Ripubblicata su Mlist una interessante mail di Luca Spada, amministratore delegato di NGI con alcune considerazioni sugli strani ritardi di attivazione delle adsl non telecom

Questa volta stanno utilizzando una tecnica più insidiosa e raffinata: la
quasi totalità  delle richieste per ADSL su cavo solo dati vengono tenute
“congelate” nei loro sistemi per circa 2/3 settimane e poi vengono
respinte con la seguente causale:
“Rete distribuzione non disponibile-Saturazione rete senza previsione”
ossia, mancanza di cavi telefonici.
Due dati:
Nei 24 mesi da febbraio 2004 a marzo 2005 la percentuale per KO di questo
tipo era mediamente l’8% sul totale, stabile ogni mese.
Da aprile 2005 la percentuale è passata al 90% (!!!)
Come è possibile che nel giro di 2 settimane tutta la rete di Telecom
Italia (che conta oltre 9.000 centrali telefoniche) si sia saturata ?
Inoltre, come è possibile che le richieste di ADSL basate su ISDN, dove
Telecom deve comunque installare un nuovo cavo, vengono processate ?

3 commenti a “RITARDI TELECOM”

  1. Stefano "Free.9" Scardovi dice:

    Non so darti risposte precise alle tue domande.

    Conosco pero' chi questi cavi telecom li posa per conto di un appaltatore.

    Telecom non posa nuovi cavi, cerca a tutti i costi di saturare le linee, forse proprio per evitare di dover dare ai concorrenti ADSL che vuole rivendersi in proprio.

    In attesa della fibra e di wi-max.

  2. Valerio dice:

    Io con 2 raccomandate ai posti giusti e un ricorso al Co.Re.Com. sono riuscito ad avere l'ADSL dati anche dove era "saturo"…..

  3. gino dice:

    una volta sconfitti gli statalismi, nel secolo scorso, ora dobbiamo darci da fare contro i monopolismi