Interpellato dai giornalisti sulla sentenza SME Massimo D’Alema ha seccamente affermato: “Mai commentato sentenze, né prima né dopo”.

link n°1

Roma, 7 dic. – Massimo D’Alema ha commentato la sentenza della Corte d’assise di Roma che ha visto l’attesa condanna dei militari argentini coinvolti nella scomparsa di otto desaparecidos di origine italiana. Secondo D’Alema, la sentenza “onora il nostro paese e la magistratura italiana” e si augura che ciò possa “aprire la strada ad una efficace persecuzione dei crimini contro l’umanità , ovunque commessi, che in un mondo civile non possono restare impunit”

link n°2

ROMA – “Un sereno riesame delle carte mi sarebbe sembrata una via ragionevole”. E’ il presidente del Consiglio Massimo D’Alema a scagliare la prima pietra sulla sentenza di Brescia che ha respinto la richiesta di Sofri, Pietrostefani e Bompressi di un nuovo processo per l’omicidio Calabresi.

link n°3

PERUGIA – ”Per cercare di capire una sentenza come quella di ieri di Perugia sull’omicidio Pecorelli, che a prima vista lascia allibiti, attendiamo di leggerne le motivazioni”: lo ha detto il presidente dei Ds, Massimo D’Alema, parlando con i giornalisti oggi pomeriggio a Perugia, dove e’ in corso un incontro per presentare il suo ultimo libro

link n°4

Ma D’Alema non ha chiesto che le garazie a suo tempo invocate per Silvio Berlusconi vengano riconosciute anche al candidato premier del centro sinistra. Ha sostenuto che nell’esercitare il controllo di legalità  sull’operato del sindaco di Roma la Corte dei Conti ha compiuto un atto del tutto ingiustificato. E lo ha fatto non per difendere la persona di Francesco Rutelli ma per creare una rigida barriera protettiva attorno al metodo di governo che il candidato premier ha utilizzato e la Corte dei Conti ha condannato.

6 commenti a “CHIEDI a GOOGLE”

  1. n dice:

    :-)

  2. angelocesare dice:

    Non li ascolto più! Che soddisfazione non essere obbligato a credere alle storie che raccontano i politici! E' un potere inimmaginabile: ci si accorge se mentono o dicono il vero, se stanno per imbrogliarci o se stanno rispettando i loro giuramenti. Mi spiace per chi è iscritto a partiti o si fa plagiare da un colore fisso, davvero, mi spiace. Per punizione, costoro, si godano pure i commenti alla sentenza di Milano dei loro rappresentanti preferiti, leggano giornali monotematici, osservino con attenzione le espressioni opposte, ascoltino i pareri contrastanti, decriptino smorfie e tic a destra, in centro e a manca. Sguazzino tra rosso, bianco, azzurro, verde e nero. Che se li godano i loro arlecchini fuori stagione, se li rigirino tra le mani, li ascoltino con attenzione mentre rilasciano falsità  opposte da orifizi inaspettati! Alla fine della penitenza, tuttavia, si facciano un'idea loro e non si spaventino se sconcertano coloro ai quali hanno affidato un mandato e da cui hanno ricevuto una tessera, una pacca sulla spalla, uno spot, una richiesta di sovvenzione, una telefonata, una lettera prestampata e un blocco mentale! [è uno sfogo, tranquilli: lo si capisce dai punti esclamativi]

  3. Sandro kensan dice:

    Ho sentito che Berlusconi è stato assolto per il caso SME, non ne so molto ma sospetto sia una sentenza politica. Da quel poco che ho capito i giudici per decidere devono avere almeno una parte politica che li appoggia e dalle reazioni mi pare che nessuno volesse la condanna di Silvio.

    Mi pare che ci saranno le elezioni regionali, non so quando ma tra non molto credo, da quel che ho capito i sondaggi davano il Berlusca nazionale come sfavorito, penso che l'opposizione si sia ben guadata dal farne un martire.

  4. alberto dice:

    OK, è appurato, sono un boccalone, gli avevo creduto, eppure dovrei saperlo con chi abbiamo a che fare, no? Comunque complimenti per la diffidenza e la ricerca su Google :-)

  5. Fabio Metitieri dice:

    Eh, la ricerca su Google… A fare mantellini e Wi fi si ottengono 693 risultati. Ma non era un medico? Manco lavorasse per un Isp…

    ;-)

    Ciao, Fabio.

    P.S.: no, tutte le 693 stronzate che ha scritto non ho voglia di leggerle. Tanto sono tutte sbagliate.

  6. gm dice:

    gli italiani hanno perso la capacità  di avere memoria…neanche Google gliela ridarà …