Da repubblica.it:

“In molte situazioni si può parlare di peccati”, ha detto don Giuseppe Costa, docente di giornalismo alla pontificia università  salesiana. “La chat può sconfinare in realtà  incontrollabili che non rispettano la persona e spesso – ha aggiunto – mancando dei corrispondenti, non ci sono responsabilità , poiché la persona dialoga con nessuno e questo fa cadere il senso di responsabilità “. Nel mirino anche i blog e la cosiddetta controinformazione. “Siti di giornalismo on-line non firmato che danno informazioni scorrette, ad esempio in ambito scientifico, creando rischi per la vita”, così Costa.

10 commenti a “SUVVIA MONSIGNORE”

  1. stefano hesse dice:

    per carità . Giusto inveire contro le chat quando l'aids ammazza milioni di persone ed il preservativo è la puzzolente protuberanza di lattice di Satana. Sono d'accordo.

  2. Albamarina dice:

    Vorrei commentare ma non mi vengono parole. Meglio così, Monsignore.

  3. Rudy dice:

    "[..] informazioni scorrette, ad esempio in ambito scientifico, creando rischi per la vita"? Ed io che pensavo che fosse la Chiesa a schierarsi, per esempio, contro l'uso del profilattico….

  4. Pier Luigi Tolardo dice:

    Manca una premessa, e non se è colpa del moralista che l'ha omessa o del giornalista che ha omesso di riferirla: per un cattolico tutte le realtà  umane possono essere segnate dal peccato, quindi anche il Web, le chat, e i Blog ma perché le pesone che vivono queste realtà  possono cadere in tentazione e non gli strumenti o i luoghi. E, comunque, dove la parte positiva? Il Bene che si può compiere, dire e fare? Se cresce la comunicazione e la comunione, cresce l'Uomo e questo è evangelico ed etico, no?

  5. Massimo Moruzzi dice:

    machevvifrega, tanto in africa ci stanno i negri, no? Vaticano = III Reich

  6. alessandro dice:

    voi pero' guardatevi il forum del resto del carlino

  7. Paolo Graziani dice:

    Però si stanno diffondendo le parrocchie virtuali. E da qualche parte ho anche letto di un sito cattolico dove ci si può confessare on-line, via chat.

    Si vede che non è la chat, il Male, allora. Ma forse Monsignore voleva semplicemente dar aria alla bocca.

  8. LockOne dice:

    "non firmato"? questa e' bella.

    tra tanti nick che potevi scegliere, massimo mantellini e' proprio fantasioso.

  9. Moroe dice:

    Io grazie ai mezzi telematici come la chat ho conosciuto tantissima gente, ma non è detto che non sappia com'è la vita al di fuori. Non è detto che mi manchino le responabilità .

    Forse ha ragione Graziani, quando dice che si tratta solo di arie

  10. Attilio dice:

    Eh, la democrazia. La tutela del diritto d'espressione permette anche a chi basa l'intera propria esistenza (non solo spirituale) su una sfilza di dogmi contraddittori ed assurdi di riempirsi la bocca con aggettivi come "scientifico". Vero che molti (troppi) siti fai-da-te svendono allegramente castronerie scientifiche di calibro bellico navale, ma è alquanto ridicolo che a farlo notare sia chi fece abiurare Galileo e conduce tutt'oggi campagne contro Darwin…