14
Dic

Google (per una volta) copia. In questo caso il “search inside the book” di Amazon. Con un problema in meno. Quello di dover vendere libri.

“The goal of the project is to unlock the wealth of information that is offline and bring it online,” said Susan Wojcicki, director of product management at Google.

(via BBC news)

4 commenti a “GOOGLE COPIA”

  1. Fabio Metitieri dice:

    Ma, io penso proprio che anche Google entrera' nel business dei libri, anche se indirettamente.

    Ciao, Fabio.

  2. Massimo Moruzzi dice:

    in che modo? com'è ora (e come penso possa essere nel ragionevole futuro), mi pare un business a margini troppo bassi per quelli di Google.

  3. Fabio Metitieri dice:

    Moruzzi, due accordi con le librerie on line, e qualche soldo salta fuori. Non e' un sistema molto diverso da quello degli Ad.

    E altrimenti, mi spieghi perche' Google si e' lanciato cosi' nel mondo dei libri – con Print e con la digitalizzazione delle biblioteche universitarie – e della documentazione accademica e scientifica – con Scholar – se non per offrire servizi a chi su queste cose, vendita dei libri e document delivery, ci campa?

    Credi anche tu che chi entra in borsa poi possa veramente agire solo per il bene dell'umanita', senza altri fini? Dai, queste sono solo dichiarazioni da comunicazione aziendale…. dietro, il business c'e' e ci sara', anche se sara' "soft", nello stile di Google, e se richiedera' qualche tempo, parecchio lavoro e un bel po' di investimenti prima di dare dei frutti.

    Ciao, Fabio.

  4. Massimo Moruzzi dice:

    ciao Fabio, se intendi nel business della pubblicità  a chi vende libri, mi pare ovvio. pensavo invece volessi dire che si sarebbero messi loro a venderli, vuoi 'fisici', vuoi in formato 'digitale', il che mi sembra tutto sommato improbabile.