Ho come l’impressione che esista un concorso di colpa: appena incrociano il Ministro Calderoli i giornalisti gli ficcano un microfono sotto il naso e pensano: “Dai Roberto, spara la cazzata”. Il concorso sta nel fatto che poi lui effettivamente la spara.

“Davanti a delitti così aberranti, come le violenze sessuali degli ultimi giorni, l’unica legge che può valere è quella del taglione. Così come in altri Paesi, credo sia necessario introdurre come pena la castrazione chimica per i reati sessuali. Anche se non irreversibile come quella chirurgica, per lo meno consente di mettere queste bestie in condizioni di non offendere”.

33 commenti a “IL PICCOLO CHIMICO”

  1. pietro dice:

    Viste le innumerevoli attività  economiche fallimentari della lega nord salvate da banchieri amici, ai politici della lega andrebbe tolto il codice fiscale

  2. Pier Luigi Tolardo dice:

    Veramente, Castelli ha parlato in questi casi di usare le forbici da giardiniere: però non è un medico dentista ma solo un ingegnere esperto di acustica, come hobby fa il Ministro della Giustizia.

  3. MicheleM dice:

    No dai e' una gag di Fabio De Luigi a Maidirelunedi'. Vero?!

  4. Giorgio dice:

    Io invece, a differenza di Calderoli, sarei decisamente per il taglio dei testicoli.

    Cosi' eviteremmo che questi stronzi, quando saranno usciti di prigione (ammesso che mai ci entrino), violentino qualcun altra.

    E i loro diritti inalienabili?

    A mio parere li hanno persi quando hanno distrutto il diritto inalienabile a non essere violentata di un'altra persona.

    Saluti

  5. Remo dice:

    Perchè non viene chiesta l'opinione di qualche donna violentata anni fa? Non mi meraviglierei se rispondesse che la propria vita è segnata irrimediabilmente da un evento del genere.

  6. Gigi dice:

    Vorrei tanto vedere qualcuno di questi "buonisti", che parlano dei "diritti inalienabili" degli stupratori, spiegare il loro punto di vista alla loro fidanzata, alla loro moglie, alla loro figlia, alla loro sorella appena violentata da qualche stronzo che aveva bisogno o voglia di divertirsi un po'.

  7. Mark dice:

    Eccerto. Adesso sostenere che Calderoli ha detto una cazzata (sai lo scoop) ti fa passare, grazie agli illuminati commenti di cui sotto, uno a cui non frega un tubo delle donne violentate. Ebbeh si sa, noi siam progressisti lassisti mollaccioni favorevoli agli stupri per strada.

    In compenso, la posizione dei leghisti mi sembra di una cristallina coerenza: contro il referendum sulle staminali, in appoggio al nuovo stato teocratico italiano, e a favore della legge del taglione, largamente usata negli stati teocratici. Italia, gemellata con l'Iran.

  8. armando corazza dice:

    è bello vedere tutti questi moralisti dire la loro e associare gag comiche ad atti fuori da ogni logica umana!

    tanto finchè capita agli altri è più facile fare la morale.

    ma andate …

  9. xlthlx dice:

    il signore in questione, come quasi tutti quelli che hanno commentato qui, si dimentica una cosa: lo stupro non e' una questione di sesso, ma di potere. la castrazione chimica non serve a nulla.

    io mi accontenterei che siano sbattuti in galera buttando via la chiave: si chiama pericolosita' sociale.

    in quanto a tagliargli i testicoli, troverebbero un altro modo per fare violenza, la storia non cambia.

  10. Stefano dice:

    D'accordo Calderoli straparla, ma resterebbe da capire come risolverebbero il grave problema delle violenze sulle donne gli illuminati teorici come Mark. Perchè di fronte a questi orrendi fatti spuntano sempre fuori i Mark di turno che sentono il bisogno di far saper al mondo di essere più illuminati e giusti e politicamente corretti degli altri? E' facile, troppo facile, limitarsi a criticare Calderoli. I delitti a sfondo sessuale sono in forte aumento (come è in aumento un atteggimento mentale deleterio nei confronti delle donne) ma l'unica preoccupazione delle persone come Mark è di marcare il territorio, come i cagnolini. Tanto è problema che riguarda solo le donne. Noi uomini possiamo anche permetterci di fare i buonisti, a noi non capiterà  mai una cosa del genere.

  11. Massimo Morelli dice:

    Ma perché, cari commentatori e/o leghisti limitarsi alla castrazione? Atroci torture, uccisione delle famiglie, sterminio degli amici e parenti tutti. Bomba atomica sui loro quartieri.

    Estirpazione della razza umana, capace di simili atrocità .

  12. Gigi dice:

    Bene. Ripartiamo.

    Forbici: no (e vista la possibilità  di errore mi sembra anche giusto). Castrazione chimica: no. Carcere a vita: non stanno dentro neanche gli assassini.

    Se un giorno vi trovaste per strada, con la vostra fidanzata, e vi inchiodassero in un angolo con un coltello alla gola, mentre "si divertono" con la vostra compagna, quale sarebbe la giusta punizione per voi?

    Qualcuno degli illuminati potrebbe esporre una soluzione "accettabile"?

    Grazie.

  13. armando corazza dice:

    gigi

    provo a risponderti io. E' meglio non fare niente così si può criticare, senza prendere posizione, il politico e i delinquenti di turno per quello che fanno.

  14. Joe Tempesta dice:

    Il motivo per cui esistono le leggi e i giudici è proprio quello che in questi commenti si è palesato: non si può far giudicare a chi si lascia trasportare dal sentimento e dalle emozioni. Il giudizio deve essere freddo e imparziale, e non può inseguire gli umori di chi si sente (anche giustamente) ferito. Quello che qui sembra essere chiesta a gran voce non è giustizia, è vendetta.

  15. Gigi dice:

    Joe Tempesta, concordo.

    Vorrei però far notare che quando (una volta su mille) viene preso il colpevole e viene data una pena (spesso ridicola rispetto al danno), ci si ritrova che poi altri giudici "interpretano" altre leggi per concedere permessi, ecc ecc.

    Questo, a mio avviso, si chiama "aggiungere la beffa al danno".

    Si parla tanto dei diritti di Caino… speriamo che qualcuno si ricordi anche di quelli di Abele, e dei potenziali Abele che siamo tutti noi…

    Una nota: nel caso della ragazzina stuprata a Bologna, uno dei due violentatori era ricercato per essere evaso dagli arresti domiciliari, in seguito ad una condanna per spaccio.

    Domanda: cosa cavolo ci faceva in giro? Cosa cavolo faceva agli arresti domiciliari, se i controlli fanno così schifo?

  16. Pier Luigi Tolardo dice:

    Innanzitutto, Calderoli e Castelli sono colpevoli di aver tagliato più volte i fondi per Polizia e Carabinieri in questi anni: non tutti lo sanno ma circa 200 ufficiali dei Carabinieri e circa 2000 carabinieri, che erano stati assunti con contratto a tempo determinato, nonostante molte promesse verranno lasciati a casa.

    Da 2 anni tutti i Sindacati della Polizia, compresi quelli di destra, lamentano tagli dei fondi per straordinari, benzina e manutenzione degli automezzi.

    Aldilà  delle dichiarazioni demagogichesu come punirli sarebbe il caso di arrestarli prima gli stupratori, senza la certezza dell'impunità .

    Così per la magistratura che Castelli e i garantisti vari della destra si sono preoccupati di imbrigliare.

    Poi possono fare tutte le sparate che vogliono ma lo Stato è una cosa seria, non la devolution…

  17. Lorenzo dice:

    x Gigi:

    Art. 609 cp: 12 anni di reclusione senza benefici. Li voglio 4380 giorni in galera, non uno di meno.

    Proposta di legge: tutti i benefici di legge per i condannati per reati penali (patteggiamenti, attenuanti, uscite anticipate per buona condotta, ecc.ecc. ) sono usufuibili UNA SOLA VOLTA NELLA VITA. Al successivo reato le pene devono essere pari al massimo previsto dalla legge e scontate interamente in carcere dal primo all'ultimo giorno.

  18. federico ferrazza dice:

    Anche chi commette un omicidio rovina la vita di altre persone. Non per questo merita di essere trucidato. Anche chi ruba tutto quello che c'è in una casa segna la vita di una famiglia, soprattutto se non benestante. Non per questo occorre tagliargli le mani. Non ha quindi molto senso sostenere: "Andatelo a dire a una donna stuprata". E' chiaro, non può rispondere: "Auguro al mio stupratore di riprendersi dallo shock del carcere il prima possibile". Come è comprensibile che non lo dica la madre di un figlio ammazzato. Ma la giustizia è una roba, la vendetta (per fortuna) un'altra. Altrimenti alle prossime elezioni vi invito a votare Lega o Rauti che sono gli unici in grado di difendere il vostro diritto di poter girare per strada senza stupratori, prostitute e drogati.

    p.s.: sarei curioso di sapere cosa avrebbe detto Calderoli se lo stupratore fosse stato di Brescia.

  19. mah? dice:

    Fossi nei panni di M. Mantellini inizierei ad interrogarmi seriamente sul fatto che la maggioranza dei lettori "attivi" di questo blog (che non si limitano a leggere ma commentano) è composta da aspiranti giustizieri della notte de noantri, forcaioli e ricolmi di bile, che frequentano con naturalezza la vendetta ma ignorano la misericordia. Qualcosa vorrà  dire.

  20. armando corazza dice:

    ohhh finalmente!

    chiudo con una sola parola.

    M I S E R I C O R D I A

  21. Lorenzo dice:

    Vuol dire che in Italia c'e' chi ammazza, esce dal carcere per sconti sulla pena e ammazza di nuovo, c'e' chi ruba, non va in carcere e ruba di nuovo (a tutti i livelli).

    Vuol dire che all'Italia va bene cosi'.

  22. Fabio Metitieri dice:

    Eh, come dice Luca… Calderoli su queste cose tira su un bel po' di voti, altro che scemo.

    Ciao, Fabio.

  23. Suzukimaruti - Midnight Rambler dice:

    A dire il vero io ho una mezza impressione che ci sia un preciso disegno politico dietro la rilevanza mediatica data alle violenze sessuali. Non è che sono aumentate statisticamente negli ultimi mesi (almeno così dice un report statistico), ma semplicemente i media danno loro più rilevanza.

    Il vantaggio politico? Il solito: la paura degli immigrati porta voti alla destra. E si sa che ne hanno bisogno, nonostante a sinistra si faccia di tutto per farli vincere.

    D'altronde dopo il fallimento materiale della Bossi-Fini non hanno molti altri argomenti se non il terrore.

  24. b.georg dice:

    dato che gli attori pubblici organizzati, in questo caso giornalisti e politici, sono in genere "attori razionali" (cioè stumentali rispetto a uno scopo), quello che chiami concorso di colpa è un concorso di interesse. Quello che succede evocando "pubblicamente" questi temi e altri simili in questo modo, infatti, lo vedi da te. Quindi dobbiamo ritenere che gli attori agiscano in modo premeditato con lo scopo di ottenere lo stesso risultato, cioè discussioni prive di possibiità  di accordo comunicativo, polarizzazione, rafforzamento di identità  – tutto ciò tradotto in seguito in copie vendute o in voti ottenuti

    (al contrario di te, che non essendo in questo caso attore pubblico né "razionale", ma pretendondo di fare la stessa cosa con gli stessi strumenti retorici, solo rovescando le parti, hai ottenuto lo scopo opposto :-)

  25. Joe Tempesta dice:

    Ovvai. Mancava solo dietrologo.

    Chissà  cosa sostiene l'amico Suzukimaruti quando sui giornali parlano per giorni di deragliamenti di treni o di terremoti o di qualsiasi altra cosa.

  26. CioDu dice:

    In risposta a Stefano, commento 10:

    < < Tanto è problema che riguarda solo le donne. Noi uomini possiamo anche permetterci di fare i buonisti, a noi non capiterà  mai una cosa del genere. >>

    Invito l'interpellato e coloro la cui ignoranza fa pensare cose simili a informarsi un po' su quanto siano, in realtà , presenti nella nostra società  i casi di stupro e/o abuso omosessuale, anche e spesso coinvolgenti vittime eterosessuali.

  27. pietro dice:

    Vorrei ricordare che chi sta al governo, come la Lega, ha il dovere di risolvere i problemi, lamentarsi di quel che succede e non aver concretamente risolto niente in 4 anni di governo è ridicolo, non ha senso chiedersi se quel che dicono simili personaggi è giusto o sbagliato, ma chiedersi che miglioramenti ci sono stati grazie al loro lavoro in quesi ani. Se qualche loro sostenitore me lo sa dire ringrazio.

  28. il veleno dice:

    il dramma caro mantellini è che il calderoli le cose le spara di sua sponte. Il comunicato sul "pisello tagliato" la manda direttamente dal suo bel computer, che ti credi. Non te lo dico per difendere la mai categoria. Ma spesso capita che le caxxate qualcuno le spara per conto suo.

  29. Pier Luigi Tolardo dice:

    Una Vera Padana è la mamma del ragazzo ucciso che ha appena annunciato di aver adottato a distanza un bambino albanese.

    Queste sono le cose che ti riconciliano con l'Italia e Ti fanno dimenticare Calderoli.

  30. cobra dice:

    Da ignorante, caro Ciodu, ti chiedo per favore di darmi qualche cifra sulla piaga della violenza carnale sugli uomini da parte degli omosessuali.

  31. Greg dice:

    Applicare la legge del taglione significherebbe ri-violentare i violentatori, non castrarli chimicamente (e già  questa è una doppia cazzata).

    Io invece, a proposito di taglioni, taglierei senza anestesia l'organo, lascerei lì senza medicazione il mutilato e lo sbatterei in una cella vuota, buia e senza viveri per due settimane (il solo carcere a vita non da' grosse sofferenze corporali, la pena di morte immediata nemmeno).

    Poi darei la salma agli eredi legittimi (italiani o stranieri che siano) perché ne facciano ciò che ritengono opportuno.

  32. pietro dice:

    A quelli cpome il sig Greg propongo di utilizzare lo stsso criterio nei confronti di tutte le azioni ripugnanti, per esempio sarebbe istruttivo trovare una punizione adeguata a quelli come Borghezio che soo andati a dare fuoco alle baracche di alcuni immigrati sotto un ponte a Torino.

    Pensa che dare fuoco al suo lussuoso appartamento di avvocato gia condannato nei tre gradi di giudizio per truffa?

  33. xlthlx dice:

    credo di dover puntualizzare.

    il carcere a vita non glielo darei per vendetta, ma come ho scritto prima, per sfiducia nella possibilita' di recupero.

    anche se, a dirla tutta, ci proverei lo stesso a recuperarli.

    vorrei soltanto che fossero messi nell'incapacita' di nuocere ulteriormente, magari cambiando ramo: spaccio di droga, omicidi, rapine, etc etc…che poi se grattiamo bene sotto hanno tutti la stessa matrice.

    insomma desidererei solo che questi delitti abbaino una diversa considerazione giuridica. giuridica, n.b.

    adesso come adesso, le pene previste sono una farsa.