Libero propone in versione beta il suo aggregatore automatico di notizie Webnews. Le affinita’ con le news di google sono imbarazzanti. Le spiegazioni del servizio molto piu’ divertenti.

La raccolta delle notizie, la loro categorizzazione, ed il loro raggruppamento sono attività  svolte in maniera completamente automatica. Questo garantisce sia un rapido aggiornamento dell’insieme delle notizie mostrate, sia una maniera democratica di proporre le differenti fonti, essendo la loro presenza, relativamente ad un argomento, esclusivamente dipendente dal fatto che l’argomento in questione sia stato o meno trattato da loro.

5 commenti a “LA DEMOCRAZIA dei CONTENUTI”

  1. Giuseppe Mazza dice:

    Anche quelle sono prese dal servizio di Google: La particolarità  di Google News sta nel offrire un servizio di informazioni compilato esclusivamente da algoritmi computerizzati senza alcun intervento umano. Anche se le fonti da cui vengono raccolte le notizie differiscono per orientamento e approccio editoriale, queste vengono comunque selezionate senza tener conto del punto di vista politico o dell'ideologia.

  2. Massimo Moruzzi dice:

    si vede che sono pieni di giornalisti, eh? No, più che altro si vede che è fatto tutto in automatico da un software. A iniziare dalle fantozziane spiegazioni del servizio, direi.

  3. Lorenzo Ireni dice:

    No. Pare non ci sia nulla di automatico. Almeno per ora.

  4. Shangri-La dice:

    E non hai neanche idea della spocchia, caro Moruzzi. :-)

  5. Massimo Moruzzi dice:

    mia o loro, Shangri ?:-)