Sono stato via solo due giorni. E sto leggendo i giornali. E sono molto combattuto. Devo decidere se mi fa piu’ orrore il Rutelli della cicoria (pane e cicoria, una descrizione fulminante del provincialismo di un ex verde passato al green) o il mondano Bertinotti supporter dei disobbedienti in quel di Bologna. Questi signori non solo non vogliono vincere. Non gli basta perdere. E nemmeno straperdere. Aspirano invece a molto di piu’: desiderano essere impresentabili. Scatenano il compatimento delle persone normali in cambio dell’applauso dei loro quattro sodali. Vogliono essere orribili perche’ non gli frega nulla del loro paese. Al posto della finestra hanno lo specchio. Si immaginano Churchill e sono Alvaro Vitali.

12 commenti a “DUBBI AMLETICI”

  1. Pier Luigi Tolardo dice:

    Non so: Rutelli mi pare che abbia il merito di avere messo fine alla telenovela della Lista Unitaria che poi di unitario aveva poco o niente. Infatti alle Europee la Lista Unitaria dell'Ulivo si è presentata ed è andata abbastanza bene ma poi gli eurodeputati si sono iscritti in 2 Gruppi diversi( i Ds ai Socialisti europei e i Margheritini al gruppo dei Democratici Europei) e fin dal voto sul Presidente del Parlamento hanno assunto posizioni diverse(i Ds hanno votato per Soares, socialista portoghese e i Margheritini per Mazowiecki, cattolico-liberale polacco ed amico del Papa). E' evidente che degli ex democristiani e moderati laici, anche se alleati dei Ds, non vogliono entrare a far parte di un partito laburista, dove anche la minoranza dei Ds non li vuole. Il bipartitismo non può essere imposto con la forza da Prodi e Berlusconi se anche gli elettori poi alle amministrative hanno premiato la Margherita da sola.

    Bertinotti è sempre un po' radical-chic, dividendosi tra feste romane e raduni No-Global, però neanche a me piacciono gli arresti domiciliari e l'accusa di associazione sovversiva per uno stereo ed un prosciutto rubati in un ipercoop e non mi sembra il caso di proibire la birra dopo le 21.

  2. alessandro dice:

    quanto hai ragione mantellini…. sono due omini cosi' piccoli che piu' piccoli non si puo'…

  3. Lunar dice:

    Caro Massimo,

    di Bertinotti non parlo ma di Rutelli qualcosa vorrei dire.

    Questi, i margheritini, pensano di poter intercettare i forzaitalioti in fuga dal Berlusca.

    Questi, sempre loro, sperano così di ricostruire la DC.

    Questi, sempre loro, non hanno capito che l'epoca della balena bianca è finita, per sempre.

    Dipendesse da me alle prossime elezioni li lascerei in mezzo, da soli, a prendere schiaffi da destra e da sinistra.

  4. Pattinando dice:

    http://img218.echo.cx/img218/5820/rutelliprodi2at.jpg

    Sono sconcertato anche io per il pane e cicoria.

  5. Fabrizio Graffi dice:

    Si vero… e dannatamente triste. Poi tutti a chiedere di più a Grillo… che già  riempie un vuoto. Che fare dunque ?

    Non occorrerà  mica solo sentirsi coivonti nei propi interessi per darci una mossa…! Qualcuno anni fa…scese in 'campo' con questa motivazion e… e tu… con queste righe che metti qui a tuo modo lo hai già  fatto. Linkiamoci sempre di più…facciamo cultura… e scriviamo ai Rutelli e al (buon) Bertinotti che stanno in piedi (?) solo perchè non emergono un accidenti di alternative. Facciamoglielo sapere cosa pensiamo…diamo feedback !

    Saluti

  6. bostik dice:

    E' una descrizione fantastica, fulminante. Meriterebbe un riquadro in una pagina di uno qualsiasi dei nostri grandi giornali, veramente..

  7. Fabio dice:

    Su Bertinotti non dico nulla, lui ritiene che i movimenti siano importanti, io vorrei sapere cosa hanno fatto o faranno oltre a qualche canna (per i loro inderessi quindi) e qualche atto vandalico (per compromettere invece gli interessi altrui). Sono con questo giudizio in modalità  "d'ogni erba un fascio" ma ho voglia che sia così, inoltre è una frase con molta parcondicio.

    Rutelli invece vorrei sapere che cicoria si è mangiato, se l'ha fatto di certo non l'ha reso + furbo. D'altro canto se c'era qualcuno che doveva mangiarla era lui, è lui il perdente nato che ha perso contro Berlusconi nel 2001. Forse non ha capito che nella personalizzazione della politica non frega nulla a nessuno o quasi di come si costruiscono le liste per la fetta di proporzionale. E' un incompetente.

  8. massim69 dice:

    Ma che motivo c'era di strombazzare ai 4 venti il fatto che non gli piace la lista unitaria e la sua dieta????

    Perché invece di una rissa non ha cercato il dialogo (sottovoce) e dato una immagine più compatta del centrosinistra???

    Ma chi ce l'ha mandato a noi?

    Ancora due mesi a piede libero e le elezioni le rivince LUI.

    e dopo si che sono c…

  9. Anonimo dice:

    a me pare che gli interessi comunque della gente … ma forse sono cieco :(

  10. Anonimo dice:

    E' davvero triste che continuino a discutere su come presentarsi e non su cosa fare per migliorare la situazione del Paese.

  11. Marco dice:

    Sei un grande. Punto.

  12. Stefano dice:

    Inutile tenere assieme con la forza ciò che non può essere unito. Un'alleanza o è paritaria o non è alleanza. Rutelli ha semplicemente preso atto di un'impossibilità  e ha deciso di conseguenza. Ora tutti danno addosso a Rutelli, però nemmeno una parola sulle solite tendenze egemoniche dei diesse e sulla loro pretesa di fagocitare gli alleati.

    Prodi fino ad ora ha fatto finta di niente (come sul referendum), giocando sulla voglia di amndare a casa Berlusconi. Che come programmq politico mi sembra un po' miserello.

    Ma un vero leader DEVE dire quali sono i punti fermi e le regole dell'alleanza. Altrimenti suona tutto un po' fasullo. Allora molto meglio fare chiarezza prima, piuttosto che andare verso l'ennesima delusione.