Poco fa leggevo un post di Zambardino, riferito all’intervento di Bill Gates a Milano, che in buona parte condivido:

Perché questo non è un paese-continente arretrato. E’ un posto del mondo dove lo sviluppo sta prendendo un’altra strada – nei telefoni, nella tv, nella diversa predilezione delle piattaforme tecnologiche. E Gates, che in America parla a fantasia scatenata di televisione del futuro e mezzi unificati (e mette in pratica ciò che dice), perché in Italia viene a fare la predica?

L’unica differenza fra me e Vittorio e’ che io credo che questa “altra strada” sia, per dirla semplicemente, una sciagura nazionale.

4 commenti a “SVILUPPO TECNOLOGICO in ITALIA”

  1. Smeerch dice:

    E perchè mai dovrebbe essere una sciagura? Se l'italiano medio consuma più media "passivi" che "attivi" la colpa di chi sarebbe, se non dell'italiano stesso?

  2. Fabio Metitieri dice:

    Mah… letting alone Zambardino, che non sempre mi e' chiaro ma non importa, qui da un po' di tempo non riesco piu' a capire dove vogliono andare a parare i post.

    Quale strada, secondo il ManTaleb-Pensiero, sarebbe una sciagura, e perche'? Bo'…

    Dove sono finiti quei bei vecchi interventi di un tempo, belli estremisti, offensivi per intere categorie e spesso anche per chi ha un briciolo di intelletto, e che si potevano flambare di getto?

    Qui ultimamente, a parte il sostenere che gli insegnanti son tutti dei fagnani – che e' troppo facile – non viene piu' prodotto nulla di interessante, e far scorrere un po' di sangue e' diventato impossibile…

    Ciao, Fabio.

  3. Vittorio Zambardino dice:

    Caro Massimo, grazie per la citazione, ma mi attribuisci un consenso con la "via italiana" (più cellulari, più tv "interattiva" che internet) che io non ho espresso. A volte il mio richiamarmi ai dati di realtà  viene scambiato per consenso. Come dire che uno è d'accordo con la morte solo perché dice che quella esiste. E no, la morte continua a farmi schifo, solo che riterrei altamente velleitario volerne prescinderne. Così è per me con la tv interattiva :-)

  4. massimo mantellini dice:

    ok vittorio, prendo atto ;)