06
Giu

Scriveva Antonio nei commenti poco fa:

Perchè non fare una serena discussione sul fatto che i blog italiani hanno ciccato completamente, e con questo intendo la copertura media da parte dei blog tecnologici più noti, quello che viene visto come un evento storico nella storia dell’informatica? Nè c’è stato un tamtam nella copertura dell’evento annunciato, il passaggio di Apple a cpu intel, nè si sono lette le interessanti speculazioni che si sono scatenate in questi ultimi giorni concitati sui blog forestieri.

11 commenti a “FATEVI AVANTI”

  1. beppe dice:

    Chi se ne frega di quei fascisti della Apple

  2. ALG dice:

    Beh, perchè non esiste alcuna notizia, tutti i vari Mac sono e resteranno su piattaforma PPC (non immaginate nemmeno il casino di portare un SO su sistema piattaforma diversa)…

    La notizia, così come riportata su Slashdot è piuttosto fumosa ma i ben informati affermano che l'accquisto di componenti da intel riguarderà  solo i chip dei prodotti consumer come l'iPod o di alcune componenti come i chip di rete. Non dimentichiamo che intel non produce solo processari ma moltissimi altri integrati e se apple può spuntare da questa prezzi migliori di quelli che spunta dagli attuali fornitori che male c'è ad acquistare da Intel? In sostanza: Non esiste alcuna notizia…

  3. massimo mantellini dice:

    nonono le cose non stanno cosi'….pare che jobs abbia mostrato anche un emulatore (tal rosetta) che consentira di non dover portare tutti i vecchio software per powepc su cpu intel….lo switch riguarda tutto. E la notizia c'e' eccome….ne stanno parlando estesamente tutti

  4. Fabio Metitieri dice:

    Alg, io leggo un comunicato ufficiale che dice:

    WWDC 2005, SAN FRANCISCO—6 giugno, 2005—Oggi, durante la Worldwide Developer Conference, Apple® ha annunciato piani per fornire modelli dei propri computer Macintosh® utilizzando microprocessori Intel® entro questo stesso periodo del prossimo anno, e per attuare la transizione di tutti i propri Mac verso l’ utilizzo di microprocessori Intel entro la fine del 2007. Apple ha presentato un’anteprima del suo sistema operativo acclamato dalla critica, Mac OS® X Tiger, che gira su un Mac® Intel-based (…)

    Ciao, Fabio.

  5. Davide aka FollettoMalefico dice:

    Beh io ho dato nel mio piccolo un annuncio (e una piccola ipotesi sul futuro), così come due blog che seguo avevan seguito l'evento postando uno una entry (melablog) e uno dedicando addirittura l'intera giornata a questo (Tevac).

    Interessante la piattaforma di 'emulazione' PPC (metto fra virgolette perchè non so ancora i dettagli tecnici), ma ancora di più mi incuriosisce vedere cosa accadrà  ora nel mondo digitale… ovvero sia i piani Apple per portare avanti la cosa (crollo delle vendite in primis sull'hw?) sia le risposte di altri 'concorrenti'. E soprattutto, vedere come saranno sfruttate le potenzialità  che in questo modo si sono 'liberate'.

    Inoltre, mi pongo il dubbio anche della retrocompatibilità : abbandono del software vecchio per quello nuovo, intorno a che anno?

    Insomma, un bel botto, davvero. Sotto ogni punto di vista: tecnico, marketing, immagine, …

    Jobs sa stupire, questo è indubbio.

  6. uno dei tanti dice:

    Dovete considerare che, a causa dei ritardi e delle promesse sui G5 da 3 GHz non mantenute da IBM, il povero Steve Jobs ha passato l'ultimo anno mangiando pane e cicoria per consegnare alla borsa un titolo AAPL capace di generare qualche profitto.

  7. BS dice:

    Probabilmente perchè la maggior parte di chi ha un blog in italia non è in grado di valutarne le conseguenze ma neanche di esaltarsi o indignarsi. E' un limite della nostra scena: mediamente il blogger italiano è ignorante e pontifica dall'alto della sua ignoranza e con arroganza. I nostri tecnoguru sono quelli che al massimo adottano per primi una soluzione tecnica vista altrove. I commenti sono solitamente delle appendici inutili (dannose?) di persone ottuse e polemiche.

    Ciao

  8. Giuseppe Mayer dice:

    a me non sembra che ci sia stato così tanto silenzio in giro; cito solo due fonti (ma sonoq uelle che frequenti di più) http://www.italiamac.com e http://www.blogmac.it

  9. Riccardo (Bru) dice:

    Curioso. Sono curioso. E attendevo di veder emergere qualche dato in più prima di commentare sul blog. Rispondo tuttavia alla chiamata con le prime considerazioni:

    Se da un lato Intel è presumibilmente più economica di IBM (il che potrebbe portare Apple ad abbassare il costo della sua linea di produzione), mi chiedo quale possa essere l'effetto di mettersi in gioco in un mercato famelico come quello dei pc intel-based…

    Scenari possibili: vedremo sparire l'hardware Apple, fagocitato dalla concorrenza, magari a favore di una diffusione di macosx anche su Toshiba, Dell e ccompagnia bella? O forse il valore aggiunto del design (ad un costo magari ancora più competitivo) porterà  ad un'impennata di vendite di Mele? La compatibilità  sarà  tale da consentire anche un "retro-switch", ovvero la possibilità  di far girare nativamente Windows o GNU/Linux-x86 sui nuovi Apple? In questo caso come reagirà  il grande pubblico? Il fascino e l'usabilità  della Tigre o la consuetudine rassicurante delle Finestrelle?Sinceramente il pensiero di vedere windows girare su un iMac mi da un po' il voltastomaco, ma è uno scenario plausibile.

    Lo scopriremo solo vivendo :)

  10. yoriah dice:

    In tutta sincerità  credo di aver detto tutto quello che era necessario dire sulla questione e l'ho fatto a più riprese prendendo le debite precauzioni.

    E' sufficiente digitare la parola "apple" nel motore di ricerca del nostro blog e, scorrendo tutti i post, se ne ha la conferma. Le cose sono due: o antonio non ci conosce, o ci conosce ma non gli basta quello che abbiamo fatto. Nel caso fosse la seconda, allora non sono d'accordo: finche si tratta di rumors, come tali devono essere trattati. Documentati si, ma presi con le pinze.

    Gradirei conosce la vostra opinione a riguardo.

  11. AdRiX dice:

    Definire "storico" un cambio di fornitura da parte di un'azienda, qualunque azienda, è come definire "epico" un concerto di Peppino di Capri.