Ci sono giustificate preoccupazioni in questi giorni sui prossimi passi dell’Autorithy Comunicazioni sulla regolamentazione del VOIP. Il neopresidente dell’autorita’ Calabro’ si e’ del resto presentato dichiarando che il suo predecessore Enzo Cheli avrebbe in questi anni “ben operato”: una dichiarazione talmente raccapricciante che fa temere anche da parte sua altrettanto buone operazioni. E’ ancora presto per farsi una idea: di sicuro alcuni problemi come quello dell’accesso ai numeri di emergenza (per fare un esempio) dovranno essere affrontati. Da mettere in conto la solita azione di lobbing delle telco: chi nei loro panni non lo farebbe del resto? Da mettere in conto anche una scarsissima tutela degli interessi degli utenti da parte delle autorita’ preposte usualmente interessate a tutto tranne che alla riduzione dei prezzi per i consumatori finali. Nel frattempo un primo piccolo miracolo e’ accaduto: la segnalazione della notizia sul blog di Beppe Grillo ha causato a TelcoNews la comparsa di una ventina di commenti. Un episodio mai avvenuto che avra’ certamente commosso i ragazzi di Carlini.

7 commenti a “IL CAPPUCCIO AL VOIP”

  1. Valerio dice:

    Siamo in Italia, unico paese dove il legislatore e i suoi organi tutelano le lobby e non i cittadini. Purtroppo internet è un osso duro…. ma Tronchetti non molla e il governo e tutti gli organi gli danno man forte.

    Votiamo pure temi come la fecondazioni, non legati alla nostra vita quotaidisna… ma lasciamo schiavizzare invece su quelli fondamentali!

  2. .mau. dice:

    Il problema della chiamata ai numeri di emergenza non è solamente italiano, negli USA ne stanno parlando da mo'. D'altra parte basta pensare che anche coi telefonini si può chiamare il 113 a volte addirittura senza sim… Quello della portabilità  può essere meno pressante, basta che la gente lo sappia e poi non si lamenti :-). La possibilità  per l'autorità  giudiziaria di intercettare le comunicazioni è un non-problema, nel senso che lo possono già  fare; il problema è al limite lo spazio richiesto per salvare le chiamate. L'identificazione del chiamato è di nuovo un problema abbastanza relativo.

    Quello che non capisco è perché si fanno articoli su queste cose tecniche e non sul punto di base, che è "se uso VOIP su ADSL, qual è il canone che devo pagare al gestore, visto che non ho più il servizio di telefonia fissa standard?

  3. Gaspar dice:

    Il problema dei numeri di emergenza si potrebbe risolvere dando un account di Skype anche alla polizia. Ma è una soluzione troppo semplice, quindi impraticabile.

    L'altro modo di risolverlo potrebbe essere quello di avvisare chi si abbona "guarda che qui non ci sono i numeri di emergenza". Poi decide lui se abbonarsi o meno.

    La verità  è che il "problema" è stato tirato fuori dalle vecchie telco, perché non hanno niente di più serio da opporre.

  4. Pier Luigi Tolardo dice:

    Su Calabrò, che da Presidente del Tar a cui si ricorreva contro le decisioni dell'Authority delle Tlc(e ne ha bocciate di importanti e positive su Tv e telefonia) è diventato il Capo dell'Authority ho manifestato, a suo tempo, forti perplessità .

    Devo dire che, però, nel suo discorso di esordio dopo aver fatto i complimenti, rituali e scontati, al predecessore Cheli, ha auspicato maggiore concorrenza nelle Tlc e soprattutto ha promesso un impegno a a ridurre i costi della telefonia ancora troppo elevati per famiglie e imprese. Vedremo se sarà  di parola.

  5. Fabio Metitieri dice:

    Gasparre, e insomma….

    Per una volta che Mante la scrive giusta: "di sicuro alcuni problemi come quello dell'accesso ai numeri di emergenza (per fare un esempio) dovranno essere affrontati",

    E per una volta che Mau conferma, e confermo anche io, Afaik, che questi problemi sono riconosciuti internazionalmente e che si sta lavorando da parecchio per superarli, anche in Europa (figurati: ne avevo parlato piu' di 6 mesi fa con un produttore leader nel Voip), e in piu' con ipotesi di soluzioni gia' pronte da tempo (e non ho mai approfondito, ma non credo che prevedano l'uso di Skype da parte della polizia),

    e che insomma, forse siamo tutti d'accordo e ci vogliamo bene… salti fuori tu a dire che son tutte cazzate, volute solo dalle Telco.

    Brrravissimo!

    Insomma, hai perso un'ottima occasione per non parlare a vanvera e per non dare dei coglioni a tutti quanti noialtri.

    ;-)

    Ciao, Fabio.

  6. Gaspar dice:

    Il Re è nudo!

  7. Rosi dice:

    Sono sparite le pagine dei link indicati nel messaggio :-(