23
Mag

In attesa di essere smentito dai fatti o da qualcuno piu’ colto di me dico che dopo un mesetto buono di utilizzo di Tiger la tanto decantata dashboard mi continua a sembrare, esattamente come il primo giorno, una utiliy discretamente inutile. La ragione principale di questa piccola idiosincrasia mi pare essere il fatto che resta fisicamente al di fuori del desktop, anche se a portata di un singolo tasto. Se si volevano far girare le graziosi piccole applicazioni che oggi abbiamo sulla “lavagna” del mac (o su win, fungono anche li’ seppur con abbondante spreco di memoria) tanto valeva continuare a farle girare direttamente sul desktop con konfabulator.

16 commenti a “MAC INUTILITY”

  1. arsenio dice:

    non so se le widget siano utili o meno, ma giusto per dire: a me dashboard sembra solo l'applicazione "figosa" (ma un po' castrata) di un concetto che sui sistemi *nix/gnu/linux esiste praticamente da sempre: i desktop virtuali (e in genere sono 4 di default).

    però è proprio figosa… ;o)

  2. Dario dice:

    la critica su dashboard che fa vivere i widget in un ambiente tutto suo

    è diffusa, ed arriva soprattutto da chi era ben abituato con

    konfabulator

    qualcuno

    ci ha già  pensato, comunque.

  3. Dario dice:

    Ecco, mi sono dimenticato di chiudere il tag. comunque il link si capisce ma lo reincollo

    http://www.mesadynamics.com/amnesty.htm

  4. Davide 'Folletto' dice:

    Beh, mettiamola in altri termini: come applicazione, non è un gran ché utile, ma come in fondo non reputavo minimamente utile neppure Konfabulator e simili.

    Apprezzo invece molto di più il fatto che viva su una lavagna separata, cosa che me lo fa preferire in linea di massima a Konfabulator stesso: un tasto e ho tutto (tutto cosa? questo è poi altro discorso) a portata di mano. Non mi piace avere roba che vaga per il desktop, crea solo confusione.

    Tempo fa installai Konfabulator, lo provai e non trovai nulla di realmente utile. Idem con Dashboard, però con questa io credo di avere un altro approccio: non è niente di speciale, non è niente di rivoluzionario. Sono solo i lustrini per attirare la gente.

    Ma nonostante questo, ha una sua funzione 'particolare' se la intendiamo come "schermata separata per altre applicazioni". Ovvero, niente di strano. E' soltanto un modo per dare una separazione 'logica' alle cose che sinceramente non mi dispiace.

    Al momento ho su solo 3 widget: un meteo (inutile, ma vedere il sole è divertente a modo suo), una applicazione per catturare screenshot, la prima decente che abbia mai visto, e il dizionario. Ma in fondo li tengo più per sfizio che altro: finché non premo F12, non consuma memoria.

    In definitiva? Mi piace il concetto della separazione logica su un altro piano, seppure non abbia trovato ancora applicazioni che abbiano realmente un senso in questo sottoinsieme. E per questo, forse si rivelerà  essere soltanto un 'bel giocattolo'.

  5. daniele dice:

    http://www.apple.com/downloads/macosx/dashboard/hulagirl.html questo mi sembra l'unico dashboard che valga la pena ,al momento, di avere. cmq mi pare meglio konfa. per quello che servono.

  6. Filippo Facci dice:

    Io guardavo spesso il meteo e ho necessità  di tenere sott'occhio l'orologio e il calendario. E allora per me è molto utile. Chi non ha queste necessità  trova il tutto piùinutile. Fine della discussione. Discutere dell'utilità  a prescindere mi pare quello sì inutile. (ff)

  7. Ja dice:

    >desktop virtuali

    >giochetto

    a dire il vero non e' questa la funzione. Mettetevi nei panni di uno che ha uno schermo da 12 o 15 pollici: cosi' come Expose', del quale Dashboard e' la continuazione pratica, rende piu' piacevole la vita permettendo a chi lo vuole di scrivere piccole applicazioni che vivono su un piano separato ma sono sempre disponibili al premere d'un tasto. E' un tentativo di andare oltre la ormai vecchia metafora della desktop come interfaccia: in se' un widget non e' nulla di nuovo, come non era nulla di nuovo konfabulator, siccome giochini simili erano nei Desk Accessories del primo Mac nel 1984. Cio' che fa la differenza e' la prospettiva da cui li si vede.

  8. gdm dice:

    Io lo trovo utile. E' un modo più immediato di accedere a servizi di base come traduttore, convertitore, orologio, calendario, ecc. che prima erano sparsi tra sherlock e web. Ottimo in Tiger anche il nuovo dizionario inglese consultabile anche offline, chissà  se in futuro sarà  disponibile anche quello italiano…

  9. Francesco Pozzi dice:

    Trovo che aggiungere un layer al desktop sia un pregevolissimo tentativo di andare oltre il tradizionale uso del desktop, soprattutto trattandosi di un OS che si rivolge a utenti "comuni": si apre la possibilita' di diffusione di nuove pratiche di utilizzo. All'uso giornaliero di noi tutti il compito di promuovere, evolvere, o bocciare.

    Personalmente uso uno schermo da 12" e ci vivo alla grande, grazie ad expose' in primis, ai desktop multipli (ottimi programmini free permettono di gestirli grazie al cuore UNIX), e ora anche a dashboard. Non e' un risultato questo? Con quale altro OS lavorerei piacevolmente su un 12"?

    Sull'utilita' di dashboard: vedremo se e quanto crescera'. Personalmente trovo gia' impagabili il traduttore istantaneo, la rubrica indirizzi, il widget che mi dice quanti messaggi non letti ho su gmail, il traduttore di acronimi…. :)))

    Ultima nota: ma avete provato a settare gli angoli dello schermo per attivare dashboard ed i vari comandi expose'? si lavora davvero beati a quel punto…

  10. Suzukimaruti dice:

    L'idea della dashboard non era brutta, anzi.

    Purtroppo la realizzazione non è un granché: dovrebbe attivarsi rapidamente col mouse, oltre che con una tastiera. Magari con un menù contestuale aperto dal pulsante destro o con un doppio click destro, qualcosa di rapido.

  11. Francesco Pozzi dice:

    Ehm… guarda che, come per Expose', si attiva anche con un movimento o un click del mouse.. lo configuri tu dal pannello di controllo.

    Ma sei un utente Mac o Winsozz?

  12. gdm dice:

    veramente dashboard si attiva benissimo anche col mouse, tanto è vero che l'icona è messa di default bene in rilevanza nel dock.

    che computer usi il tale non lo so, ma mi sembra che la sua fama se la sia già  fatta a suo tempo, a giudicare da questa pagina (notare le perle tratte dal suo blog): http://www.tevac.com/article.php/20040915004825479

  13. Ja dice:

    sul mouse hanno gia' risposto altri; d'altra parte non e' difficile configurare un tasto da associare a dashboard, che sia tastiera o un tasto destro di mouse a piu' tasti.

    Eppure, in tre settimane sono comparsi almeno 500 widget di terze parti sul sito widget di apple, oltre che su http://www.dashboardwidgets.com. E continuano ad aumentare.

    Ne ho trovato uno carino: il widget iTunesLyrics trova automaticamente i testi relativi alla canzone che sta suonando su iTunes.

  14. Riccardo (Bru) dice:

    Vedo che la discussione qui è stata ricca.

    Concordo con chi dice che dashboard è in qualche modo imparentato col concetto di desktop virtuali (che mi chiedo perché Apple si sia sempre rifiutata di implementare nativamente, ma va beh). Allo stesso tempo rappresenta anche un cambio di paradigma. I tipi di applicazioni sono diversi, le funzioni specifiche, insomma cognitivamente parlando è come se attivando il dashboard spostassimo l'attenzione verso la scrivania (quella fisica), dove alloggiano l'orologio, la rubrica, la cornice con la foto delle vacanze, ecc. Sospendi un flusso (tipicamente quello lavorativo) per acquisire un informazione contingente (che ore sono? è arrivata quella mail?) o motivazionale (perché devo lavorare? ah sì, per andare in vacanza in posti come questo) e poi riprendi il flusso principale.

  15. Francesco dice:

    Molto interessante la tua notazione, Riccardo, mi trova concorde. Io sono curioso di vedere come evolvera' l'uso di dashboard – su me stesso in primis – non escludendo che possa anche perdersi.

    Sul perche' Apple non abbia sfruttato nativamente la possibilita' dei desktop multipli.. me lo chiedo anch'io. Forse sarebbe stato un passo troppo lungo per gli utenti comuni (quelli abituati a Win, per intenderci). Forse lo fara' con il prossimo upgrade. In qualche modo la funzione cambio di utenti in Tiger mi sembra andare in quella direzione.

    Io uso Desktop Manager, un programmino gratuito che esiste e si evolve da anni e che trovo davvero eccezionale.

    Saluti

  16. Ja dice:

    a quanto mi risulta i desktop multipli ci sono da due o tre anni perfino su Panther, basta attivare la funzione Fast User Switching e cliccare in alto a destra sulla barra del menu.

    Il motivo per cui non l'hanno costruito come nei sistemi Xwindow (gnome e kde e evolution) e' che effettivamente le 4 scrivanie virtuali occupano spazio sulla scrivania e in memoria e non e' che servono a molto per la maggior parte degli utenti. Poi in realta' i desktop multipli sono la stesa stanca metafora del desktop, solo moltiplicata per (n). Cosi', era piu' utile avere una desktop (protetta) per ogni profilo utente.