‘La diffusione dei blog, sorta di diari in pubblico su Internet ha reso evidente e dominante un carattere della scrittura in rete: l’aggressività …Oggi insolenze e sarcasmi costituiscono il sottofondo acustico, il rumore bianco della Rete…Chi interviene può scegliere di ripararsi dietro identità  fittizie, può scrivere anche a ore pericolosamente avanzate del giorno e della notte, è come urlare in una camera insonorizzata: così nei blog si trasloca il rancore che ci abita.”

Stefano Bartezzaghi, Repubblica di oggi.

(via blogs4biz)

8 commenti a “GIOCHI di PAROLE”

  1. beppe dice:

    http://blogs.it/0100206/2005/06/04.html#a4382

  2. Massimo Moruzzi dice:

    chi è , il figlio di quello che era bravo a fare le parole crociate?

  3. Joker0 dice:

    Sempre con questo complesso di Edipo nei confronti dei blog! Ma svezzatevi, una buona volta. Oppure è che comprendete così poco i blog perchè fate lo stesso con tutto quello di cui scrivete ? Penne a cottimo…

  4. Bakis dice:

    Beh, meno male che il livore è una caratteristica dei blog..

  5. Valerio dice:

    Forse si riferisce ai blog che legge lui….

  6. Simo dice:

    non capisco perchè fare da cassa di risonanza a questo genere di cose… che se da te non fossero state riportate… mi sarebbero passate totalmente inosservate.

  7. Pattinando dice:

    A proposito di cruciverba, non so se l'ha scritta lui, mi sono ricordato di questa :

    La fidanzata di Totti, nonché letterina, Ilary chiede a Francesco: "Amo'… Facciamo il cruciverba?".

    Totti spegne la playstation e rassegnato risponde: "E vabbè…".

    Allora Ilary tutta contenta gli legge la prima definizione: "23 verticale, 2 lettere, 'nota bene'".

    Totti rapidissimamente: "e che ce vò… M.R.!".

    Ilary: "M.R.? Perché M.R.???".

    Totti: "Massimiliano Rosolino! Nun m'hai detto che nota bene?".

  8. Fabio Metitieri dice:

    E' che di libri sull'espressione dell'aggressivita' on line ancora non ne ha scritti nessuno. E neppure sullo scrivere in Rete. Manco un articoletto, e' ancora uscito…

    E parafrasando lo slogan della CNN:

    "Repubblica, be the last to know"

    Ciao, Fabio.