RIAA ha pensato bene di citare in giudizio una signora 83enne (nel frattempo deceduta) per aver condiviso in rete circa 700 brani musicali di musica rock e rap. Ricevuto per fax il certificato di morte della anziana signora la associazione delle major del disco ,con un gesto nobile, ha lasciato cadere le accuse.

3 commenti a “COSA FARE a CHARLESTON QUANDO SEI MORTA”

  1. martino dice:

    "RIAA a pensato bene".

    Ci HAI pensato bene?

    Una buonanotte.

  2. Paolo Graziani dice:

    E' chiaro che era il nipotino che sfruttava la connessione della nonna.

  3. massimo mantellini dice:

    ops…;)