Declan Mc Cullagh sulla faccenda legale di Apple che ha ottenuto dal giudice l’ingiunzione affinche’ alcuni siti web che pubblicavano indiscrezioni sui nuovi prodotti della casa di Cupertino siano obbligati a svelare le loro fonti.

Apple Computer’s attempts to strong-arm Web publishers into divulging their confidential sources illustrates how bloggers, Internet journalists and other online scribes remain second-rate citizens.

(via CNET)

5 commenti a “CITTADINI DI SECONDA CLASSE”

  1. Anonimo dice:

    tra quanto tempo il giornalismo vero scomparirà  del tutto da tutto li pianeta?

  2. uno dei tanti dice:

    Il giornalismo non scomparirà  mai a patto che tutti i giornalisti diventeranno velinari docili al potere come Monica Maggioni (che ne è il più fulgido esempio) e tanti altri.

  3. uno dei tanti dice:

    Rettifico: volevo scrivere "diventino", non "diventeranno" ;-)

  4. Prometeo dice:

    Consiglio, per un punto di vista diverso sulla faccenda, e molto ben ragionato, l'ultimo articolo di John Gruber, che parla giustamente di "bogus argument", e ne rivela il sostanziale pressapochismo che ne deriva.

  5. gdm dice:

    John Gruber è IL columnist definitivo sul mondo mac. Io ho anche la maglietta del sito, davvero carina :-)