La fotografia odierna del livello morale del paese e’ quella dello sciopero della fame di Alessandra Mussolini e di molti dei commenti che hanno accompagnato la esclusione della sua compagine dalle elezioni regionali nel Lazio. Sciopera gandhianamente Alessandra perche’ le firme che ha raccolto non sono false? No. Sciopera perche’ tanto cosi’ fan tutti. E certi personaggi come Massimo D’Alema si permettono perfino di sentenziare che “in democrazia a nessuno può essere negato il diritto di partecipare alla competizione elettorale“. Dicesse D’Alema invece che in democrazia prima si fanno le regole e poi le si rispetta.

13 commenti a “COSI’ FAN TUTTI”

  1. Massimo Moruzzi dice:

    ma è vero che sta scioperando a sola acqua a cappuccino? (giuro, sentito alla radio…)

  2. .mau. dice:

    beh, si vede che lo stile Pannella ha fatto scuola.

  3. Anonimo dice:

    ovunque ci si guardi intorno, siamo messi male. Stamattina a radio24 trapelava l'indiscrezione che su 1.500 firme controllate solo 32 sono valide. Pochine, direi. Tra i deceduti che hanno firmato c'è perfino il povero benzinaio di Lecco assassinato qualche mese fa. D'Alema ha perso un'occasione per non ricordarci ancora una volta la sua perizia in fatto di trappole … sanfi

  4. beppe dice:

    Concordo in pieno:

    http://blogs.it/0100206/2005/03/15.html#a4143

  5. Squonk dice:

    Massimo, non sono d'accordo. D'Alema ha detto, stando a Repubblica: L'episodio mi sembra da chiarire, è evidente che è stata costruita una trappola con lo scopo di escludere la Mussolini, dato che non è credibile che lei possa aver falsificato le firme".

    Ora, possiamo discutere sulla certezza di D'Alema che la Mussolini sia vittima di una trappola, o complotto che dir si voglia: io, al posto suo, sarei stato ben più cauto. Ma non ha detto "facciamo partecipare chiunque, anche se ha chiaramente violato le regole". Questo, a ben vedere, lo ha detto l'ineffabile Pannella: "Così fan tutte, tutte le forze politiche [ergo, anche i Radicali] (…) Lei, poverina, è un'analfabeta di queste cose, le ha fatte senza 'professionalita, con un'ingenuità  da sottoproletariato".

  6. Pier Luigi Tolardo dice:

    Si, pare che la Mussolini abbia chiesto consigli ai Radicali su come si fa un digiuno e Capezzone gli abbia detto che può consumare 3 cappuccini al giorno che farebbero 250 calorie. E' il Vangelo Radicale: Marco si ritirò nel deserto e consumò 3 cappuccini al giorno.

  7. Luca Pattaro dice:

    @Squonk: la tua interpretazione su quello che lascerebbe intendere Pannella è palesemente assurda:

    Se leggi bene l'articolo qui:

    http://www.repubblica.it/2005/c/sezioni/politica/listamusso/piemonte/piemonte.html

    e poi qui:

    http://www.agi.it/news.pl?doc=200503131524-1052-ROM-POL-A-&page=0&id=agionline.politica

    capirai che il tuo "[ergo, anche i Radicali]" è fuoriluogo.

  8. carlo dice:

    democrazia è vedere la sinistra tendere la mano all'estrema destra…siamo un paese strano

  9. Squonk dice:

    Luca, non sono così naive da pensare che Pannella vada ad autodenunciarsi, soprattutto in fase di presentazione delle liste e di campagna elettorale. E, per quello che vale, credo che i Radicali davvero non facciano questo tipo di giochetti. Ma ammetterai che la frase di Pannella può far intendere quello che ho scritto: tutte le forze politiche significa, appunto, tutte. E i Radicali cosa sono?

  10. Anonimo dice:

    In tutto questo io vedo un solo messaggio tra le righe.

    "La democrazia rappresentativa è decotta"

    http://www.attivista.com/equalism/politica.html

    TizioAnonimo

  11. vis.contessa dice:

    Continuo a ritenere che la presenza femminile sui blog sia troppo limitata per dare una visione più equilibrata dei fatti.

    La Mussolini, come la maggior parte delle vostre compagne, ha accolto il primo raggio di sole primaverile proprio lì su quel rotoletto di ciccia in più e unendo l'utile (si fa per dire) al dilettevole, si è semplicemente messa a dieta.

    Che poi se anzichè a Pannella chiedeva a Donna Moderna, proababilmente i cappuccini glieli facevano prendere con il dolcificante e integravano la dieta con tanta frutta, verdura e un po' di crusca.

    Che stimola l'intestino.

  12. Sandro kensan dice:

    Sei troppo frivola vis,

    invece ho sentito oggi che in piemonte durante la settimana della nevicata si sarebbe mosso nella tormenta un pemontese su venti per andare a firmare le liste elettorali regionali, a Vercelli sono molto più bravi, li si sono mossi un vercellese su sette.

    Questi dati li ha forniti un radicale (mi pare Capezzone) e ha precisato che comprendono anche i neonati e i vecchietti in sedia a rotelle. Chi critica la Mussolini è perché sa di certo che nel suo quartiere in molti hanno sfidato la neve per andare a firmare?

    Non trovo corretto il comportamento della Mussolini che dice "così fan tutti" ma la democrazia è questa, in Italia è sicuramente questa, in Europa credo altrettanto.

    Quando i cinesi criticano il nostro sistema hanno diverse ragioni che noi non vediamo se non distrattamente quando la Mussolini ci ricorda come è fatta dentro la nostra democrazia. Loro avranno tienanmen ma dall'esterno la nostra democrazia dovrebbe puzzare, comunque non sono cinese e a questi odori ci sono abituato quindi non li sento.

  13. Alessandro Ronchi dice:

    Io so solo che in piazza a raccogliere le firme ci sono andato, e nella mia città  incrociavo ben pochi banchetti degli altri schieramenti (Unici presenti noi Verdi, Di Pietro e Forza Italia).

    In ogni caso, non credo che la raccolta di così tante firme sia utile, visto che il sistema non permette di evitare le liste civetta. Invece di mettere in crisi i piccoli partiti, sarebbe meglio continuare a discutere dei problemi e trovare altri sistemi. Come ad esempio evitare, come dice la legge, la possibilità  di presentare liste con simbolo e nome troppo simile alle altre.

    Detto questo, c'è una regola e tutti devono rispettarla. La Mussolini non mi fa pena, e non cambierebbe nulla nemmeno se le firme false fossero state di meno.

    Dirò di più: visto che la firma rappresenta l'appoggio di un cittadino, non un numero preso a caso dall'elenco, anche una sola falsa dichiarazione di sostegno è un fatto molto grave.

    Chi si chiede perché l'Ulivo abbia "appoggiato" la Mussolini, non ha capito come funzionano le elezioni regionali.

    Non credo proprio che volessero farle una trappola: semplicemente nessuno si è voluto ammalare come ho fatto io, al vento e sotto qualche fiocco di neve.