Allora pare non sia vero che le autorita’ londinesi abbiano spento la rete di telefonia mobile in citta’ per evitare inneschi di bombe via cellulare nei minuti del panico di stamattina. La rete quando non ha funzionato e’ caduta da se’ per l’eccesso di traffico. Il che e’ abbastanza naturale. Cosi’ come e’ abbastanza logico pensare, come molti dicono, che spesso gli SMS hanno funzionato meglio delle chiamate in voce. Piccolo e’ bello. Sul web niente di speciale a parte – dicono- un down momentaneo del sito di bbcnews (e forse anche di qualche altro grande network) inginocchiato dalle troppe richieste. Per il resto quando ci si e’ accorti che i cellulari non funzionavano tutti si sono messi contemporaneamente a chiamare i numeri di rete fissa cosi’ anche li’ e’ successo il patatrac. Oggi ho sentito, ma non ho letto conferme, che i gestori di telefonia mobile italiana avrebbero mandato un sms a tutti cellulari italiani localizzati in Inghilterra nel quale si chiedeva di mettersi in contatto con i propri familiari. Se e’ vero si e’ trattato di una pensata non particolarmente acuta.

update: vedo ora che l’sms c’e’ stato davvero e questo e’ il testo:

«Se vi trovate a Londra o in Gran Bretagna prego informare familiari vostro stato salute. Per problemi contattare lo 00390636225 o per sms lo 00393393728317».

Pare pero’ che la grande idea sia stata dell’Unita di Crisi della Farnesina.

10 commenti a “TECNOLOGIA DELL’EMERGENZA”

  1. seccojones dice:

    Confermo che qui a Londra sono arrivati sms per invitarci a contattare i nostri familiari. Secondo me non una cattivissima idea (ricordo alcuni episodi con lo tsunami)

  2. LockOne dice:

    consiglio una ricerca su flickr usando i tags london, o meglio, blasts e bombing.

  3. bostik dice:

    infatti, non è una cattiva idea, per una volta che la Farnesina è tempestiva…

  4. Simo dice:

    è che fondamentalmente la mamma si preoccupa.

  5. Pluto dice:

    Al di là  della sottile ironia che si può fare (vd. commento precedente), immagino che in una situazione del genere i centralini della farnesina siano tempestati di telefonate di persone che cercano notizie di parenti e amici.

    Giusto o sbagliato che sia, l'invio di SMS è stato fatto per evitare false segnalazioni: giudicare se il costo di queste operazioni sia contro-bilanciato dal risparmio nella gestione dei falsi allarmi è un altro discorso

  6. .mau. dice:

    Prima che lo dica CiaoFabio, l'SMS è molto più funzionale della telefonata non tanto – o non soltanto – perché "piccolo è bello" ma perché è un sistema best-effort, mentre la telefonata deve allocare risorse.

    Per quanto riguarda gli SMS inviati dalla Farnesina, boh. àˆ vero che tu telefoni a casa e non all'unità  di crisi, ma magari il suggerimento implicito di mandare un messaggino è stato utile.

  7. massimo mantellini dice:

    mau,

    intanto ieri per molte ore nemmeno gli sms funzionavano…poi: a londra ci sono 70000 italiani residenti, piu' un numero di turisti imprecisato (facciamo 200.000 persone in tutto) , se nel momento dell'emergenza ogni paese si comportasse come ha fatto l'italia ieri, secondo te cosa succederebbe? Lasciando perdere poi le valutazioni sull'inutilita' di un messaggio che per il 90% di quanti lo hanno ricevuto raccontava una cosa nota (londra non e' banda aceh)

  8. .mau. dice:

    però sono sicuramente partiti prima gli sms che le telefonate :-)

    sull'inutilità , continua il mio boh. Probabilmente la cosa più semplice sarebbe avere un numero breve di SMS per la Protezione Civile, in modo che chi parta sappia già  cosa fare in caso di eventi eccezionali. Così sarebbe relativamente semplice avere un broadcast "Italiani! Messaggiate il 45678!"

  9. Ja dice:

    dobbiamo sempre farci riconoscere.

  10. Bricke dice:

    Su Wiki:

    http://en.wikipedia.org/wiki/7_July_2005_London_bombings

    Vodafone reported that its mobile phone network reached capacity at about 10:00 on the day of the incident, and it was forced to initiate emergency procedures to prioritise emergency calls (ACCOLC). Other mobile phone networks have also reported failures. The BBC had speculated that the phone system has been closed by the security services to prevent the possibility of mobile phones being used to trigger bombs. BBC later reported that mobile networks were running again.