Gian Antonio Stella sul finto scoop di TelePadania sull’esultanza di alcuni extracomunitari dopo le bombe di Londra.

Montata in modo tale da confondere non solo la gente comune che stava davanti alla tivù, ma anche due uomini di governo come Calderoli e Castelli che, diciamolo, si sono lasciati un po’ andare. Come potevano dubitare di «TelePadania»? E pensare che di solito sono così sobri e prudenti…

6 commenti a “GIORNALISMO PADANO”

  1. Domiziano Galia dice:

    Non mi stupirei affatto di sapere che lo sapessero che era una farsa. Perché la Lega su cos'altro si fonda?

  2. Shameless dice:

    Quelli di Telepadania evidentemente non sapevano che Cento è famosa per il Carnevale (sono sempre invitati a quello di Rio de Janeiro): hanno solo voluto anticipare un pò i tempi

  3. mucio dice:

    Vabbè, però prendersela con telepadania è sparare sulla croce rossa

  4. Zh4oo dice:

    Conoscete per caso un altro stato che abbia una forza di governo che nega nei principi la stessa costituzione che in teoria dovrebbe far rispettare??? L'ignoranza "docet" e l'amarcord della "marcia su roma" film con Tognazzi e Gassman continua a rappresentare bene la nostra società  ripiegata nella propria inconsapevolezza storica fatta di menzongne "all'italiana" ….Cari padani, siete proprio italiani come il famoso formaggio

  5. mucio dice:

    Ma volendo non si può fare una denuncia ad una procura qualsiasi o cose del genere per vilipendio alla costituzione o qualche altro reato simile?

  6. Stefano Hesse dice:

    beh, hanno la stessa credibilita' di Kent Brockman