Marcello Pera, filosofo popperiano ignoto ai piu’ per qualche ragione paracadutato dal fato sulla poltrona di Presidente del Senato, sfrutta il fuso orario favorevole (e’ in Giappone) e rilascia una dichiarazione alle agenzie sulle bombe in Egitto prima di chiunque altro. Le solite tre righe di stupidaggini che da Popper conducono dritte al Bar Sport.

àˆ stata dichiarata guerra all’Occidente e anche a quei Paesi, come l’Egitto, che con l’Occidente intendono avere rapporti normali e di buona collaborazione. Questa guerra sarà  lunga e difficile, ma certamente noi la vinceremo.

10 commenti a “UN PERA AL GIORNO”

  1. Il Veleno dice:

    Sono basito. Io ho postato dieci minuti fa la stessa cosa (o quasi) dalle mie parti. Evidentemente le cose sono due: o siamo io e te rincoglioniti di fronte al terrorismo e non capiamo il nostro vero, unico, magnifico e Brancaleone oppure è giusto che lui sia molto lontano da noi, in Giappone potrebbe restare.

  2. Pier Luigi Tolardo dice:

    La politica occidentale ha fatto si che nelle prossime elezioni egiziane il figlio di Mubarak possa concorrere per il posto di suo padre contro qualche concorrente che non avrà  nessuna possibilità  di farcela, essendo lo Stato, l'esercito, la polizia, i giudici, la stampa , la Tv e i pochi ricchissimi del Paese in mano a Mubarak.

  3. Enzo Miceli dice:

    Quindi la conclusione di Pier Luigi Tolardo è che le autobomba se le sono cercate ? Qua si sta perdendo la testa per non volersi levare i paraocchi preconcetti.

  4. antonio dice:

    E ringraziate Mubarak… altrimenti ci troveremo un altro staterello di fondamentalisti alle porte…

    il 58 degli inglesi di origine araba si ocnsiderà  prima id tutto islamico e poi inglese.

    Ma tornate a casa vostra.

  5. .mau. dice:

    Piersilvio si candida da noi?

  6. alessio dice:

    Ah, era in Giappone? Un attacco di MacArthur-ismo, direi ("I shall return!")

  7. L'agnostico vittimista Stefano dice:

    Salve antonio, morituri te salutant e ti augurano lunga vita.

    Appunto da farti: fai proprio il tuo invito e tornatene in luoghi ameni dove parlar male di sudici islamici, di comblotti naziislamocomunisti e cosi' via.

    Attento all'uso smodato del cervello, dimostrato con il tuo commento: potrebbe consumarsi e tu sicuramente vuoi venderlo come nuovo, vero?

  8. pietro dice:

    Toraldo forse intendeva dire che chi parla di esportare la democrazia e poi difende dittature sanguinarie ( che condannano a morte gli omosessuali ) come Egitto e Arabia Saudita solo per ipocrita convenienza è in malafede.

  9. Belinda dice:

    Qualcuno faccia capire all'addetta stampa di Pera, che se contiunua così al prossimo giro resterà  disoccupata (almeno spero)

  10. Belinda dice:

    Nessuno allude alla nostra orribile politica neocolonialista. Nessuno. E' stata dichiarata guerra all'occidente, in quanto neocolonialista. Almeno questo è il casus belli,il presupposto. Se la vinceremo, non lo si può dire, ora.