Ignoro il nome del rauco telecronista di Italia 1 che oggi pomeriggio durante la gara della motoGp al Mugello sostituiva costantemente il verbo “superare”, che come e’ ovvio in una gara di moto e’ piu’ che necessario, con il piu’ moderno “sverniciare” od anche con il futuristico “spiedare”. Rossi ha sverniciato Biaggi, Capirossi ha spiedato Melandri. Resta il fatto che per diventare Clerici o Brera sembra necessario qualche sforzo in piu’.

14 commenti a “PARVENU TELEVISIVI”

  1. Gilgamesh dice:

    Si tratta di quel pisquando di Meda, coadiuvato dall'altrettanto fantasioso Loris Reggiani, ex-motociclista.

    Come ho già  scritto da Gaspar, è un peccato che non ci fosse uno sciopero dei giornalisti sportivi anche oggi in Mediaset, la visione del MotoGP ne avrebbe guadagnato.

    O almeno, si farebbe volentieri cambio con Agostini e Cereghini, come cronisti.

  2. tant dice:

    La mia attenzione si è oggi rivolta a temi più importanti.

  3. Cips dice:

    Si chiama Guido Meda, ed è – ufficialmente – un idiota.

    E anche Cereghini e gli altri dovrebbero smeterla di ridere come gonzi davanti alla bojate che inventa Valentino Rossi. Scusate, il dott. Valentino Rossi…

  4. Pier Luigi Tolardo dice:

    Prima o poi verrà  spiedato da altri peggiori.

  5. No dice:

    L'ideale è quando c'è lo sciopero dei giornalisti sportivi.

  6. Pattinando dice:

    Sono indispensabili i telecronisti per il motociclismo? io abbasso sempre il volume della televisione, preferisco non ascoltare le loro idiozie perché a conti fatti deconcentrano.

  7. alessandro dice:

    beh…a qualcuno piace com'è….

    http://www.lorenzone.it/news/viewart.php?idart=426

  8. MG55 dice:

    Consiglio di seguire (per chi può) le dirette della MotoGP su Eurosport. Non è che la qualità  del commento sia migliore, ma con Marco Lucchinelli ci si diverte decisamente di più…

  9. Squonk dice:

    Sull'intelligenza di Guido Meda non mi esprimo. Avanzo solo il sospetto che sia alla ricerca di quella che i dotti definirebbero la sua "cifra stilistica", insomma, di un modo per farsi riconoscere e ricordare. Così, scimmiotta il gergo della conventicola degli amanti delle due ruote (scimmiotta, sottolineo: perchè spero che i motociclisti di passione e professione parlino un'altra lingua). Scelta di marketing, ma di quelle infelici.

  10. asd e lol dice:

    peccato non ci possa essere controprova, ma mi piacerebbe vedere lo share dopo una telecronaca di un commentatore scelto da voi…

    credo che il commentatore debba essere lo specchio del pubblico a cui e' rivolto lo spettacolo… qui si parla di moto… quelle cose da 350 all'ora in una curva a gomito, da impennate per un km di rettilineo stando in ginocchio sulla sella… del burnout… roba da matti insomma, fusi di testa, coraggio, follia, sregolatezza… graziano rossi in sostanza :D

    se non entrate in quest'ottica non apprezzerete mai le telecronache di meda… e forse vi perderete qualcosa anche del resto ;)

    ma vi ricordate poltronieri ? (e con questo ho detto tutto e chiudo :D )

  11. Squonk dice:

    Proprio perchè il commento deve essere fatto in funzione del pubblico, Meda dovrebbe darsi una regolata. A meno che non crediamo che tutti gli otto milioni di spettatori siano dei bikers incalliti (ma quando mai).

  12. asd e lol dice:

    proprio perche' non tutti gli spettatori sono bikers, ma per lo piu' persone a cui interessa quel genere di spettacolo, se qualcuno accende la televisione solo perche' c'e' valentino rossi, beh… se da fastidio, come han detto altri, toglie il volume ;)

    condivido il pensiero secondo cui meda e' un commentatore mediocre e condivido il fatto che sia uno che cerca, ahime' senza soddisfazione, la "formula magica" che gli permetta di essere ricordato… senza scomodare mostri sacri, direi che di "flavio tranquillo" (per chi ne sa di sport), ce n'e' uno solo ;)

    ma non concordo con l'idea che il commento dovrebbe essere piu' pacato… a me piacerebbe un guido meda di un'altra categoria… ma quello che passano e' questo ;)

  13. salvio dice:

    Sicuramente meglio di Poltronieri. Ad ogni telecronaca di un gp una poltrita e una ronfata assicurata..

  14. anonimo dice:

    con tutto rispetto penso che guido meda abbia dato una svolta alle monotone ed estremamente noise telecronache comuni a cui quotidianamente assistiamo… è energetico, simpatico e rende la corsa più stimolante e avvincente…insomma riesce, nella sua semplicità , a fare ciò che gli altri telecronisti nn sanno fare…cioè DIVERTIRE!