Oggi ho ricevuto il primo spam telefonico sintetico della mia vita. Suona il telefono all’ora di cena. Mia figlia risponde: “Pronto?”. Dall’altra parte una voce sintetica annuncia che la compagnia telefonica XY (purtroppo ho dimenticato il nome di questi bastardi) consente di ridurre i costi ecc ecc ecc……Confesso che sono un poco preoccupato. Urge un metodo Torriero aggiornato.

27 commenti a “SCOCCIATI da un SINTETIZZATORE”

  1. Fabio Metitieri dice:

    Le telefonate commerciali automatiche (senza operatore umano presente e parlante) sono vietate per legge. Ma non chiedermi se bisogna procedere con una denuncia, rivolgersi al Garante o che altro, perche' non lo so.

    Ciao, Fabio.

  2. darkripper dice:

    Ma questo garante esiste davvero? Lo avete mai incontrato? Avete mai sentito qualcuno che vi ha detto che grazie al garante la sua vita é di molto migliorata? E questa persona, era per caso vostro cugino?

    Statemi a sentire. Non esiste nessun garante!!! ;)

  3. Pier Luigi Tolardo dice:

    Le chiamate commerciali automatiche non sono state ancora vietate per legge come d'altra parte quelle con operatore. Le uniche chiamate pubblicitarie automatiche vietate dal Garante sono quelle elettorali mentre quelle fatte personalmente dal candidato o dal suo ufficio elettorale, no. Vale, comunque il principio che se Massimo scrive al gestore telefonico chiedendo di non ricevere più messaggi automatici e no, questo deve adeguarsi. Con l'avvento del prossimo Elenco Telefonico se l'utente chiederà , esplicitamente, nel modulo che gli verrà  inviato a casa dal gestore telefonico nei primi mesi del 2005, ed inviabile gratuitamente a fax, posta ordinaria o mail, di non ricevere più pubblicità  telefonica(automatica o meno) queste chiamate diventeranno sanzionabili molto più semplicemente.

    Comunque Massimo consolati: quando uscì Libero dovetti sorbirmi una chiamata registrata di Vittorio Feltri che voleva convincermi ad abbonarmi.

  4. Poldo dice:

    Mi ricorda un'episodio sei Simposn: L'Italia come Springfield?

  5. Fabio Metitieri dice:

    Tolardo, sei male informato. Leggiti l'articolo 10 del decreto 185/99. Ma non lavori proprio nel ramo, tu, o li' di fianco?

    Ciao, Fabio.

  6. Pier Luigi Tolardo dice:

    Mi spiace Fabio insisto: il messaggio promozionale telefonico è lecito o meno non rispetto alla forma o strumento, automatico o "umano" ma rispetto al consenso del titolare dell'utenza telefonica: se il titolare malaguratamente ha dato il proprio consenso ad una banca, ad un giornale, ad una assicurazione, a Gardaland, per ricevere comunicazioni da loro o da altri cui questi hanno ceduto il numero non c'è niente da fare. Proprio perché sono abbastanza del ramo ti invito a farti un giro su http://www.191.biz, il sito del servizio clienti business di Telecom Italia dove tra le tante offerte per le aziende viene presentato un servizio di Direct marketing per cui si può comprare uno "stock" di messaggi telefonici automatici e/o Sms da inviare a chi si vuole, con un messaggio che si inserisce in un sito messo a disposizione di chi si abbona al servizio da Telecom Italia stessa. E' una barbarie? Si, certo. Avviene grazie ad un interpretazione troppo elastica della legge che Tu citi, Si, certo. Ma avviene tutti i giorni, poi si può anche interpellare il Garante e fare una denuncia, si rischiano solo al massimo sanzioni amministrative perché quelle penali riguardano la violazione di dati riservati e non queste azioni di spamming. Le sanzioni amministrative, se e quando irrogate, al termine della campagna sono solo un sovrapprezzo. Però, ci potrebbe essere la possibilità  che un rompic….professionale come Metitieri avvii una crociata intrepida contro gli spammer "autoatici", avrebbe tutta la mia solidarietà , mi chiedo perché non lo faccia. No è del ramo o giù di lì? Con Simpatia

  7. Fabio Metitieri dice:

    Oh, certo se dai il tuo esplicito consenso ti possono fare di tutto, anche torturarti, ma questo era implicito. Se pero' non lo dai, le telefonate automatiche sono vietate, e stop.

    E no, io non sono del ramo e non lavoro ne' per i consumatori ne' per chi fa campagne telefoniche.

    Ciao, Fabio.

  8. Fabio Metitieri dice:

    Ah, si', e dipende proprio dall'automatismo. Con operatore umano possono telefonarti anche senza tuo consenso, per ora. Leggiti la leggina, Tolardo, leggila.

    Ciao, Fabio.

  9. Giuseppe Mazza dice:

    Mettendomi dall'altra parte, dico: chi è tanto scemo da credere che questo spammone telefonico possa lontanamente interessare un potenziale cliente? La reazione di Mantellini è quella che avrebbero più o meno tutti: immagino che molti, una volta alzata la cornetta, inizino una serie fantozziana di insulti verso la voce automatica… :-)

  10. Squonk dice:

    Massimo, per quanto strano possa sembrarti, in questo caso sono totalmente dalla tua parte (e condivido in pieno il commento di Giuseppe: questi, evidentemente, non sanno come sbattere via i soldi).

    In più, per quanto ne so, ha ragione Fabio: ad oggi, la legge vieta le telefonate automatiche ("senza operatore") se non è stato fornito un consenso esplicito al soggetto che effettua la telefonata.

  11. Lorenzo Trenti dice:

    Lo spam telefonico non crea nuovi clienti? Mah. Io pensavo lo stesso di quello telematico. Eppure pare che funzioni un sacco. Là  fuori è doppiamente pieno di imbecilli: quello che spammano e quello che ci cascano…

  12. Pier Luigi Tolardo dice:

    Caro Fabio(sei del ramo rompiballe, non lo avevi capito e se non le vai a rompere, visto che sei forte nel ramo, alle società  telefoniche più e quanto se ci lavorassi), ,

    non sei andato sul sito che ti ho suggerito : Male! Leggi solo quello che vuoi, la differenza tra operatore "umano" e "automatico" è che all'umano puoi dire non mi interessa e chiudere, all'automatico no ma le società  che vendono questo servizio, con buonapace di Metitieri che non è neanche un buon avvocato(anzi non è proprio un avvocato) su consiglio dei loro uffici legali hanno fatto premettere ai messaggi promozionali un breve messaggio che dice: "questo è un messaggio promozionale automatico", così si sa subito di che si tratta e il cliente può chiudere subito. Questa semplice modalità  di aggiramento della legge fa sì che Telecom Italia, Phonetika, il Gruppo Cos e altre società  leader nella fornitura di servizi per Call Center abbiano fatto un po' di soldini vendendo questo sistema, senza andare in galera, nonostante che Metitieri conosca le leggi ma molto meno il mondo.

  13. Anonimo dice:

    Tolardo, l'aggiramento con l'avviso iniziale non cambia la sostanza della legge, e le telefonate automatiche restano illegali. Il reale problema, qui come nel caso dello spam via email, e' costituito da quello che in inglese si chiama enforcement: fino a quando l'utente non avra' un sistema comodo, certo e conosciuto per fare valere i propri diritti, gli operatori se ne sbatteranno le palle.

    Quanto allo spirito della legge, la differenza tra l'automatico e l'umano non e' dato dal fatto che puoi riagganciare (puoi sempre farlo, no?), ma dal costo dell'operazione. Le telefonate automatiche sono state viste dal legislatore come facili da fare "in massa" e per questo vietate.

    Io non saro' un avvocato, ma tu proprio non ci azzecchi manco un po'… Ti consiglierei, per il futuro, di recuperarti subito la legge e guardartela, invece di provare a indovinare com'e' mentre scrivi interventi a braccio…

    ;-)

    Ciao, Fabio.

  14. Pier Luigi Tolardo dice:

    Non è così Metitieri: anche se fosse facile per un cliente chiedere l'applicazione della legge rimarrebbe il fatto che se utilizzo dei dati riservati incorro in sanzioni pesanti anche penali mentre se faccio 1 milione circa di telefonate in automatico non corro nessun rischio se non qualche centinaio di euro in tutto di multa.Tutto qui, informati sulla realtà , invece di citare Grida Manzoniane. Il costo di una chiamata fatta da un operatore è solo leggermente superiore a quello in automatico, visto il bassimo costo del lavoro e la grande precarietà  che regna, utilizzando le leggi iperflessibili(non parlo del mercato nero del lavoro, poi). Hai esordito dicendo che la legge lo proibisce, ok la legge lo proibisce, non lo contesto, contesto invece il fatto che sia largamente disattesa e non per problemi di "enforcement" o di scarsa applicabilità  ma per la leggerezza e, di fatto, reale inesistenza delle sanzioni. Infatti la legge per essere applicabile dovrebbe prevedere sanzioni anche per quei gestori che continuano a proporre questi servizi automatici, non li sottopone a nessuna responsabilità , come è invece avviene per molti altri settori delle Tlc. Quindi dire come hai detto Tu fin dall'inizio è illegale è pleonastico, ridondante, inutile, e anche il problema della scarsa possibilità  di intervenire a propria difesa è marginale rispetto alla sostanza. Che poi la sostanza sia più in generale il problema dello spamming ho già  risposto che dall'anno prossimo, con l'avvento del nuovo Elenco Telefonico la questione del consenso negato sarà  più chiara e definita. Quanto alla possibilità  di difendere i propri diritti nel caso in questione Massimo può, per il futuro: scrivere o telefonare al 1922(gratuito) di Tele2 che gli ha fatto il messaggio automatico(anche se non lo ricorda è l'unico che lo fa) e chiedere di non ricevere altri avvisi 2) per far sanzionare eventualmente Tele2 basta scrivere su un apposito form che si trova sul sito del Garante della Privacy che è tenuto a dare una risposta e ad aprire un'istruttoria. Sono le cose che tu non sapevi e non sai , come hai detto nel tuo primo commento, spero di aver colmato le tue lacune come, gentilmente, hai voluto fare con le mie.

  15. Pier Luigi Tolardo dice:

    Senza considerare Caro Fabio che con l'abbattimento notevole delle tariffe internazionali molte volte le chiamate automatiche di offerta di servizi telefonici o altro arrivano da numerazioni estere(anche solo da linee della Intelcom della Repubblica di S. Marino, con italianissimo prefisso 0549), a cui non credo che si possano applicare agevolmente le leggi italiane, sia quelle da me sconosciute che quelle da te conosciutissime. Per questo, sarebbe stata opportuna una minore foga da parte di ognuno di noi, anche se continuo a consigliarti di investire la tua vis polemica in crociate contro i colossi della telefonia, avresti da me più soistegno di quello che pensi.

  16. Pier Luigi Tolardo dice:

    Infine la Legge che cita Metitieri si riferisce ai Contratti a distanza, e non alle comunicazioni in genere, tanto è vero che all'interno della normativa inserita nel sito del Garante della Privacy non è nemmeno inserita. Da qui è normale che mentre nessun gestore telefonico attua dei sistemi automatici per aderire ad un servizio come, che so, l'Adsl o una particolare tariffa, si faccia lo stesso pubblicità  in automatico. Senza un intervento definitivo del Garante che la proibisca, come ha voluto fare espressamente, per la propaganda elettorale, rimarrà  sempre lecita l'interpretazione del Metitieri e quella dei gestori che se ne servono o vendono il servizio agli altri, anche se personalmente ho molta più simpatia per la tesi del Metitieri e solo un poco per Metitieri.

  17. Anonimo dice:

    Tolardo: "Hai esordito dicendo che la legge lo proibisce, ok la legge lo proibisce, non lo contesto"

    Ecco, bravo. E non c'era bisogno di scrivere lenzuolate per dirlo… ;-)

    Per il resto, e molto in breve: la legge in questione non e' citata sul sito del Garante perche' non e' di sua competenza, non riguardando la privacy; le sanzioni non e' necessario che siano elevate, Imo, basterebbe che fossero facilmente invocabili e sempre applicate; so benissimo come si fa ricorso al Garante (e non e' facile come credi tu, dato che ci sono spese di segreteria da anticipare e che sono sempre possibili delle complicazioni legali), ma in questo caso, ripeto, non credo che la questione sia di sua competenza.

    Ciao, Fabio (e in futuro studia di piu' e scrivi di meno, pls…)

  18. Anonimo dice:

    Per Metitieri: Hai esordito dicendo: "Ma non chiedermi se bisogna procedere con una denuncia, rivolgersi al Garante o che altro, perché non lo so", adesso invece dici che lo sai benissimo,bene, ci hai messo qualche post per dirlo. Non bisogna confondere, però, il ricorso che prevede le spese di segreteria e può avere complicazioni legali, con un quesito al Garante che invece non comporta spese, su cui poi eventualmente fondare un ricorso. Inoltre, se le sanzioni sono ridicole perché dovrebbe essere un deterrente per chi pratica questo tipo di telemarketing, fai finta di non sapere che le varie Wind, Telecom Italia, Tele2, anche se condannate a centinaia di migliaia di Euro, dall'Authority per le Comunicazioni, per aver attivato servizi non richiesti agli utenti continuano a fare lo stesso perché il gioco vale decisamente la candela.

  19. Fabio Metitieri dice:

    Ho detto che non credo che la questione sia di competenza del Garante. E stop, che mi hai lessato i coglioni…

    Ciao, Fabio.

  20. Giuseppe Mazza dice:

    Toni a parte, discussione interessante.

  21. Pier Luigi Tolardo dice:

    Scusa Tanto, ma pensavo che Ti piacesse….

  22. Giuseppe Mazza dice:

    Non sto scherzando né ironizzando: trovo interessante davvero le informazioni che entrambi avete postato, ne farò tesoro sia professionalmente che da utente. Grazie.

  23. Activemax.com dice:

    Mi aggrego, dicendo che ho ricevuto anch' io il primo Spam telefonico dal quotidiano "Torino Cronaca"..

  24. Giuseppe Mazza dice:

    Davvero? Cosa vendevano? Non hanno un sito Internet a quanto mi risulti…

  25. Giuseppe Mazza dice:

    Ho trovato un articolo sull'iniziativa di Torino Cronaca (già  dal 2002), che tra l'altro potrebbe contribuire alla discussione…

  26. Pier Luigi Tolardo dice:

    Ti ringrazio Giuseppe per la segnalazione dell'articolo, gli ultimi sistemi automatici di chiamata prevedono all'inizio un messaggio che dice che si tratta di un comunicato pubblicitario e poi si dice al cliente che se vuole ascoltarlo deve schiacciare 1, se vuole chiudere premere 2, così in pratica si "carpisce" quel consenso di cui parla il Decreto Legge e si evitano eventuali sanzioni, bisogna dire pure onestamente che il telemarketing automatico è decisamente minoritario: ad un lavoratore CoCoCo o a progetto una chiamata spesso non è pagata più di 10 centesimi e spesso percepiscono 5 -6 Euro all'ora, in cui arrivano a fare 35-40 chiamate e gli vengono riconosciuti altri 2-3 Euro max. se piazzano il prodotto(Adsl o

    abbonamenti telefonici) e questo basso costo del lavoro che frena la diffusione dei sistemi automatici, molto meno graditi dall'utenza comunque, che i vincoli legislativi.

  27. Giuseppe Mazza dice:

    Sì, fossi alla frutta anch'io utilizzerei operatori umani, quelli automatici continuano a sembrarmi a dir poco controproducenti…