Via i cani dal centro:

Treviso, 19:34

Sindaco leghista vieta il centro ai cani

Sarà  interdetto ai cani dal 10 luglio il centro storico di Treviso, per il frequente “mancato recupero delle deiezioni”. Lo ha deciso il sindaco leghista, Giampaolo Gobbo.

A Londra invece ci hanno pensato per tempo con questi graziosi orinatoi hi-tech.

14 commenti a “DEIEZIONI VIETATE”

  1. Simone dice:

    Rimane il problema di addestrare i cani..

  2. Domiziano Galia dice:

    Non solo ai cani di colore nero?

  3. Pier Luigi Tolardo dice:

    Il fatto è che il predecessore dell'attuale Sindaco, il mitico Gentilini(che è tuttora pro-Sindaco non avendo potuto farsi rieleggere una terza volta, per il tetto dei 2 mandati e dice a tutti, senza essere smentito, che è il vero Sindaco) ha davvero proibito l'accesso al centro storico a barboni ed extracomunitari e lo ha fatto applicare. Se potesse espellerebbe anche gli italiani, solo padani che abbiano fatto il militare negli alpini.

  4. Antani dice:

    Il buon Gentilini, per evitare il sostare di spacciatori nei giardini del centro a suo tempo aveva fatto rimuovere le panchine (!). Gobbo è un po' il delfino di Gentilini, cosa vogliamo aspettarci?

    Comunque, non peggio di chi, per prevenire gli incendi, ha proposto l'abbattimento di intere foreste.

  5. max dice:

    a me sembra assurdo che si sia aspettato tanto; qual è il problema? vi piace così tanto sguazzare nella regale m**** canina? è ovvio che il provvedimento non durerà , ma è un segnale, ed è ciò vuole la maggioranza democratica, che si esprime a voti.

  6. antonio dice:

    ottima decisione….

    speriamo che cofferati adotti una ordinanza ismile anche a bologna…

    bisogna rispettare tutti:

    Cani, persone, e pure i leghisti se hanno delle idee valide…e non venitemi a dire che è una proposta incivile…

  7. outsider dice:

    Scusate, ma temo di non aver capito bene. Ritenete civile un provvedimento simile?

  8. max dice:

    è un provvedimento estremo; una provocazione mirata a far parlare di quello che per alcuni è un problema (per me lo é). vogliamo scommettere che non arriverà  nemmeno a fine estate? il senso non é:"non vogliamo cani", ma "non vogliamo persone maleducate" e "non vogliamo camminare sulla merda"; già  che siamo in tema, ricorderei l'obbligo di guinzaglio e museruola; ricordo la faccia allegra di qualche mamma che guardava un simpatico pitbull aggirarsi tra i bambini in spiaggia..

  9. Silvio dice:

    E' CIVILISSIMO un provvedimento del genere. Non se ne puo' piu' di INCIVILI passeggiatori con cani che se ne fott**** delle regole del vivere comune. Portassere le mer*** del loro cane a casa loro. E la museruola? Se glielo ricordi la risposta e' sempre: "ma non fa nienteeeeeeee".

    E dovrebbero inasprire e mazziare chi tiene cani che disturbano i vicini con infiniti latrati spesso durante le ore notturne.

  10. Antonello Leone dice:

    Egregio Silvio, si prenda una camomilla e vada a letto per una bella dormita.

  11. Antani dice:

    Ho capito, mi adeguo. Abbattiamo tutti i cani, di tutte le taglie. Chiuso il problema. (E che se ne parla a fare?)

  12. marco dice:

    Mi sfugge il collegamento tra le merde dei cani e l'orinatoio per umani.

  13. rik dice:

    sempre rifiuti organici sono… o forse c'è un collegamente "merda" – "genere umano" ?!

  14. Fabio Metitieri dice:

    Mah… a me i cani piacciono, ma finche' non si impara a tirar su le loro cacche e a tenerli o a guinzaglio corto o con la museruola, ben vengano i divieti.

    D'estate, poi, le merde danno proprio fastidio. E a chi, chesso', e' non vedente, o e' disabile e con carrozzina, o per i bambini, la cacca di cane e' qualcosa di piu' di una semplice puzza fastidiosa.

    Un'incivilta' che fa il paio con quella di tutti gli stronzi umani che parcheggiano l'auto sui marciapiedi, senza preoccuparsi di lasciare spazi per il passaggio. Per quanto mi riguarda: fuori tutte le merde dal centro, e non solo quelle di cane, e non solo dal centro.

    Ciao, Fabio.