)

    Ciao, Fabio.

  4. Smeerch dice:

    Io conosco personalmente e frequento da anni Alessio Balbi. Posso perciò dichiarare in tutta franchezza, e senza paura di essere smentito, che questi è tutt'altro che un Apple-Fanatico.

    Zambardino però, durante il reportage live di Balbi da Parigi, lo sfotteva, ritenendolo uno degli adepti della Mela. Poco più tardi, forse accorsosi della gaffe, aggiustava il tiro, invitando Balbi a fare attenzione alle ire dei fan di Apple che potevano aggirarsi dalle sue parti.

    Io ho ascoltato tutto il file audio del collegamento da Parigi. Davvero curioso comunque, come intervento. Poco interessante, però. La storia dell'iPod Nano fracassato era già  vecchia di una settimana e l'Expo di Parigi sostanzialmente era privo di qualsiasi novità . Ovviamente non è colpa di Balbi se la Apple a Parigi aveva poco o nulla da dire o presentare.

    Ne vogliamo parlare?

  5. Zetavu dice:

    A' mantelli', ma secondo te io abbocco a questa escq qui? Sono offeso. Voglio essere provocato in modi più sofisticati, e che cazzo.

  6. marco dice:

    Non sara' che Zambardino, il quale a cadenze stagionali se ne esce dando del cretino a qualche categoria di persona, a forza di frequentare i blogger (criticandoli, ovviamente) ha acquisito i vituperati vizi attribuiti a quella gentaglia, primo fra tutti quello di spiegare al mondo quanto e' stupido e malfatto ?

  7. uno dei tanti dice:

    E comunque è sempre più evidente che se qualcuno è riuscito a quagliare bloggando (alla luce del sole) su Marqui, il tenutario del presente blog da un po' di tempo a questa parte quaglia bloggando su Apple. Peccato che sia troppo codardo per dichiararlo apertamente, rischiando così di inficiare quella fama di integerrimo paladino dell'etica che si è faticosamente guadagnato dopo anni di duro pichiattar di polpastrelli sulla tastiera del PC (sissì, proprio PC, perché il Mac è un recente cadeau dello sponsor).

  8. massimo mantellini dice:

    vittorio,

    escludo la provocazione….mi sembrava una cosa di cui valesse la pena parlare, tutto li'.

  9. Smeerch dice:

    Adesso viene fuori che io sarei un pupazzo nelle mani di Mantellini? :D