Come ampiamente previsto il TAR del Lazio ha ieri sospeso la multa da 152 milioni di euro che l’antitrust aveva a suo tempo inflitto a Telecom Italia. Rimane da chiedersi come mai a sbilanciarsi in simili previsioni non si riesca a sbagliare nemmeno una volta. Come mai?

Telecom: Tar Lazio sospende multa inflitta Antitrust
18/02/2005 – 10:56
Dopo l’ordinanza il titolo risale ma resta negativo
(ANSA) – ROMA, 18 FEB – La multa di 152 milioni di euro comminata dall’ Antitrust alla Telecom e’ stata sospesa. Lo ha deciso la prima sezione del Tar del Lazio. Il Tar ha accolto la domanda incidentale di sospensione, limitatamente alla irrogazione della sanzione amministrativa pecuniaria. La multa era stata comminata ‘per abuso di posizione dominante sui mercati dei servizi di telecomunicazione. Dopo la pronuncia del Tar il titolo Telecom risale me resta negativo.

4 commenti a “CHI PENSA MALE”

  1. Claudia dice:

    Proporrei una giornata di astinenza dall'uso del cellulare TIM.

    Una volta mi sono sentita chiamare al telefono: era un servizio di richiamata, che io non avevo acconsentito ad utilizzare, il quale telefonava ad una mia amica, oltretutto in un momento che non potevo gestire! Ma ve lo immaginate? Chiamo qualcuno, il qualcuno non risponde. Poi vado in bagno, magari, ed il mio cellulare chiama da solo, "in mio nome"! Ma che cos'è, un incubo orwelliano?

    Naturalmente ho chiamato il 119, lanciando strali e minacciando un esposto al garante della privacy, e mi sono sentita rispondere: "Ma lo sa, Lei, quante volte la sua privacy viene violata, a sua insaputa?"

    "AHHH! Toglietemi subito questo osceno servizio di richiamata!" E cosi in effetti è stato: da quel momento non l'ho più visto.

    Ma quando gliela diamo, a questi signori, un po' di educazione?

  2. agh dice:

    certo non c'e' da meravigliarsi, analogo "aiutino" dal tar venne anche per enel, colpevole di aver scippato 3500 miliardi agli utenti per la tassa sulla dissmissione del nucleare (e pagata per anni anche dopo il termine previsto per legge). Credo che poi un decreto sia arrivato a salvare Enel dal mega rimborso agli utenti. Idem per Telecom.

    In ogni caso, parliamoci chiaro: chi avrebbe pagato alla fine queste mega multe? Il consumatore bue, con aumenti "impercettibili", a piccole rate, sulle bollette.

  3. gm dice:

    ora Tronchetti potrà  partire più tranquillo il giovedì sera con la sua barca….un problema in meno….

  4. akiro dice:

    stesso discorso fatto nei commenti sopra…

    e stessa cosa che rimugino nel mio cervellino da qualche anno…