07
Mar

Sul sito russo allmp3.com al centro di discussioni e beghe legali hanno qualche problema con le bandiere.

23 commenti a “TRICOLORE”

  1. Samuele Silva dice:

    Anche io ho letto e scritto qualcosa su questo allofmp3.com … anzi, ho fatto di più: ho addirittura scaricato. Ma sinceramente non capisco il problema delle bandiere…

  2. cesare dice:

    Scusa massimo, sono appena rientrato a casa e sono davvero stanco, quindi è tutta colpa del mio rinco***, ma la storia delle bandiere non l'ho capita nemmeno io…

  3. Gio dice:

    non colgo. dove sarebbe il problema delle bandiere?

  4. massimo mantellini dice:

    ommadonna…..sul mio monitor (a questo punto solo sul mio immagino) il verde della bandiera italiano e' nero……

  5. .mau. dice:

    è un verde molto più scuro di quello ufficiale, ma è verde.

  6. Mauro dice:

    Confermo, è verde scuro. Eppure dalla web-cam il tuo monitor sembra buono :)

  7. massimo mantellini dice:

    urca ho acceso il portatile apposta ed effettivamente e' verde scuro. a questo punto mi serve una consulenza sui settaggi del monitor ;)

  8. cesare dice:

    ma hai provato con altre cose verdi? chessò un pupazzo di hulk… è nero pure lui? :)

  9. massimo mantellini dice:

    shrek e' verdissimo…..;)

  10. Luciano Giustini dice:

    da me è verde. Non è che hai la luminosità  al minimo?

  11. Remo dice:

    Il verde del tricolore lo vedo anche io. In compenso in classifica al 12° posto c'è "Vasco Rossini" ed al 43° "Gianny Morandi"…

  12. william bottin dice:

    Ciao Massimo, qui spiego (per quello che ne ho capito io) come mai allofmp3.com è di fatto non perseguibile dalla magistratura russa (che infatti ha sospeso ieri tutte le indagini)

    http://www.bottin.it/index.php?p=201

  13. Anonimo dice:

    blogger ok in sala stampa alla casa bianca

    http://www.ansa.it/main/notizie/awnplus/internet/news/2005-03-07_4271137.html

  14. Sandro kensan dice:

    Ho letto il tuo pensiero Bottin su allMP3, non concordo su un punto e cioè sul fatto che i tuoi soldi vadano al sito e basta, da quel che so una parte dei tuoi soldi va alla ROMS (come forse avrai già  letto).

    La ROMS poi li distribuisce agli autori anche se ho letto che tra la società  degli autori e la SIAE russa c'è una rottura. Comunque dei soldi passeranno agli autori in carne ed ossa, saranno forse pochi ma non andranno nelle mani delle major.

    Poi la questione sta nel fatto che chi detiene il diritto d'autore in Euroamerica non è quasi mai l'autore mentre in Russia è per legge l'autore per via delle "licenze abbligatorie" il cui campo di applicazione non è certo.

    Secondo il dott Mazza dell'industria musicale italiana (confindustria) le licenze obbligatorie non si applicano alla vendita di MP3 via rete, ma a me sembra che possano essere applicate in quanto non ci sono trattati che la Russia ha firmato che ne impediscano l'applicazione nella Confederazione.

    Anch'io sul mio sito ne parlo un po'.

  15. garbaland dice:

    Nessuno ha notato che al 21esimo posto c'è "quanti amori" di (secondo loro) Gigi d'Agostino, (detto "The Noisemaker", n.d.r.)? :-)

  16. Sandro kensan dice:

    Articolo in inglese che riassume la vicenda legale.

    Nell'articolo si parla della questione da un punto di vista legale e pure viene citata la risposta di uno di quelli che ha tentato di fare causa a AllofMP3.

    Si parla delle licenze obbligatorie e si parla del punto di vista penale del giudice che ha comunque giudicato infondata l'accusa (anche se le motivazioni non si basano sul regime delle licenze russe).

    Da quel che ho letto non rimane che una causa civile da parte delle major e mi pare che sia ancora più difficile spuntarla.

  17. PlacidaSignora dice:

    "Le Avventure Di Lucio Battisti E Mongol"

    Vabbè, Gengis Khan…;-)

  18. william bottin dice:

    caro Kensan, ho linkato il tuo post.

    Vediamo cosa succedere con quella piccola percentuale dei soldi va alla Roms. Se questultima la inoltrasse alla Siae (cosa che ad oggi comunque non avviene), la Siae (trattenute le sue quote) pagherebbe circa il 50% all'autore e il 50% all'editore (che in Italia è nel 90% una società  controllata dalla stessa casa discografica).

    Del 50% che rimane agli autori lo stato si becca la sue belle ritenuta d'acconto, poi c'è il fondo previdenziale della Siae… insomma su 150 lire quanto pensi che arriverebbe?

    In Italia il costo del tanto vituperato bollino SIAE è di 9.009% del prezzo al rivenditore (quindi poco più di un euro).

    Quanto a downloads, iTunes paga 60-65 centesimi a brano. Anche se le 150 lire di ALLOFMP3 arrivassero tutte all'autore (cose che non avviene nemmeno nel mondo di Oz) si tratterebbe comunque di un compenso ridicolo.

    Fare musica è lungo, costoso e faticoso.

  19. Sandro kensan dice:

    Grazie Bottin,

    Sulla questione di merito che proponi non so risponderti, la questione della distribuzione nazionale dei compensi è spinosissima in Italia, figurarsi tra la Russia e L'Italia che hanno legislazioni diverse.

    Quindi sul merito non rispondo però faccio un ragionamento da mago di Oz, non conviene scaricare un brano da emule, conviene scaricarlo da MP3.ru, quindi il maghetto direbbe che anche se arrivassero poche lire a brano all'autore con i numeri di emule o altri quadrupedi farebbe una cifretta da non disprezzare.

  20. william bottin dice:

    Gentile Sandro,

    per quanto mi riguarda la Siae (sebbene molto lentamente) ha sempre pagato e, ultimamente, da quando ci sono stato le elezioni e il nuovo Consiglio, sono riusciti anche a migliorare alcune cose. I pagamenti dall'estero arrivano pure, seppure con circa 1 anno e mezzo di ritardo.

    Quando a ricevere 10 lire per un brano… certo è meglio di 0.

    Ma è un po' come mettersi d'accordo con la camorra per avere una percentuale sui propri dischi pirata… o peggio che ti rubino qualcosa che E' TUO e ti diano qualche monetina di consolazione :)

  21. tenero giacomo dice:

    si tratta della classifica dei dischi + venduti in Italia….. tanto rumore per nulla!

  22. Zerobyte dice:

    X William : "Fare musica è lungo, costoso e faticoso. "

    … ma rende a vita e oltre la vita ( a dispetto di qualsiasi altro lavoro ).

    Quindi per favore….non meniamocela

  23. Sara dice:

    Zerobyte: il tuo commento è superficiale. è come dire che siccome Bonolis guadagna i miliardi, allora chiunque lavori in televisione (dagli autori agli assistenti) è un privilegiato.