06
Giu

Visto che tra qualche giorno si votera’ per le europee conviene ricordare che gli europarlamentari italiani sono i meno assidui frequentatori del loro posto di lavoro. Nella lunga lista dei peggiori, il peggiore in assoluto e’ Marcello dell’Utri che ha partecipato al 16% delle sedute. Nel corso del 2002 il bibliofilo Dell’Utri e’ andato al lavoro due giorni in tutto. Esattamente il 18 novembre e il 17 dicembre. (via Loic Le Meur Blog)

update: ora visto che me ne sono accorto lo correggo, ma l’errore di digitazione “assolto” invece di “assoluto” riferito a Dell’Utri ha qualcosa di freudiano.

9 commenti a “PROMEMORIA”

  1. Pier Luigi Tolardo dice:

    Non poteva fare diversamente: infatti Marcello Dell'Utri è sotto processo in Italia con capi d'accusa molto gravi e la giustificazione che ha per non presentarsi ai giudici è che è molto impegnato nei lavori del Parlamento Italiano che si riunisce molto più spesso dell'Europeo(tra Commisioni, sedute plenarie, missioni, interpellanze, mozioni, etc).

    Ma allora perché non si è dimesso dal Parlamento Europeo se ha già  la scusa dell'italiano? E se poi una maggioranza di comunisti, a cause delle assenze di destra, vota per l'autorizzazione al suo arresto? Oltretutto nel 2006 il Parlamento italiano scade e Marcello potrebbe rimanere senza immunità . Meno male che c'è l'Europa, Viva L'Europa!!!

  2. Gino dice:

    Qualche maligno sostiene che Dell'Utri si sia "adoperato" per far vincere La Fattoria al proprio genero. Però se non sbaglio Dell'Utri è uno che di stallieri se ne intende.

  3. Francesco Costa dice:

    Non è difficile intuire il motivo della candidatura di Dell'Utri, è lo stesso motivo dell'attuale candidatura del Governatore siciliano Totò Cuffaro, appartenente alla corrente democristiana siciliana che governa l'intera Sicilia, pluri-indagato per concorso in associazione mafiosa e altre schifezze del genere. E – quindi – candidato alle Europee.

  4. Paolo Graziani dice:

    Io invece, poichè sono un sincero democratico, sono convinto che anche i mafiosi, i corruttori, gli evasori, i ladri e i buffoni, e perfino gli assenteisti abbiano diritto alla loro rappresentanza a Bruxelles.

    Evidentemente un paese di assenteisti non potrà  che avere dei parlamentari assenteisti.

    E un paese di mafiosi…

  5. Franco dice:

    Volevo clikkare su "Bel post?" ma pare che l'autore si sia dimenticato di aggregarlo…

  6. massimo mantellini dice:

    l'autore non ha la pretesa di aggregare tutto, e spesso non riesce nemmeno ad aggregare quello che vorrebbe……grazie comunque :)

  7. Fabio - Politica Onesta dice:

    Scusate, ma io penso di ripagare con la stessa moneta i parlementari "astensionisti" … io quest'anno non voto e non so quando mai lo rifarò… che mi convincano loro a farlo… dimostrando di meritarselo!

    http://politicaonesta.splinder.it

  8. Paolo dice:

    incrociate l'informazione del record di assenza con questo altro record:

    http://europa.tiscali.it/societa/news/200306/04/stipendi.html

    cioe' i nostri eurodeputati sono i piu' pagati ed i piu' assenti.

  9. Domiziano Galia dice:

    ERRATA CORRIGE:

    C'è andato anche il 28 febbraio.